all
Menu

Marcello come Here- aspettando il Magna Graecia Film Festival. Domani l’ultimo appuntamento al Cinema Teatro Comunale

MGFFMancano poche ore e i riflettori si accenderanno sulla XIV edizione del Magna Graecia Film Festival. La kermesse cinematografica, ideata e diretta da Gianvito Casadonte, ha già fatto molto parlare di sé negli scorsi giorni grazie ai grandi nomi dei personaggi nazionali e internazionali comunicati e che stanno giungendo sulla costa ionica catanzarese. Nell’attesa, domani, al Cinema Teatro Comunale, si terrà il secondo e ultimo appuntamento dell’evento speciale: “Marcello come here – Aspettando il MGFF”. Questa edizione è, infatti, dedicata al più amato fra gli attori italiani, Marcello Mastroianni. Doveroso, quindi, far immergere il pubblico nella dimensione di questo grande artista attraverso la visione di alcuni film cult, scelti tra i tanti che lo vedono protagonista. Domani, alle 20.30, verrà proiettata “Una giornata particolare”, pellicola che vede alla regia il compianto Ettore Scola, presidente onorario del Magna Graecia Film Festival. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Cinema Comunale, la Casa del cinema, il cine-forum CinemaZaro e la Cineteca della Calabria.

Interventi lungo la vecchia strada di Caminia, gli interrogativi dell’ex sindaco di Stalettì Pantaleone Narciso

caminiaCATANZARO - Tanti interrogativi in merito agli interventi di riqualificazione della Strada Statale 106 che congiunge Caminia alla piazzola belvedere  ai piedi dei Maria del Mare, che da qualche giorno sono sotto gli occhi di tutti, se li pone anche l’ex sindaco di Stalettì, Pantaleone Narciso. “L’Amministrazione comunale, da me guidata dal 2003 a maggio 2013, a suo tempo riuscì a programmare una serie di lavori migliorativi per la messa in sicurezza dei versanti e la riqualificazione paesaggistica della strada e dell’area circostante ottenendo tre tranche di finanziamenti: la prima di 700 mila euro dal Ministero dell’Ambiente, la  seconda di un milione  di euro da parte della Regione Calabria ed infine un milione e 200 mila euro di Fondi Europei, nell’ambito dei PISL (Progetti Integrati di Sviluppo Locale) – si legge nella nota dell’architetto Narciso -. Con il primo finanziamento del Ministero dell’Ambiente, recuperando anche il ribasso di circa 150.000 euro, si sono messi in sicurezza i versanti dall’ingresso della Nuova 106, in prossimità del Viadotto “Lamia”, e l’ingresso di Santa Maria del Mare, consentendo così ai residenti  di detta località il transito, fino allora precluso a seguito di Ordinanza, e il raggiungimento in modo agevole delle loro abitazioni. Altro intervento ha riguardato la messa in sicurezza della scarpata sottostante la “Baia dell’Est” all’ingresso di Caminia”.“Inoltre, sono stati messi in sicurezza e completamente rifatti il “belvedere” sotto il Rebus e un altro affaccio, a picco sulla scogliera sottostante, in prossimità della rampa di accesso al Villaggio Santa Maria del Mare – spiega ancora l’ex sindaco -.Il finanziamento regionale di un 1.000.000 euro ha interessato il tratto che dal Rebus porta alla strada di accesso alla spiaggia di Caminia. I lavori hanno riguardato la messa in sicurezza di circa 10.000,00 mq. di scarpate e il ripristino, compreso il rifacimento di quelli mancanti, di tutti muretti di sicurezza lato mare (muretti intonacati di colore giallo)”. Narciso spiega ancora che: “Il finanziamento PISL, ottenuto dall’Amministrazione da me guidata, che ammontava a 1.200.000 euro prevedeva la messa in sicurezza delle scarpate mancanti e l’arredo urbano della strada attraverso punti sosta, sentieri, illuminazione, asfalto, pista ciclabile ecc.-  Il suddetto  finanziamento, a seguito della rimodulazione del progetto operata dall’Amministrazione in carica, ha prodotto un taglio da parte della Regione Calabria, di circa 350.000 euro (il 30% in meno)”.“Tutte le richieste di finanziamenti con i relativi progetti e successivi lavori, pianificati dal 2005 e fino al 2013, hanno previsto un utilizzo per la “Vecchia Strada di Caminia” solo ed esclusivamente a fini pedonali e ciclabili – si legge ancora nella nota -. Oggi invece, in modo illegittimo, l’Amministrazione in carica, prima ancora che i lavori siano ultimati,  rendicontati e che sia stato emesso e approvato  il necessario Certificato di Regolare Esecuzione, così per come previsto dal Codice dei Contratti, concede la strada a privati per l’utilizzato a parcheggio. Quello che ci chiediamo quali amministratori che si sono spesi, insieme con altre Istituzioni, Associazioni, semplici cittadini, per ottenere i finanziamenti per recuperare e mettere a disposizione della collettività quest’opera  – conclude Narciso – è per quale motivo l’utilizzo voluto dall’Amministrazione comunale in carica sia in completamente differente da quello per cui i fondi erano stati individuati e destinati?  Così come ci chiediamo secondo quale norma di legge e/o atto l’Amministrazione abbia modificato l’uso di quest’opera? Risposte, queste che si devono prima di tutto ai cittadini, residenti e turisti che frequentano e amano quest’angolo di costa straordinario”.

Crollo bretella nuova SS 106 e situazione della viabilità, cinque interrogativi all’Anas da parte del consigliere provinciale Marco Polimeni

marco polimeniCATANZARO – 27 LUGLIO 2017. “E’ già passato un mese da quando è avvenuto il crollo della bretella della nuova Statale 106 direzione Germaneto, arrecando non pochi disagi agli automobilisti, perlopiù provenienti dal Basso Jonio, che si devono dirigere alla Cittadella regionale, alla Cittadella universitaria piuttosto che in direzione del raccordo autostradale. E’ già passato un anno, invece, da quando prontamente denunciavo, tramite un esposto, imminenti pericoli per quella strada, rimasti puntualmente inascoltati. A quanti incidenti dovremo ancora assistere?”. E’ quanto si chiede il consigliere provinciale Marco Polimeni, riflettendo sulle continue e preoccupanti inadempienze dell’Anas a cui pone cinque interrogativi. “Com'è possibile che assistiamo ancora oggi al crollo di muri o scarpate e ci imbattiamo in gallerie al buio e avvallamenti continui? Com'è possibile – si chiede ancora Polimeni - che ci sia una zona completamente sequestrata (come nel caso sopra citato) e nessuno sa quando verrà ripristinata? Com'è possibile che lo svincolo di Borgia, sempre nello stesso tratto, sia stato rattoppato ripetutamente a seguito di continui crolli? Come mai dopo ben 5 anni la "commissione di collaudo" non ha ancora ritenuto collaudabile la strada, tanto che la stessa rimane percorribile a soli 70km/h? Com'è possibile – scrive ancora Polimeni che la Regione Calabria, pur risultando partecipare all'intervento con un finanziamento del 30% (circa 200mln), non ritenga di dover sollevare obiezioni all'ANAS per il prodotto reso come general contractor? Forse è tutto regolare come dichiarano i vertici dell’Anas – conclude Polimeni - tanto, alla fine, a pagarne le spese, sia economicamente che in termini di servizi, siamo soltanto noi cittadini”.
 
 
 

Severino, esprime soddisfazione per la riuscita della Festa de "L'Unità" a Santa Caterina dello Ionio

severino oliverioNell'esprimere grande soddisfazione per la riuscita della Festa de "L'Unità" a Santa Caterina dello Ionio, voglio ringraziare tutti gli amici di compagni che sono intervenuti e in particolare il Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio. Tutto questo è stato possibile grazie al contributo di tanti giovani e di tutti coloro che, come sempre, con passione, attaccamento in maniera volontaria, hanno lavorato per il buon esito dell'importante manifestazione. Per quel che mi riguarda si è trattato di un altro traguardo conseguito accanto alle tante altre iniziative (sanità, infrastrutture, primarie ecc...) portate avanti nel basso ionio insieme ad altri amministratori e dirigenti del Partito Democratico. Questa è quindi la nostra storia, fatta di presenza, impegno, determinazione e costanza nel tempo. È di buono auspicio, inoltre, che, nel corso del suo intervento, il Presidente Oliverio, nell'esprimere, dopo averlo visitato, apprezzamento e attenzione per il "Centro Storico", si sia impegnato a prendere in seria considerazione l'ipotesi di destinare le risorse finanziarie necessarie per la sua riqualificazione e il suo rilancio ai fini turistici e della riproposizione degli antichi mestieri. Voglio, infine, ringraziare insieme al Presidente Oliverio, anche l'On. Bruno Censore e il dirigente regionale del Partito Democratico, Giovanni Puccio, per l'apprezzamento e la vicinanza espressi nei miei confronti.

Soverato, mercoledì 2 agosto il gran galà di moda “Notti d’Estate”

sfilata di moda 2 agosto 2017Mercoledì 2 agosto 2017 alle 21.30 si terrà il gran galà di moda “Notti d'Estate” a Soverato (Cz). Un evento giunto alla sesta edizione e che per la prima volta si svolgerà sul Lungomare di Soverato, precisamente nel nuovo anfiteatro vista mare.  Un evento organizzato da Tony Iezzi e patrocinato dall'amministrazione Alecci che, con il suo appena fatto waterfront e l'assegnazione della bandiera blu, vuole tornare ad essere il punto di riferimento turistico del comprensorio. A sposare il progetto Maurizio Conati e la sua neonata Associazione Commercianti che da maggio lavora incessantemente nel rilancio economico della città. Il galà sarà condotto da Domenico Milani, noto presentatore televisivo a livello nazionale di programmi Mediaset e Rai ed inoltre già conduttore di Miss Italia, Estival 2016, Fattore Umano e premio Mia Martini. L'argentina Cecilia Rodriguez sarà la madrina d'eccezione della serata, inoltre l'evento sarà arricchito con la presenza dello stilista Claudio Greco e l'intervento musicale di Carlotta, vincitrice del festival Una voce per lo Ionio.A serata inoltrata, il laboratorio orafo di Lea Urzino premierà con una targa personalizzata di riconoscimento il sindaco della città ospitante, Ernesto Alecci, e a Gianluca Mech, proprietario di Tisanoreica e principale sponsor dell'evento.  Ma il vero obiettivo della serata è quello di portare a Soverato una manifestazione all'insegna della musica e la moda con sfilate su un palco che farà da passerella a tante aziende di abbigliamento e accessori di tendenza come CYCLE BAND, MAGIA JUNIOR, OMONIMO, CARPISA e OTTICA IVANUE. Le decorazioni floreali della sfilata in abiti da sposa dell'Atelier CIANCIO SPOSI sono state affidate a FIORIDEA, e le acconciature a DONNA IN. Inoltre, la GIOIELLERIA CIANCIO presenterà in esclusiva un gioiello unico creato per festeggiare i suoi 50 anni attività. “Eventi come quello del 2 agosto, pensati e progettati per il rilancio del territorio, sono un ottima occasione per dimostrare che Soverato sta rinascendo – aggiunge Conati -  e noi come associazione ce la stiamo mettendo tutta per offrire ai cittadini e turisti una esperienza degna del titolo di Perla dello Ionio”.

All’Istituto “De Nobili” spazio aperto alla cultura, presentato il progetto “DeNob’Art”

Suraci Bordino Bruno FrancoCATANZARO – “Progetti del pregio culturale di ‘DeNob’Art’ mi aiutano a sostenere con determinazione e orgoglio che la provincia di Catanzaro vanta un sistema scolastico d’eccellenza e la nostra amministrazione, che ha tecnici di grande professionalità e preparazione, è a disposizione di dirigenti scolastici, docenti, studenti e di tutto il personale della scuola per garantire servizi di qualità. Questa è la mia più grande soddisfazione. Anche perché riusciamo ad ottenere questi risultati nonostante le tante difficoltà che affrontiamo quotidianamente per riaffermare l’indiscutibile valore di un Ente intermedio come la Provincia”. E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, partecipando questa mattina alla presentazione del progetto “DeNob’Art” realizzato dall’Istituto di Istruzione superiore “De Nobili” diretto dal dirigente scolastico Silvana Bordino,  in collaborazione con associazioni locali e con il supporto della Provincia, quindi, mira a realizzare uno spazio espositivo digitale per la tutela e la valorizzazione delle opere della biblioteca dell’istituto scolastico e dell’archivio storico esistente, nonché della promozione dello stesso spazio attraverso mostre di artisti e proiezioni di film documentari realizzati da calabresi, con cadenza mensile. Il “De Nobili” è l’unico della regione Calabria ad essere stato ammesso al bando pubblico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del MIUR risultando assegnatario del finanziamento per l’adeguamento di spazi capaci di ospitare un'aula multimediale aperta al pubblico. Lo scopo del progetto, per come richiesto dal MiBact, è quello di aprire all'esterno una parte del Patrimonio culturale esistente considerando che la scuola è una delle più antiche della città. Attraverso l’operato dei tecnici dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, in particolare del settore Patrimonio ed edilizia scolastica diretto dall’architetto Pantaleone Narciso e coadiuvato dall’ingegnere Antonio Leone, in breve tempo l’Istituto “De Nobili” ha potuto avere  disposizione spazi idonei ad ospitare la sala multimediale e la biblioteca che faranno da cornice a tre mesi di attività a partire dal prossimo 31 luglio. Il programma prevede infatti le visite, previa prenotazione online, e l’apertura al territorio per tre mesi, da fine luglio a fine settembre, durante le settimane dedicate alle varie sezioni, anche in orario pomeridiano.  Alla presentazione del progetto, oltre alla dirigente Bordino e al presidente dell’Ente intermedio Bruno, hanno partecipato la professoressa Maria Stella Franco in rappresentanza del direttore scolastico regionale, Diego Bouchè; Eugenio Attanasio, presidente della Cineteca della Calabria ed Edoardo Suraci dell’Associazione Altrove. Le attività come ha spiegato la professoressa Bordino, si distingueranno in tre sezioni affidate al coordinamento di altrettante associazioni “partner”. Nella sezione Biblioteca – referente dell’associazione “Il Borgo”, Lidia Cilurzo- si potrà fruire del ricco patrimonio storico costituito dai registri  risalenti alla fine del 1800 per giungere al secondo Dopoguerra; nella sezione Cinema, curata dalla Cineteca della Calabria, sarà possibile conoscere opere di cineasti calabresi di rilevanza nazionale; nella sezione Arte, affidata all’Associazione “Altrove”, saranno ospitate le opere di alcuni artisti calabresi rappresentativi, antichi e contemporanei. “Uno spazio non solo fisico ma culturale dove i ragazzi potranno fare concretamente percorsi di inserimento nel mondo del lavoro”, ha evidenziato la professoressa Bordino mentre il presidente Bruno ha rimarcato “la rilevanza di una formazione che guarda all’innovazione e alla modernità come opportunità di creare figure professionali nuove e quindi occasioni concrete di lavoro. La scuola deve servire anche a questo – ha detto ancora -. Dobbiamo ringraziare la professoressa Bordino per aver voluto con forza questo progetto che consentirà a tutti di riscoprire un patrimonio di grande valore. Tenete strette e valorizzate le opportunità che nascono da questo progetto che può migliorare il vostro futuro e con voi la nostra regione, la Calabria è nelle vostre mani”.

Ancora un successo alla Summer Arena con Nek. Questa sera arriva la Santeria di Marracash e Guè Pequeno

 MG 7078Ha fatto ancora centro la Summer Arena e con lei la Esse Emme Musica di Maurizio Senese che la gestisce e ne programma gli eventi dal vivo. A Soverato, infatti, dopo gli imperdibili appuntamenti con i Nomadi e con il trio de Il Volo che già avevano registrato risultati importanti, l’area ha accolto con una grande festa l’arrivo in Calabria della tournée di Nek. Osannato dal pubblico, gioioso e numeroso, il cantante, con la sua consueta e straordinaria energia, ha regalato al pubblico le note degli indimenticabili successi dei suoi 25 anni di carriera, fino alle hit degli anni più recenti e ai brani del suo nuovo album che dà il titolo al tour, “Unici”. Non sono mancate infatti Lascia che io sia, Sto con te, Se telefonando, Sei grande, Laura non c’è, Da qui, Se una regola c’è, Almeno stavolta e, ancora, Unici, Fatti avanti amore e Se io non avessi te. La scaletta proposta da Nek anche a Soverato è stata davvero irresistibile per i tanti fan che da anni aspettavano di poter vedere e ascoltare da vicino Filippo Neviani. Lui, disponibile e sensibile come pochi, si è prestato a selfie e foto con alcuni fortunati, non dimenticando l’aspetto più semplice, quello che conquista chiunque, tratto distintivo del cantante di Sassuolo. Insieme a lui, sul palco della Summer Arena c’erano: Emiliano Fantuzzi alla chitarra e alle tastiere, Luciano Galloni a batteria e percussioni, Chicco Gussoni alla chitarra, Lorenzo Poli al basso e synth. All’interno dell’area ricordiamo che prosegue l’attività dell’Avis che con i suoi volontari è presente con uno stand informativo sulle attuali campagne di sensibilizzazione: lo farà anche questa sera, quando a salire sul palco della Summer Arena ci sarà la Santeria di Marracash e Guè Pequeno.

FONTANA (AGIS) SU NOMINA DI CASADONTE ALLA GUIDA DEL POLITEAMA DI CATANZARO: SCELTA SAGGIA E CORAGGIOSA

GIANVITO CASADONTE 2La decisione di affidare a Gianvito Casadonte  la guida del Teatro Politeama di Catanzaro rappresenta una scelta saggia ed al tempo stesso coraggiosa, ma soprattutto indirizzata al rinnovamento. Così Carlo Fontana, presidente dell’AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo e già sovrintendente del Teatro La Scala di Milano, commenta la nomina di Gianvito Casadonte  a sovrintendente della Fondazione PoliteamA. <<Nonostante la giovane età – prosegue Fontana - Casadonte ha maturato nel corso degli anni una significativa esperienza in numerosi ambiti della cultura e dello spettacolo”. Nel ricordare la figura del compianto Mario Foglietti, guida storica del Politeama, il Presidente Agis conclude “augurando al nuovo sovrintendente ed al Teatro un futuro ricco di soddisfazioni, nel segno della qualità culturale che lo stesso, fin dalla sua nascita, ha saputo esprimere

ISCA SULLO JONIO – Conto alla rovescia per “L’Albero di Canto”, domani venerdì 28 luglio e sabato 29 luglio a Isca sullo Jonio”. La XIII edizione con la direzione artistica dell’Associazione Arpa

Alberodi canto2017ISCA SULLO JONIO –  Conto alla rovescia per la XIII edizione de “L’Albero di Canto” che apre i battenti domani a partire dalle 22, e per due giorni – venerdì 28 e sabato 29 luglio – animerà il borgo antico di Isca sullo Ionio doveresidenti e turisti potranno apprezzare gruppi della ricerca etnomusicale calabrese e nazionali di grande qualità, riscoprendo vicoli e piazze del centro storico attraverso un itinerario culturale originale. La manifestazione patrocinata dal Comune di Isca in collaborazione con la Proloco Sanagasi, ha la sapiente direzione artistica dell’associazione Arpa si avvale della partnership dell’Associazione Etnopiano e della sponsorizzazione di Michele Notaro, Costruzioni edili. Lo scopo della manifestazione culturale e quello di riscoprire le voci e i suoni dimenticati attraverso una ricerca storica che si ritrova sulle melodie di tamburi, organetti e zampogne che si intrecciano nella notte magica del borgo. Si parte, quindi, domani il 28 luglio alle ore 22 con lo spettacolo della Residenza etnomusicale giovanile, i giovani musicisti che hanno partecipato alla Residenza etnomusicale curata dall’associazione Arpa, che hanno studiato nel corso dei laboratori del 17,18 e 19 luglio e del 26, 27 e 28 luglio, del repertorio tradizionale calabrese, apriranno la tredicesima edizione de L’Albero di Canto.Alle 23 si esibiranno i “Beddi”, compagnia che ha come mission riproporre e innovare la musica siciliana cercando di renderla attuale, muovendosi tra sonorità antiche e melodie moderne, per gioco e per amore della loro terra d’origine: la Sicilia. I “Beddi” nascono nel luglio del 2005 da un’idea di due giovani artisti di Acireale (Catania). Nascono per caso e per gioco da una costola di un gruppo più numeroso in auge in quel periodo i ‘Na Maravigghia. Da quel momento in poi il gruppo si è trasformato, evoluto, plasmato, affinato ed è cresciuto, sia nel numero dei componenti, sia nella qualità delle proposte musicali eseguite nei concerti dal vivo, sia nella serietà della ricerca musicologica proposta, oggi manifestazione evidente dei lavori discografici incisi.Sabato 29 luglio, alle 22 sarà la volta di Manuela Cricelli in Rosa Balistrieri “L’Ultima cantastorie”. Rosa Balistreri (1927-1990) è stata una delle protagoniste della riscoperta e del rinnovamento delle fonti popolari nella musica italiana negli anni Sessanta e Settanta. Siciliana di Licata, alle spalle una vita familiare e di lavoro eccezionalmente tormentata. Gli anni Settanta sono stati il momento più alto della sua popolarità e sono anche gli anni che la consacrano come una figura di moderna cantastorie, portavoce della sua terra, la Sicilia, e della condizione femminile. Questo spettacolo ha debuttato nel 2013 trovando in Manuela Cricelli una interprete raffinata e profonda, formatasi con la ricerca nel campo della musica popolare e, più specificamente, verso il recupero degli esempi lasciati, negli anni Sessanta e Settanta, dai protagonisti di quello che allora veniva chiamato “folk revival”. Alle ore 23 tocca a Giuseppe “Spedino” Moffa e Co.mpari, vale a dire i musicisti che da sempre collaborano con Spedino. I nomi sono cambiati, le formazioni si alternano ma il forte legame che li lega a Spedino fa sì che non siano solo musicisti ma veri co.mpari di avventura e di vita. Con loro Giuseppe Moffa allestisce lo spettacolo musicale della sua musica, quella che unisce il ricercatore di musica popolare al cantautore. Per le vie del borgo, stand gastronomici, editoriali e artigianali e tanta animazione, venerdì 28 luglio con gli “Scunchiuruti on the road” e il 29 luglio con la “Tilly Jazz Band”

Soverato, domani presentazione sagra del Pesce azzurro

 soveratomare2014Domani 28 luglio alle  ore 18:00 presso sala giunta comune di Soverato presentazione evento : Sagra del pesce azzurro"  che si svolgerà sul lungomare di Soverato giorno 4 agosto. La manifestazione riprende un'antica tradizione marinara. Alla manifestazione parteciperà il Sindaco di Soverato e il Presidente della Cooperativa Pescatori.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa