all
Menu

Badolato, quattro auto in fiamme nella notte

foto vvf incdendio12018 ca446In fiamme 4 auto questa notte su via Nazionale a Badolato Marina. Le autovetture coinvolte sono una Smart una Lancia Delta una Fiat Stilo ed una Lancia Prisma. Sul posto per estinguere l’incendio la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Soverato con supporto di autobotte. Tre dei 4 piani dello stabile adiacente al rogo sono stati investiti dalle fiamme e calore. Danneggiate le unità esterne dei condizionatori, tapparelle ed annerimento pareti. Accertamenti sono ora in corso circa l’origine dell’incendio, nessuna ipotesi al momento viene esclusa.

Acquisti Verdi: le ARPA di Calabria e Basilicata fanno squadra

unnamedSi è conclusa il 13 dicembre nella sede Arpab di Matera la due giorni di formazione di base sul GPP (Green Public Procurement- letteralmente acquisti verdi della pubblica amministrazione), la prima delle quali si è svolta nella sede centrale di Potenza. Il seminario, organizzato in sinergia tra Arpacal e Arpab, è stato rivolto a dirigenti e funzionari della vicina Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata ed è stato tenuto dal personale di Arpacal. L’attività formativa rientra nel quadro della convenzione sottoscritta nel 2018 dal Commissario Arpacal, avv. Maria Francesca Gatto, e dal Direttore Arpab, dr. Edmondo Iannicelli e fortemente voluta da quest’ultimo per realizzare lo scambio di competenze in materia di GPP e per l’adozione di un Sistema di gestione degli acquisti sostenibili in ARPAB. L’attività, che proseguirà per tutto il 2019, prevede, oltre alla formazione, il supporto tecnico per la definizione del Piano d’azione triennale per il GPP di Arpab ed il trasferimento delle buone prassi realizzate da Arpa Calabria. “Ci gratifica molto -ha dichiarato a margine il Commissario Arpacal - che la nostra esperienza possa rappresentare un rifermento per altre Agenzie e ancor più che a beneficiarne siano le Agenzie a noi anche geograficamente più vicine. Il confronto con il collega Iannicelli è da sempre molto proficuo e costruttivo su tutti i temi ambientali che rientrano tra le competenze delle ARPA oltre che sugli aspetti organizzativi e gestionali della loro governance e la collaborazione sugli acquisti verdi non fa che rafforzare tali sinergie”. “Il successo dell’intesa con Arpacal – ha dichiarato il Direttore Generale dell’Arpab – si aggiunge ai risultati che l’Agenzia Regionale per l’Ambiente della Basilicata ha conseguito in termini di rilancio e affermazione del proprio ruolo sul territorio regionale e a livello nazionale. La collaborazione tra le Agenzie contribuisce allo scambio delle conoscenze e alla crescita sinergica del Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell’Ambiente.”

Il celebre pianista Claudio Cojaniz al Room 21 di Soverato

CLAUDIO COJANIZ pianosoloVenerdì 21 Dicembre 2018 al Room 21 Speakeasy di Soverato alle ore 21:30 eccezionale appuntamento con un pianista e compositore protagonista da oltre trent’anni della scena jazzistica italiana e non solo: Claudio Cojaniz – pianosolo in "BLACKSTRIDEPIANO". Il celebre pianista ci regalerà un viaggio nelle musiche di Thelonious Monk e di Duke Ellington, tra blues e songs reinterpretati nello stile "stride". Cojaniz, classe 1952, dopo gli studi accademici, svolge un’ampia attività di compositore: ottiene anche l’”Irino Prize” in Giappone nel 1990, 1° premio composizione con Spheres per la grande orchestra nazionale di Tokyo. Scrive musica per film e per la TV (collabora a Mixer-Rai 2 e altro) musiche raccolte in Ypnosisetnomuzik – Fonit Cetra 1992. Forma il trio con G. Maier al contrabbasso e U. T. Gandhi alla batteria registrando Hasta Siempre – Cmc rcds - 1993. Nel 1995 si aggiunge G. Schiaffini al trombone (Alea – Splasch records), con cui registrerà nel 2005 War Orphans – Caligola rcds, dedicato alla musica di Ornette Coleman. Ha fondato (produzione Eu-Ritmica di Udine) la N.I.O.N. Orchestra (Not In Our Name) con Cuong Vu alla tromba, registrando il CD HOWL – Caligola rcds 2010). La NION ha in seguito ospitato Alexander Balanescu al violino. Ha registrato il CD The Heart of the Universe in Trio, con A. Turchet (CB) e L. Colussi (BATT) e Shadows of colours, composizione in 9 parti, per Organo, nella Basilica dei Frari di Venezia, (CD Caligola rc ds) - 2010. Ha fondato la Red Devils Orchestra (19 musicisti) e registrato il CD Carmen: the land of dances (Kappavu edit. Ud.) - 2012. Ha registrato Blue Africa, tratto da soggetti musicali del Botswana, Zimbabwe, Ghana, South Africa, etc. in duo con Franco Feruglio al contrabbasso (CD Caligola Rec ords – 2013), la raccolta Stride vol.1 vol.2 vol.3 al piano solo (CD Caligola - dedicati i classici del jazz). Ha tenuto un concerto con il COJ Trio al palazzo del Quirinale, per i Concerti del Quirinale, domenica 7 febbraio 2016. Ha formato un sodalizio con Alexander Balanescu (Violino) e Arto Tuncboyacyan (Voce e percussioni) fondando il sestetto ARMENIAN DREAM band. Con Balanescu e l’ottetto COJ & Second Time ha registrato il DVD “SISONG” al festival di Roccella Jazz 2016. Ha registrato il CD SONGS FOR AFRICA (per conto dell’associazione Time For Africa – 2017) e il CD MOLINEDDU con il quartetto tratto dal Second Time: Alex Turchet, contrabbasso – Luca Grizzo, percussioni e voce – Luca Colussi, batteria – (2018). Al Roccella Jazz del 2018 ha presentato un tributo originale a Lennie Tristano LENNIE’S SONG in duo con A. Balanescu al violino. È stato invitato a tenere due concerti nel settembre del 2018 al City of Asylum di Pittsburgh (Pennsylvanya – USA) per l’annuale festival Jazz & Poetry. L’occasione di ascoltare un concerto così raffinato nell’atmosfera retrò del jazz club situato nel cuore di Soverato è prestigiosa ed imperdibile, per appassionati di jazz e non solo, che potranno lasciarsi trasportare dalle note sorseggiando cocktail originali, distillati, vini e birre di assoluta qualità accompagnati da succulenti piatti frutto di una continua ricerca e selezione di prodotti. Il concerto si svolgerà alle 21:30, l’ingresso è gratuito, vivamente consigliata la prenotazione.

Internazionalizzazione delle Pmi, Rossi alla Farnesina per un focus sul mercato russo

farnesina3 rossi distefanoIl Presidente della CCIAA di Catanzaro ha partecipato all’incontro promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Daniele Rossi ha partecipato, al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ad un altro seminario di approfondimento sul tema dell’internazionalizzazione e delle opportunità per le imprese italiane. Alla presenza del ministro Enzo Moavero Milanesi, del sottosegretario Manlio Di Stefano, del ministro dell’Industria e del Commercio russo Denis Valentinovich Manturov, del vice-presidente della Camera di Commercio e dell’Industria della Federazione Russa Dmitry Nikolaevich Kurochkin e di Carlo Robiglio, presidente nazionale di Piccola Industria Confindustria, l’incontro ha avuto come oggetto i rapporti commerciali tra Italia e Russia. All’evento hanno partecipato con la propria testimonianza imprenditoriale grandi gruppi come Enel, Avio, Telecom, Intesa San Paolo e diverse aziende russe che operano in Italia. Come ormai ripeto da tempo, la sfida che le imprese italiane, soprattutto quelle calabresi, devono riuscire a cogliere riguarda la presenza, forte e strutturata, sui mercati esteri - ha spiegato Rossi al rientro a Catanzaro -. Ci sono settori in cui il made in Italy ha un valore aggiunto considerevole: in questi settori, la Calabria, è assolutamente in grado di dire la sua e di farlo con particolari capacità, riconosciute e apprezzate dagli stessi mercati esteri. Proprio pochi giorni fa abbiamo ospitato tre buyer coreani i quali sono rimasti piacevolmente colpiti dalla qualità e dalla varietà dei prodotti e delle produzioni, oggi ho avuto modo di conoscere più direttamente le opportunità offerte dal mercato russo: queste occasioni di confronto e di conoscenza reciproca sono la base su cui costruire relazioni commerciali capaci di fare la differenza tra sviluppo e recessione. Conto di mettere a frutto questa esperienza per aiutare le imprese a farsi trovare pronte per approdare sui mercati esteri: l’azione della Camera di Commercio di Catanzaro sarà fortemente concentrata su questo aspetto.

Denunciato un 42enne per smaltimento illecito di rifiuti

Polizia auto 1Personale del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme, nel corso delle attività di intensificazione dei servizi di vigilanza e controllo del territorio, in occasione anche delle prossime festività, predisposti dal Questore di Catanzaro, dr.ssa Amalia Di Ruocco, ha denunciato B.D. di etnia Rom di anni 42, per smaltimento illecito di rifiuti.
Infatti nel corso dell’attività info-investigativa svolta, si era appreso che nella periferia lametina vi era un’area recintata in cui venivano raccolti, senza alcuna autorizzazione, rifiuti ferrosi, che poi venivano smaltiti illecitamente.
La Squadra di P.G. del Commissariato riusciva, dopo accurata indagine, ad individuare l’esatta zona in cui venivano convogliati i rifiuti, riuscendo anche ad accertarne i dati catastali e l’effettiva proprietà.
I Poliziotti, sul posto, trovavano all’interno dell’area, delimitata da muri di cinta e chiusa con un cancello scorrevole, sette persone di etnia rom e un ammasso di rifiuti ferrosi, profilati metallici e griglie in ferro, carcasse di elettrodomestici e una “pesa” per veicoli, evidentemente utilizzata per pesare i rifiuti.
La Polizia accertava che i rifiuti rinvenuti erano accatastati alla rinfusa, senza alcuna autorizzazione e senza la predisposizione delle cautele previste dalla normativa, per cui si procedeva a porre sotto sequestro l’area ed i rifiuti, per impedire la protrazione degli effetti della condotta illecita, trattandosi di sostanze potenzialmente dannose per la salute e si denunciava alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme B.D., del 1976, con precedenti specifici, che risultava essere colui che aveva la materiale disponibilità dei rifiuti e dell’area, formalmente intestata alla moglie.
L’Autorità Giudiziaria ha convalidato il sequestro preventivo.

Festa di Natale Volley S3: al palagiovino di Catanzaro con Melissa Donà

Melissa DonàDomenica 23 dicembre al Palagiovino di Catanzaro si svolgerà la Festa di Natale dedicata ai mini atleti del Volley S3. L’evento organizzato da Decatlon Catanzaro con l’ausilio di Antonio Stella (coordinatore tecnico della Joy Volley) e dalla società Volleyball Lamezia rientra nel circuito “Ricominciamo dal Volley S3” del Comitato Territoriale Fipav Calabria Centro. L’inizio della manifestazione è previsto per le ore 10 e si potranno ammirare i mini atleti che le società iscritte schiereranno in campo e si sfideranno in tante partite. Unico obiettivo: il divertimento!
La Festa di Natale Volley S3 sta diventando anno dopo anno un appuntamento imperdibile per i mini atleti e per le loro famiglie. In questa tappa ci sarà la possibilità di giocare, chiedere suggerimenti, scoprire i segreti della Campionessa d’Italia 2017 Melissa DONA’.
Il tutto inizierà alle ore 10:00 e terminerà alle 12:30 Ogni società può procedere, fino a mercoledì 19 dicembre, all’iscrizione fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il torneo sarà suddiviso in tutte le categorie del Volley S3, White, Green e Red. Al termine della manifestazione ci sarà la foto di rito e una sorpresa per tutti i mini atleti e società partecipanti.

Pensiero religioso e laico nel tempo, giovedì 20 un seminario all’Aula “Sancti Petri” organizzata da “50&Più” Catanzaro

Pensiero religioso e laico nel tempoCATANZARO – “Per comprendere cosa si intende per ‘laicità positiva’ credo basti, ancora una volta, andare all’etimologia della parola laico, da làos (popolo). Si tratta di quello spazio sano, positivo e propositivo di confronto, dialogo, ambito in cui affrontare i conflitti. La città dell’uomo è laica, governata dal popolo”. Laicità è un concetto che diventerà sempre più comune sulla spinta della secolarizzazione della società, come evidenzia il filosofo Massimo Cacciari? Oppure, richiamando Pippa Norris davvero “Le religioni sono destinate a perdere la loro funzione a favore di efficaci istituzioni moderne in grado di soddisfare i bisogni umani in particolare nel campo educativo e in quello dei servizi sociali”. Riflessioni che dimostrano l’attualità del seminario organizzato dall’associazione “50&Più” Catanzaro, presieduta da Pina Belardinelli, sul tema “Pensiero religioso e laico nel tempo dell’Uomo e della Donna”. L’appuntamento con il seminario che sarà introdotto dalla presidente Belardinelli, che è anche consigliera nazionale di 50&Più, è per giovedì 20 dicembre alle 17 nell’Aula Sancti Petri”. A relazionare sul tema “Cittadini del tempo, cercatori di eterno” sarà don Francesco Brancaccio, docente di Teologia dell’Istituto teologico di Cosenza e Catanzaro, e il dottor Salvatore Toti Licata, sociologo, criminologo e formatore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca che relazionerà sul tema “Tempo: eterno passeggero. L’Essere umano qui e ora”.

Operazione Lande Desolate, dichiarazione Fausto Orsomarso (FDI)

orsomarsoDi seguito una dichiarazione del capogruppo del gruppo misto in Consiglio regionale, Fausto Orsomarso, di Fratelli d'Italia:
"Ho letto con attenzione i contenuti dell’inchiesta che ha coinvolto il presidente Oliverio, il sindaco di Pedace e alcuni funzionari e dirigenti della Regione Calabria. Un’inchiesta che porta all’applicazione di una misura cautelare nei confronti del presidente della Regione è un trauma molto forte per la vita istituzionale e merita valutazioni che non siano superficiali e frettolose, né improntate alla mera strumentalizzazione politica. Ho letto tante dichiarazioni a caldo da parte di esponenti politici, rappresentanti del mondo dell’informazione, semplici cittadini. Dichiarazioni che, come avviene in questi casi, sono per lo più politicamente corrette, e affermano il valore del garantismo. Ma oggi credo non abbia più senso il gioco delle parti, né il messaggio d’ufficio con cui ciascuno sente il dovere di lasciare una testimonianza. Ancor meno valgono gli atteggiamenti dei sacerdoti della presunta superiorità morale, che pure in altre occasioni abbiamo scoperto meno garantisti di quanto oggi appaiono anche con alcuni assordanti silenzi. La mia posizione l’ho espressa sempre in questi anni in Consiglio regionale, quando ho più volte ricordato che in questo sistema si avvertiva e si avverte il rischio di diventare tutti direttamente o indirettamente “‘ndranghetisti a strascico”. Per questo concordo con chi, come il direttore del Corriere della Calabria Pollichieni, sottolinea che non ci si può esimere da un serio dibattito politico istituzionale. Spero che il presidente Oliverio, per il ruolo istituzionale che riveste, possa spiegare la sua posizione, nel pieno rispetto del ruolo della magistratura e soprattutto utilizzando toni equilibrati, in modo da favorire la chiarezza nei confronti dei cittadini. Sono anche certo che a parti invertite oggi avremmo assistito a dichiarazioni roboanti di alcuni sindacati e partiti politici con le richieste di dimissioni. Ma sarebbero ora un finto alibi per tutti le colpe di Oliverio, fermo restando il giudizio di assoluta inadeguatezza e la contestazione delle gravi responsabilità che su più versanti hanno portato al fallimento della sua azione di governo. La Calabria ha toccato il fondo e deve rialzarsi, ma sta alla politica non commettere più gli errori del passato e non nascondersi dietro colpevoli sottovalutazioni. Ad Oliverio, con una maggioranza sempre più risicata, e all’intero Consiglio regionale credo tocchi invece una valutazione politica che, prescindendo dai fatti giudiziari, possa prevedere la fine di una legislatura iniziata male e che rischia di finire peggio".

Consegnato il riconoscimento al dott. Giuseppe Raiola, “Primario di Bontà”

Lions Catanzaro Host“Al Dr. Giuseppe Raiola, “Primario di Bontà”, che ha sempre profuso tutte le sue energie per tenere alto l’impegno civile e sociale, e per la sua grande umanità verso il prossimo”: questa la speciale motivazione con la quale è stata consegnata al dott. Raiola il “Premio Speciale Targa Lions”. La cerimonia si è svolta negli scorsi giorni all’Hotel Guglielmo, in occasione della Charter del Lions Catanzaro Host. Come consuetudine, il Club cittadino ogni anno attribuisce, a personalità catanzaresi che si sono distinte per il prestigio professionale, l’ambìto riconoscimento. Per questa edizione, il Consiglio Direttivo e i Soci all’unanimità hanno deciso di consegnare l’importante targa proprio all’attuale Presidente del Lions Catanzaro Host. Il premio è stato consegnato al dott. Raiola dal Past President , dott. Antonio Scarpino, a nome e per conto del Past Governatore del Distretto 108 YA, l’avv. Giuseppe Iannello.

“Vertenza Lsu-Lpu, compromesso al ribasso tra Lega e 5 Stelle”

lsulpu 2L'associazione culturale “Jonio-Tirreno”, nell'esprimere “solidarietà nei confronti dei 4.500 lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità calabresi” giudica come “assolutamente vergognoso l'atteggiamento del Governo nazionale nei confronti dei nostri precari”. “La situazione è ormai chiara - è scritto in una nota. - Appare evidente che la soluzione che si accinge a varare la maggioranza gialloverde è il solito compromesso al ribasso tra Lega e 5 Stelle: nessuna stabilizzazione e qualche proroga annuale, ma non per tutti. Se dovesse, effettivamente, maturare questa decisione (e lo sapremo già domani con gli emendamenti in commissione Bilancio al Senato) ci troveremmo di fronte al clamoroso flop dei nostri parlamentari calabresi grillini, incapaci di difendere gli interessi della loro gente”. Secondo l'associazione culturale “si sta per svelare il grande bluff di un Governo che vuole celebrare matrimoni con i fichi secchi, ovvero promette redditi e pensioni per tutti ma poi non trova pochi milioni di euro da spendere per dare risposte a 4.500 famiglie, a 4.500 lavoratori che da oltre vent'anni tengono in piedi le pubbliche amministrazioni calabresi”. “Ancora più grave - sottolinea la nota - è l'indiscrezione in base alla quale sarebbe stata la Lega a mettersi di traverso per impedire il salvataggio di Lsu ed Lpu. E cosa hanno fatto i deputati e senatori calabresi 5 Stelle per impedirlo? Una domanda che peserà come un macigno sulla coscienza dei parlamentari di maggioranza eletti nella nostra regione, del tutto assenti nella battaglia per l'affermazione dei diritti di chi un piccolo lavoro ce l'ha ma ora rischia di perderlo per sempre”. “Questo dei precari calabresi - conclude l'associazione - è il primo, serio banco di prova che sta testando l'assoluta mancanza di concretezza di un movimento politico che predica a parole la difesa dei più deboli ma ormai razzola completamente a proprio agio nelle stanze del potere”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa