Cordoglio di Wanda Ferro per scomparsa Carlo Mellea
Menu

Cordoglio di Wanda Ferro per scomparsa Carlo Mellea

Mellea e Wanda Ferro 1CATANZARO - Di seguito una dichiarazione dell'on. Wanda Ferro: "Ho appreso con grande commozione la notizia della scomparsa di Carlo Mellea, presidente dell’osservatorio Falcone-Borsellino-Scopelliti. Un uomo che ha fatto della legalità e della lotta alle mafie una ragione di vita, una battaglia condotta quotidianamente con la forza della semplicità e della determinazione. Ho sempre dato adesione e sostegno alle iniziative dell’Osservatorio, di cui Carlo mi ha sempre resa partecipe, da quelle editoriali ai numerosi convegni nei quali è riuscito a coinvolgere importanti personalità della magistratura, della politica, del giornalismo, chiamati soprattutto a trasmettere un messaggio di legalità ai più giovani. La crescita delle nuove generazioni intorno ai valori del rispetto delle regole, della responsabilità, e del rifiuto di ogni forma di illegalità e di sopruso criminale è stata per Carlo Mellea una vera e propria missione, che lo ha portato ad organizzare innumerevoli iniziative nelle scuole, spesso potendo contare soltanto sulle proprie piccole forze e senza il giusto sostegno delle istituzioni. Aveva capito, Carlo Mellea, che occorreva determinare nei giovani una presa di coscienza sui danni provocati dalla presenza mafiosa. Mellea ha lavorato per venticinque anni per realizzare, nel proprio piccolo, una piccola rivolta delle coscienze, che sapesse guidare i cittadini oltre la semplice indignazione per realizzare un fronte comune contro la criminalità insieme alle Forze dell’ordine ed alla magistratura, agli amministratori con la schiena dritta, affinché tutta la società civile calabrese scegliesse la strada del dovere e delle regole. E’ questo l’unico modo, infatti, affinché ci sia un futuro per una terra in cui la malapianta della criminalità soffoca tutte le opportunità per i nostri giovani, che si trovano costretti ad andare via per avere un futuro capace di premiare la competenza, il merito e la voglia di fare. La Calabria intera deve ricordarlo con ammirazione e gratitudine. Rivolgo i miei più affettuosi sentimenti di cordoglio alla cara mamma di Carlo, alla quale era legato da un profondo amore filiale, e a tutti coloro che hanno collaborato in questi anni all’attività dell’Osservatorio”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa