all
Menu

Terminati i lavori per la valorizzazione e messa in sicurezza di "Soverato Antica" (FOTO)

Veduta notturnaRiceviamo e pubblichiamo la nota stampa del sindaco di Soverato, Ernesto Alecci:

Ho il piacere di comunicare alla cittadinanza che da qualche giorno sono terminati i lavori per la valorizzazione e messa in sicurezza del sito archeologico Soverato Antica.
Voglio rivolgere i miei ringraziamenti all’Ass. Daniele Vacca ed al RUP arch. Vincenza Chiaravalloti che hanno utilizzato nel miglior modo possibile i fondi comunitari (circa 250.000 €) messi a disposizione per tale attività.

Tra i lavori effettuati:
 messa in sicurezza di un costone che era a rischio crollo con gravi ripercussioni per tutto il sito archeologico;
 installazione dei pali per l’illuminazione alimentati da pannelli solari che rendono durante le ore notturne il sito archeologico particolarmente suggestivo;
 ripristino e pulizia dei sentieri;
 realizzazione staccionate;
 realizzazione panchine ed aree di sosta;
 realizzazione sito internet www.soveratovecchia.it;
 ripristino strada carrabile per l’accesso all’area archeologica.

Tanti gli interventi tesi a tutelare un patrimonio storico/culturale di grande importanza che potrà da oggi essere oggetto, in sicurezza, di viste guidate.
Chiunque voglia avere informazioni e conoscere la storia di Soverato Antica può collegarsi al sito internet che risulta essere veramente esaustivo e intuitivo nella navigazione (oltre che contenere bellissime immagini).

View the embedded image gallery online at:
http://soveratiamo.com/all?start=14#sigFreeIddc6dc5863b

La Cooperativa Zarapoti in finale allo "SpinUp Award"

“Scilla Startup, SpinUp Award” è il titolo dell’importante e significativa iniziativa che domani giunge al rush finale. Il Progetto Nazionale si pone l’obiettivo di individuare, promuovere, riconoscere e favorire la crescita e il consolidamento delle migliori startup del made in Italy, attraverso una startup competition con gli esperti più accreditati della scena nazionale dell’Innovazione e delle startup.

Domani, nella suggestiva location del Castello Ruffo di Scilla, si scopriranno i nomi dei vincitori. La Cooperativa Zarapoti è in finale nella categoria “Turismo” con il progetto “Zero Barriere” dedicato alla creazione di uno stabilimento balneare per soggetti diversamente abili.

Nella cerimonia conclusiva interverranno personalità del mondo dell’innovazione, docenti delle Università della Calabria e della Sicilia, imprenditori ed esperti.
Oltre ai relativi premi, assegnati dalla giuria tecnica, tutto il pubblico presente parteciperà a assegnerà la preferenza della giuria popolare.

Pugno duro contro il calcio violento, emessi sette provvedimenti di D.A.S.P.O.

Polizia auto 1Sensibile al fenomeno della violenza negli stadi, il Questore di Catanzaro, anche alla luce della Legge n. 146 del 17.10.2014, che ha inasprito le misure a carico di coloro che si rendono responsabili di episodi di violenza in occasione di manifestazioni sportive, ha irrogato ben sette provvedimenti di divieti di accesso allo stadio, per fatti che hanno creato turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica, durante lo svolgimento di due incontri di calcio.

Si tratta di misure necessarie a contenere gli episodi di violenza che purtroppo, soprattutto quando coinvolgono coloro che il calcio lo praticano, amatorialmente o professionalmente, scuotono ancora di più gli animi dei cittadini che vorrebbero solo compiacersi della bellezza del calcio e del tifo pulito.

In occasione dell’incontro di calcio, valevole per il campionato di Prima Categoria - Girone C, Badolato-Bivongi/Pazzano, disputatosi presso lo stadio comunale “Giuseppe La Rocca” di Badolato, il 19.02.2017, una lite per futili motivi, degenerava in rissa, che coinvolgeva, attivamente, anche un calciatore del Bivongi, a causa della quale l’arbitro, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, sospendeva definitivamente l’incontro.

I Carabinieri della Stazione di Badolato, intervenivano per riportare la calma e deferivano i fatti all’Autorità Giudiziaria competente denunciando sei persone per rissa. Contestualmente la vicenda è stata segnalata al Questore che esaminati i fatti, ha condiviso la proposta dei Carabinieri emettendo sei DASPO per la durata di tre, anni due e anni uno, a seconda della gravità dei fatti commessi dai vari protagonisti.

Un’altro provvedimento di D.A.S.P.O., per la durata di anni cinque, inoltre, veniva adottato dal Questore, su segnalazione dei Carabinieri della Stazione di Nocera Terinese, a carico di un calciatore dilettante della squadra del Soverato Davoli, a seguito di proteste avanzate con volgarità ed insolenza nei confronti dell’arbitro, per delle decisioni prese da quest’ultimo, durante lo svolgimento della partita che ne determinavano l’espulsione dal terreno di gioco, in occasione dell’incontro di calcio, valevole per il campionato di Prima Categoria - Girone C, Terina-Soverato Davoli, disputatosi, in data 12.02.2017, presso lo stadio comunale “Marcello De Luca” di Nocera Terinese.

In tale contesto, giova evidenziare che sono stati irrogati, in data 23.03.2017, dal Questore di Potenza, sedici provvedimenti di D.A.S.P.O., per la durata di cinque e tre anni, nei confronti di sedici ultras del Catanzaro, per aver messo in pericolo, con la propria condotta violenta ed antisportiva, l’ordine e la sicurezza pubblica.
Nella circostanza, dopo aver danneggiato alcune auto, si avventavano contro alcuni tesserati ed Agenti di Polizia in servizio di Ordine pubblico, in occasione dell’incontro di calcio Melfi/Catanzaro disputatosi in data 12.3.2017 presso il campo sportivo “A. Valeri” di Melfi (PZ).
I destinatari dei provvedimenti non potranno assistere alle partite di tutte le serie e non potranno neanche avvicinarsi agli stadi nei giorni e nelle ore in cui si disputano le partite.

Come si vede, una misura severa perché i protagonisti hanno avuto comportamenti deprecabili che danno esempi negativi in ambienti frequentati da giovani, che dovrebbero, invece, imparare a vedere lo sport come disciplina e correttezza.

Al via le Giornate FAI di Primavera, alla scoperta del patrimonio conventuale di Catanzaro

IMMAGINE GIORNATE FAI DI PRIMAVERASarà un weekend speciale nel capoluogo calabrese grazie alle Giornate FAI di Primavera, la manifestazione promossa dal Fondo Ambiente Italiano volta a riscoprire i tesori italiani sconosciuti o non adeguatamente valorizzati.
Tema della 25° edizione è “il patrimonio conventuale della città e le sue trasformazioni”.

La delegazione FAI di Catanzaro intende recuperare le memorie del passato facendo rivivere realtà ormai scomparse, quali i numerosi conventi che un tempo popolavano la città. Dall’età medievale all’età moderna, nel capoluogo erano presenti diversi ordini religiosi di cui restano tracce ancora leggibili nella storia urbana della città attraverso un importante e cospicuo patrimonio conventuale, adibito dopo la loro soppressione ad usi civili e militari.
Nell'occasione verranno raccolti fondi a sostegno del FAI che si prefigge la difesa del nostro patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

La visita sarà guidata da numerosi “Apprendisti ciceroni©”, studenti delle scuole di Catanzaro e provincia, che, opportunamente preparati, accompagneranno i visitatori alla riscoperta del nostro patrimonio storico-culturale. Gli istituti coinvolti, per i quali si ringraziano i dirigenti scolastici e i docenti sono: I.C. “Pascoli Aldisio”, Liceo Scientifico “E. Fermi”, I.C. “G. Casalinuovo”, I.C. “Galluppi”, Liceo Classico “P. Galluppi”, Liceo Scientifico “L. Siciliani”, I.C. “Don Milani”, I.T.C. “Grimaldi Pacioli”, Istituto Commercio e Turismo di Botricello, I.C. “G. Sabatini” di Borgia, Liceo Scientifico “A.Guarasci”.

L'artista calabrese Maurizio Carnevali ha creato e donato una stampa originale dedicata all'evento, realizzata in 200 esemplari, che sarà messa in vendita durante le giornate dalla Delegazione FAI Catanzaro e il cui ricavato sarà destinato alla raccolta fondi.
Inoltre, la Cooperativa Nido di Seta di San Floro parteciperà alle giornate con una dimostrazione del processo serico all'interno del Convento di Santa Caterina da Siena, attuale Caserma provinciale della Guardia di Finanza.

Queste le tappe del percorso:
Catanzaro:
-Convento Cappuccini- Chiesa Santa Maria degli Angeli, attuale Caserma Pepe-Bettoja
Le visite saranno possibili soltanto nella giornata del sabato (ore 9,00-13,00 e 16,00-18,00)
Gli Apprendisti ciceroni, oltre ad illustrare le caratteristiche dell’antico convento, rievocheranno la storia degli altri monasteri presenti in città.

-Chiesa del Monte e Convento dei Cappuccini
Si potrà visitare anche la piccola pinacoteca dei frati solo su prenotazione.

-Convento e Collegio dei Gesuiti e Chiesa del Gesù, attuale Convitto Nazionale “P. Galluppi”
Gli Apprendisti ciceroni esporranno la storia dell’ordine dei Gesuiti e del loro Collegio, parleranno dei personaggi illustri che hanno frequentato questo Istituto e rievocheranno gli antichi conventi degli Agostiniani e dei Teatini.

-Convento dei Domenicani - Chiesa del Rosario
-Oratorio del Rosario
-Sacrestia del Rosario: Saranno esposti antichi e preziosi paramenti sacri. Le visite sono riservate esclusivamente agli iscritti FAI.

-Convento Santa Caterina da Siena - attuale Caserma provinciale della Guardia di Finanza
“Soveria Mannelli”
Gli Apprendisti ciceroni ricostruiranno la storia dei numerosi monasteri femminili un tempo presenti in città.
Per rievocare l’antica Arte catanzarese della lavorazione della seta La Cooperativa ” Nido di seta “ di San Floro, che si ringrazia per la partecipazione, farà una breve dimostrazione del processo serico.
Si parlerà, inoltre, dell’attività della Guardia di Finanza e sarà presente l’unità cinofila.

Le visite guidate si svolgeranno: Sabato 25 Marzo (ore 9,00 – 13,00; ore 16.00 -18,00 ) e Domenica 26 Marzo (ore 9,00 – 13,00; ore 16,00 – 18,00).

Soverato:
Orario visite sabato ore 9,00-13,00 e 15,30-18,00/domenica ore 9,00-13,00
-Chiesa del Rosario
-Palazzi Liberty di Corso Umberto I°
-Orto botanico “Santicelli”

Soverato superiore:
-La Pietà del Gagini

Scuola, è on line il bando "Dotazioni tecnologiche"

Cittadella regionale 2È online la versione definitiva, approvata con decreto n. 3148 del 23 marzo scorso, dell'avviso pubblico sulle dotazioni tecnologiche, rivolto a tutti gli istituti scolastici statali della Calabria, finalizzato all’acquisizione di nuovi metodi didattici, laboratori e dotazioni tecnologiche. Lo stanziamento delle risorse ammonta a quasi 9 milioni di euro, afferenti all’asse 11 “istruzione e formazione” del Por Calabria 2014-2020. Il contributo erogabile è pari al 100% delle spese sostenute dalle scuole, fino a un massimo di 60.000 euro. “Con questo bando – ha dichiarato il Presidente della Regione Mario Oliverio – intendiamo rafforzare le competenze di base e digitali degli studenti calabresi, per permettere loro di competere con i coetanei europei.

Un avviso che si inserisce nel quadro delle diverse misure già avviate all’interno del Por 14-20 rivolte al sostegno del sistema della conoscenza. Investire sullo stretto rapporto che, nelle società moderne, sussiste tra saperi e crescita economica, contrastando innanzitutto la povertà educativa dei nostri ragazzi, è per noi una sfida fondamentale”. Le scuole statali calabresi, di ogni ordine e grado, potranno inoltrare le istanze di partecipazione sulla piattaforma informatica appositamente predisposta all’interno della pagina dedicata al bando nel portale CalabriaEuropa. Sarà possibile presentare l’istanza di candidatura nella piattaforma informatica entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del Bando sul Burc.

Come meglio specificato nell’avviso, il file di riepilogo del progetto, firmato digitalmente, essenziale ai fini dell’ammissibilità, potrà essere inoltrato nella piattaforma informatica a partire dal decimo giorno e fino al trentasettesimo giorno a decorrere dalla data di pubblicazione sul bollettino ufficiale. Nello specifico il bando “Dotazioni tecnologiche, aree laboratoriali e sistemi innovativi di apprendimento nelle scuole” è finalizzato alla concessione di contributi per: interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave; piattaforme web e strumenti di apprendimento on-line a supporto della didattica nei percorsi di istruzione e di formazione professionale.

Tutti gli istituti scolastici statali calabresi potranno, quindi, promuovere progetti di innovazione tecnologica. Da un lato potranno programmare investimenti finalizzati all’acquisizione di attrezzature tecnologiche, per esempio dotandosi di sistemi di videoconferenza, di strumenti per dare vita a vere e proprie classi digitali e per allestire laboratori; dall’altro potranno testare l’utilizzo di piattaforme e strumenti innovativi a supporto della didattica frontale o sperimentare sistemi di apprendimento anche al di fuori dell’ambiente scolastico tradizionale. I progetti saranno sottoposti a valutazione dando priorità a quelli presentati da scuole in cui si registrano maggiori disagi e più alta è la dispersione scolastica e poi verranno predisposte le relative graduatorie di merito.

Tutti i dettagli, le modalità operative e i documenti sono disponibili sul portale Calabria Europa nella pagina dedicata al bando, raggiungibile al seguente link:

http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/261/nuovi-metodi-didattici-laboratori-e-dotazioni-tecnologiche-per-le-scuole.html

Settimana mondiale del Glaucoma, l’IAPB di Catanzaro ringrazia le strutture sanitarie

Riceviamo e pubblichiamo:

Secondo alcune stime dell'Organizzazione mondiale della Sanità su un totale di 55 milioni di affetti da Glaucoma al mondo, circa 25 Milioni di essi perdono a causa del peggiorare della malattia la capacità visiva.
Il glaucoma infatti, risulta essere una delle patologie più subdole che possano colpire l'apparato visivo, in quanto non manifesta sintomi eclatanti se non quando i danni e lo stato della malattia sono già invalidanti.

Per questo motivo ogni anno l'IAPB Italia Onlus invita sul territorio Nazionale tutte le sezioni territoriali alla celebrazione della Settimana Mondiale del Glaucoma.

In tale ottica, anche la Sezione di Catanzaro che non manca mai nel dare il suo apporto alla prevenzione della Cecità, ha inteso celebrare questa ricorrenza nei termini e nei modi consoni ad una diffusione su ampia scala sia delle informative sulla patologia che nella realizzazione di screening.

La settimana ha avuto avvio Domenica 12 Marzo presso i centri commerciali della provincia dove il Presidente Luciana Loprete ed il suo Staff sono stati presenti per divulgare l'informativa sulla celebrazione della settimana e sulla patologia del Glaucoma. Azione di sensibilizzazione e divulgazione conclusasi con un seminario informativo .

Per l’intera settimana poi, grazie alla collaborazione immediata, all’efficienza e alla professionalità di tutte le aziende sanitarie del capoluogo ,che hanno accolto con immensa disponibilità la nostra proposta ,è stato concesso alla cittadinanza la possibilità di prenotare check up gratuiti aventi come scopo quello di prevenire l’insorgere della malattia e individuare eventuali pazienti glaucomatosi incosci di esserlo.
Il nostro ringraziamento va dunque alle Az. Ospedaliere "Pugliese-Ciaccio-De Lellis" in persona del Dirigente Generale, Sanitario e di Presidio Panella Giuseppe,nonchè al Primario de Reparto di Oculistica Dott. Massimo Turtoro e la Dott.ssa Angela Turtoro, all'Az. Ospedaliera 'Mater Domini" in persona del Direttore del Centro di Riferimento Regionale di Ipovisione Prof. Vincenzo Scorcia e della Dott.ssa Maria Aloi, e dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro in persona del Dirigente Generale Dott. Giuseppe Perri ,del Direttore del Distretto ASP Catanzaro Lido Maurizio Rocca,del Dott. Maurizio Quattromani e della Dott.ssa Floriana Ranieri , perché soprattutto grazie a tutti loro abbiamo raggiunto ancora una volta l’obiettivo di sensibilizzare e diffondere la cultura e l’importanza della prevenzione nella popolazione.

IL PRESIDENTE IAPB CATANZARO LOPRETE LUCIANA

Valerio Callieri alla Ubik di Catanzaro, appuntamento da non perdere con il vincitore del Premio Calvino

Valerio CallieriLa Ubik di Catanzaro sta confezionando per il suo pubblico un appuntamento speciale dietro l'altro. Il prossimo è uno di quelli assolutamente da non perdere. Le ragioni sono svariate: perché lo scrittore, Valerio Callieri, presenta il suo romanzo di esordio, “Teorema dell'incompletezza”, uscito con Feltrinelli dopo aver vinto il Premio Italo Calvino dedicato ai giovani autori; perché il libro è uno di quelli da leggere, che colpisce per lo stile personale, ironico e denso e perché lo stesso Callieri è già un bel personaggio da esplorare e ascoltare.

Classe 1980, si è laureato all’università La Sapienza con una tesi in Sociologia delle comunicazioni di massa. Ha frequentato la scuola Holden di Torino. Ha fatto il cameriere, lo story-editor, l’analista della stampa, l’autista e l’assistente alla regia sui set cinematografici.

Tante vite che hanno anche dato il loro contributo per scrivere un racconto carico di tensione, conflitti, colpi di scena, intriso del desiderio di ridere e amare.

“Ho impiegato cinque anni per scrivere questo romanzo – afferma Callieri - nato dal bisogno di tirare fuori certe emozioni che mi passavano dentro, oltre che dalla voglia di raccontare la storia con la ‘s’ maiuscola, quella che da sempre mi appassiona.”

Un padre ucciso dopo una rapina, due fratelli, ideologicamente opposti, che si interrogano sull'omicidio e tanti personaggi che ruotano attorno a loro per un’indagine che colpisce dritto al cuore dei nostri ieri e dei nostri domani.
L'evento è da segnare in rubrica: domani, alle ore 18.30. A discutere con Valerio Callieri dell'opera ci sarà il Club Fahrenheit 451.

Chiaravalle Centrale, UILDM: "No a lezioni di moralità sociale da chi non conosce disabilità diretta"

Riceviamo e pubblichiamo la nota del dott. Giovanni Sestito, presidente provinciale UILDM di Chiaravalle Centrale: 

Debbo con grande gioia mia e di tutti i disabili presenti, esprimere un giudizio positivo per la bellissima rappresentazione messa in scena l'altra sera al teatro "IMPERO" di Chiaravalle C.le dal titolo: "La cantata dei giorni pari" de La Bottega del Teatro.

Debbo anche, con profondo dolore e dispiacere, constatare il giudizio poco gradevole e inopportuno, da parte di un signore riguardo l'invito ricevuto dal Direttore Artistico, Lucio Falvo, ad essere ospiti d'onore alle rassegne teatrali. A mio modesto parere, il signore è poco informato in materia legislativa e di diritti verso le persone disabili e oltretutto senza conoscenze di base dei diritti fondamentali dell'uomo, il che la dice lunga sul suo personale pensiero.

Insegno al signore che, il diritto di avere diritti, i quali si manifestano ovunque per uomini, donne e persone di ogni ceto e condizione sociale, non sono di libera interpretazione di chicchessia, ma sono regolati da principi che non lasciano dubbi o ingerenze interpretative da parte di nessun libero detrattore. Stabilire un principio del diritto sfida ogni forma di discriminazione sociale ristabilendo quella parità sostanziale che la carta costituzionale sancisce. Se il signore conoscesse la carta dei principi fondamentali sarebbe anche a conoscenza che la garanzia dei diritti passa attraverso quel principio di uguaglianza sostanziale che la legge statuisce ove c’è una disuguaglianza di fatto, mettendo al centro la dignità delle persone disabili-

La presenza della UILDM con i suoi disabili al teatro "IMPERO" è stato forse il momento più bello per loro, i quali per un momento si sono mimetizzati con l'alta società civile, abbandonando, anche se per una sera, i soliti spazi domiciliari, i quali sembrano "ghetti tristi" e senza colore, per intrufolarsi tra le persone cinti di tutto punto odoranti di chanel.
Il pensiero di chiudere per un attimo le finestre dei centri diurni e aprire quelle del mondo della cultura, in cui tutti i disabili sono liberi di esprimere la loro voglia di vivere, senza ingerenze da parte di chi non è disabile, è quello che sogno per tutti i disabili che spesse volte vengono strumentalizzati per fini personali e da parte di persone che dovrebbero garantire la libertà scelta di ognuno.

Invitare i disabili alle rassegne teatrali e farli godere degli avvenimenti culturali della città chiaravallese non è stato altro che applicazione di un principio sancito dal Decreto del Ministero dei beni culturali n. 239 de 20 aprile 2006, il quale dispone biglietti gratis ai portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore.
Non si è perpetrata nessuna discriminazione. Si è semplicemente traslato un principio sancito da una legge. (A meno che il signore non creda che anche il Decreto Ministeriale sia discriminatorio)

I detrattori della domenica, e dei restanti giorni della settimana, se si sentono così eruditi da sindacare un principio di legge, dovrebbero, quantomeno prima di tutto conoscere le norme che regolano le agevolazioni e l'accesso dei disabili ai luoghi di cultura, e dopo, semmai gli venga chiesto, dare alito al pensiero. E non si tratta neppure di incentivo economico etichettando il disabile come se fosse un pezzente ed accattone, ma di un diritto. Se si pensa quanto affermato dal signore, questa sì che sarebbe pura discriminazione, ed io mi sento profondamente umiliato dal signore e al solo pensiero che la gente possa pensare questo di me. I disabili non sono alla ricerca di incentivi economici, ma di rispetto e pari dignità.

Ho sempre sostenuto che la disabilità non è una materia che si studia sui libri ma è un'esperienza che si vive sulla propria pelle.
Chi pensa che l'integrazione passi per altre vie deve innanzi tutto dimostrare che le vie suggerite siano le più efficaci. Con la presenza al teatro delle persone disabili si è aggiunto un altro tassello importante verso la completa integrazione delle persone disabili in ogni tessuto della società. Basti pensare alla presenza di persone disabili nella "Commissione per le barriere architettoniche" nella "Consulta della Cultura" a capo di "associazioni di volontariato" frutto di anni di sensibilizzazione culturale della UILDM.

Solo ed esclusivamente la UILDM è la promotrice di iniziative verso le persone disabili a 360°: gite turistiche, gite culturali, convegni scientifici, assistenza personalizzata, trasporto a chiamata, valorizzazione delle risorse dei disabili, eliminazione di gran parte delle barriere architettoniche nei locali pubblici, aver portato sul palco a recitare i disabili, aver pubblicato libri scritti da persone disabili.
Inoltre, per quanto riguarda la rampa per l’accesso al palco del teatro, rivendico i meriti della “Commissione per l’eliminazione delle barriere architettoniche” di Chiaravalle C.le e del compianto consigliere Antonio Macrì, e di nessun altro.

Beh, alla luce di quanto comunicato dal saccente signore, lo stesso non ha il benché minimo di conoscenza di quella che è la realtà chiaravallese e lo invito a documentarsi, prima di esternare giudizi che offendono gravemente lo status sociale e morale delle persone disabili. Nessuno si può permettere di influenzare le scelte libere ed arbitrarie delle persone disabili, così com’è stato perpetrato, ed è quantomeno vergognoso costringere alcuni disabili a non presenziare a teatro per soddisfare un ego personale, se non è stalking tale comportamento poco ci manca. La libertà personale è inviolabile e costituzionalmente garantita.

Stando all'esposto del signore allora sarebbe anche discriminatorio il Decreto Ministeriale per l'accesso gratuito a:
anziani over 65, giovani under 18, guide turistiche, interpreti turistici, agli insegnanti, alle comitive di studenti e a tante altre categorie?

La UILDM non accetta lezioni di moralità sociale di persone rappresentanti di una qualsivoglia associazione che non conoscono la disabilità diretta.

Dott. Giovanni Sestito
Presidente Provinciale UILDM di Chiaravalle C.le
(Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

“MA FIno A quando?”, il Teatro Incanto domenica 26 marzo all'Auditorium Casalinuovo

LOCANDINA MA FINO A QUANDODopo lo strepitoso successo della prima al Politeama con la commedia “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo, il Teatro Incanto, diretto da Francesco Passafaro, andrà in scena domenica pomeriggio all'Auditorium Casalinuovo con “MA FIno A quando?”.

Un'opera scritta oltre trent'anni fa da Nino Gemelli, con l'apporto di una serie di sostanziali modifiche al testo originale, sul problema della mafia nel nostro paese.
Lo spettacolo racconta quella parte di Calabria che non vuole piegarsi al pensiero mafioso ma desidera reagire, combattere con le unghie e con i denti.

MA FIno A quando la Calabria dovrà sopportare questa piaga, fino a quando faremo finta che tutto questo non esiste, fino a quando noi tutti saremo schiavi di questi comportamenti che distruggono tutto il bello che la nostra terra ha nella propria natura?

Il Teatro Incanto stupirà nuovamente con una performance diversa dal solito. L'appuntamento è per domenica, 26 marzo, alle ore 18.30, all'Auditorium Casalinuovo.

Il 28 marzo alla Ubik di Catanzaro presentazione del libro dell'Osservatorio "Falcone-Borsellino-Scopelliti"

presentazione libro Osservatorio alla Ubik invitoMartedì 28 marzo alle ore 18 presso la libreria Ubik di Catanzaro Lido si terrà la presentazione del libro "Osservatorio Falcone-Borsellino-Scopelliti, 25 anni tra i ragazzi per la legalità" a cura di Carlo Mellea e Giulia Veltri. Parteciperanno alla presentazione del testo: Avv. On. Arturo Bova (Presidente Commissione anti 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria); dott.ssa Angela Paravati (direttrice Casa Circondariale Siano); On. Wanda Ferro (consigliere regionale); On. Simona Dalla Chiesa; On. Saverio Zavettieri; dott. Vittorio Todaro (già Segretario Generale CGIL Calabria). Presenti ovviamente anche gli autori Carlo Mellea, presidente dell'Osservatorio, e la giornalista Giulia Veltri.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa