all
Menu

Chiaravalle Centrale, mercoledì la presentazione del libro di Anna Macrì “Malamore”

malamorecopertina“Malamore, quando il male marchia il ventre delle donne”. E' il titolo del libro di Anna Macrì che verrà presentato mercoledì 22 novembre alle ore 18 presso Palazzo Staglianò, a Chiaravalle Centrale. Una manifestazione su un tema di stringente attualità, promossa dalla Consulta comunale della Cultura, in collaborazione con l'associazione “Astarte” e il patrocinio della locale amministrazione comunale. Il programma prevede i saluti introduttivi del sindaco, Domenico Donato, dell'assessore comunale alla Cultura, Pina Rizzo, e della componente del direttivo della Consulta della Cultura Maria Patrizia Sanzo. Dialogheranno con l'autrice Amalia Talarico, segretaria regionale Sunas Calabria, Charlie Barnao, docente di Sociologia generale e Sociologia della sopravvivenza presso l'Umg di Catanzaro, Alessia Bausone, giurista esperta in diritti delle donne e pari opportunità, Maria Grazia Muri, presidente Astarte e vice presidente dell'Ordine degli assistenti sociali della Calabria. I lavori saranno moderati dalla giornalista Terri Boemi. Malamore è un libro sofferto, è un j’accuse crudo e asciutto. L’autrice parla di donne. Donne che pagano prezzi salati, donne che soccombono, donne che diventano carnefici. Donne che, comunque, andranno per il mondo marchiate dal male di una società che le vuole sottomesse, inquadrate in cliché conformati e che, nella migliore delle ipotesi, emargina. Quando non le fa fuori...

Anche allo Stadio Ceravolo a Scuola di Legalità con la Polizia di Stato

cz cs scuoleDomenica 19 novembre in occasione della partita di calcio Catanzaro-Cosenza i dirigenti delle due squadre hanno voluto che si stringesse una specie di gemellaggio tra studenti delle 3° medie di Cosenza e loro coetanei di Catanzaro. Il Presidente Noto ha chiesto al Questore se fosse stato possibile che i ragazzi, circa 100, assistessero alla partita insieme, tifando, in amicizia, ognuno per la propria squadra.
Il Questore, d.ssa Amalia Di Ruocco, ha accettato con entusiasmo l’idea ed ha alzato il tiro. Poliziotti della Questura, già impegnati nel progetto di Educazione alla Legalità per l’anno scolastico in corso, sono stati insieme agli studenti fin dal loro incontro al Museo MUSMI. Al termine della visita si sono portati allo Stadio. Prima dell’inizio della partita, gli studenti di Cosenza insieme ai loro amici di Catanzaro, all’interno del Teatro dell’Istituto Minorile di viale Paglia, gentilmente messo a disposizione dal Direttore, dott. Pellegrino, hanno parlato con i poliziotti di “Rispetto delle regole” nella vita ed in particolare nello sport.
Alle ore 14,30 insieme si sono trasferiti nella Tribuna Est dello stadio ed hanno assistito alla partita. Al termine del match, vinto come si sa dal Catanzaro per 2 a 1, dopo qualche insistenza due ragazze, tifose delle due squadre, hanno accettato di stringersi la mano e scambiarsi le sciarpe. Intanto continuano gli interventi del personale della Polizia di Stato presso le scuole di ogni ordine e grado della provincia che ne hanno fatto richiesta per parlare di regole in ogni settore della vita secondo un calendario di incontri che si prolungherà per tutto l’anno scolastico. In una scuola di Lamezia Terme, mentre era in corso un incontro sul bullismo, i poliziotti hanno avuto tra i banchi anche Ispettori ministeriali del Gruppo di valutazione del MIUR che si sono complimentati con gli operatori per l’iniziativa e per la preparazione ribadendo l’importanza per gli alunni di sentire la Polizia vicina a loro.

Soverato, “Orange the Soroptimist world”

violenza donne soverato convegnoI Club Soroptimist operanti in Calabria hanno aderito all’ iniziativa “Orange the Soroptimist world” che prevede 16 giorni di attivismo nell’ambito della campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere. L’iniziativa internazionale, promossa dalle Nazioni Unite (“Orange the World”), è finalizzata a coinvolgere l’opinione pubblica sull'importante tema della prevenzione e del contrasto della violenza sulle donne. In particolare, il 25 novembre, giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, segna l’inizio di questo periodo che si concluderà il 10 dicembre ed in cui sarà utilizzato il colore arancione per evidenziare sia l’indignazione verso la violenza sia la speranza in un futuro migliore.
Nell'ambito di tali iniziative, i Club Soroptimist operanti in Calabria (Catanzaro, Cosenza, Lamezia Terme, Palmi , Reggio Calabria, Soverato) collocheranno nel salone di ingresso della Cittadella Regionale delle sagome di colore arancione, raffiguranti delle donne, per simboleggiare la rinascita delle “presenze silenziose” ossia le donne vittime di violenza. La presentazione dell'iniziativa, giovedì 23 novembre ore 11, saletta immediatamente in destra all'ingresso, sarà effettuata alla presenza della Consigliera Regionale di parità Tonia Stumpo.
Inoltre il Soroptimist International Club Soverato, in collaborazione con il Comune di Soverato, illuminerà di arancione la facciata del Palazzo di Città, che rappresenta il simbolo di tutta la comunità. In aggiunta sarà effettuata una campagna di sensibilizzazione sull’iniziativa , chiedendo ai negozianti, a dirigenti scolastici, e ai responsabili dei vari uffici pubblici di esporre una locandina arancione contenete i temi di ORANGE THE WORLD.

All'indomani del derby i ringraziamenti del presidente Noto

NotoCATANZARO  - Archiviato il derby con il Cosenza, il giorno dopo è tempo di riflessioni e ringraziamenti per il presidente Floriano Noto che ha vissuto una domenica ricca di emozioni. A cominciare dal mattino quando si è concretizzata la sua idea di far vivere a due scolaresche, una di Cosenza e l’altra di Catanzaro, i veri valori dello sport prima socializzando e poi assistendo, fianco a fianco, alla partita. “Devo dire un grazie innanzitutto ai ragazzi che hanno partecipato con grande senso di maturità a questa iniziativa. Poi ai dirigenti scolastici e ai docenti che si sono messi a disposizione e hanno preparato i propri allievi a vivere con rispetto reciproco questo particolare momento di aggregazione. E se tutto è andato come previsto – ha detto il presidente - lo si deve anche a chi ci ha dato una mano: dalle aziende Simet e Serratore che hanno messo a disposizione gli autobus per il trasporto degli alunni, a Pierluigi Monteverdi che ha offerto i prodotti del Mc Donald’s per il pranzo. E, ancora, al presidente della Provincia Enzo Bruno che ha aperto gratuitamente le porte del Musmi, alle guide turistiche Mario Mauro e Manuela Valentino che hanno fatto scoprire ai piccoli visitatori le bellezze del museo e al Questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco, che ha voluto organizzare un’interessante lezione sulla legalità”. Ma un grazie il presidente lo rivolge anche agli impareggiabili tifosi del Catanzaro, in particolare agli Ultras, che hanno inscenato una straordinaria coreografia che ha emozionato tutti i presenti. “Sapevo che i ragazzi della “Capraro” avrebbero preparato qualcosa di particolare. Ma quando la curva si è colorata di giallorosso e si è materializzata la bellissima frase che hanno scritto, accompagnata dalle immagini di alcuni momenti storici vissuti dalla nostra gloriosa società, sono stato pervaso da un senso di vero orgoglio. Orgoglio che, in campo – ha proseguito - ha messo anche la squadra. Tutti i ragazzi, spronati da un tifo continuo, hanno dato il massimo per vincere questa sfida così sentita che, speriamo, sia foriera di nuovi successi in un campionato difficile e lungo com’è quello che stiamo disputando. Dispiace solo per qualche atto di intemperanza che nulla a che vedere con la vera tifoseria del Catanzaro, calorosa e passionale come poche altre”.

Squillace, Tribunale del Lavoro dichiara antisindacalità della condotta del Comune

municipio squillace 3SQUILLACE - Il Tribunale di Catanzaro, sezione Lavoro, con proprio decreto del 16/11/2017, ha dichiarato la antisindacalità della condotta del comune di Squillace per aver omesso di convocare le organizzazioni sindacali abilitate per la sottoscrizione del contratto collettivo decentrato definitivo relativo agli anni 2015 e 2016, e per aver omesso di avviare le trattative relativamente a quello relativo all’anno 2017. Lo rendono noto la Cgil e la Cisl Funzione pubblica provinciali di Catanzaro. Come si legge in una nota, tale risultato conferma la correttezza della linea impostata dal sindacato che dal novembre dello scorso anno chiede con insistenza la convocazione del tavolo per la stipula definitiva e per quello corrente. L’amministrazione, nonostante i vari solleciti dei rappresentanti dei lavoratori, la convocazione dell’assemblea del personale e la proclamazione dello stato di agitazione, ha sempre fatto orecchie da mercante ritenendo di poter attuare nei confronti dei soggetti sindacali e dei dipendenti del comune un atteggiamento irrispettoso e di sufficienza e di mancato rispetto delle regole per il giusto riconoscimento del salario accessorio. Da un’attenta lettura del decreto del Tribunale si evince che le prerogative del sindacato risultano essere state lese, con effetti che sono ancora evidenti e presenti, dal comportamento dell’amministrazione comunale nel non dare seguito alle richieste di parte sindacale ed anche alla mancata partecipazione alla procedura di raffreddamento del conflitto attivata presso la Prefettura di Catanzaro. A questo punto, dicono i sindacati, si attende la convocazione del tavolo per come ordinato dal Tribunale.

Carmela Commodaro

Catanzaro Calcio, è un dolce dopo-derby. È l'occasione giusta per il rilancio?

cz cs 2 1CATANZARO - Non si assorbe l’eco del Derby di Calabria andato in scena ieri pomeriggio sul ‘palco scenico’ del “Nicola Ceravolo”; a Catanzaro c'è entusiasmo da vendere mentre a Cosenza è caccia al colpevole e numerosi ‘processi’ sono in attesa di verdetto finale. Il campo ha dato ragione ai giallorossi del condottiero Davide Dionigi, raggiante nel post-gara: “Ogni allenatore vorrebbe avere una squadra come lo è stata la mia in questa gara. Sono felicissimo per la prestazione, siamo stati perfetti in ogni situazione e abbiamo mostrato la cattiveria agonistica che avevo chiesto” ha affermato il tecnico modenese del Catanzaro, che gongola per aver regalato al popolo giallorosso non solo una vittoria che ha spazzato la delusione per il derby perso malamente lo scorso anno, ma anche, e soprattutto, una nuova convinzione, ossia che forse potrebbe essere la svolta della stagione. Nordi e compagni hanno infatti fatto divertire tutti i tifosi delle ‘Aquile’, sia quelli presenti allo stadio, sia chi ha visto la partita al PC, offrendo un ottimo gioco corale e l’agonismo che ogni appassionato di calcio e sostenitore di una qualsiasi squadra vuole . Nella città dei Tre Colli ci si chiede: “E se il Catanzaro giocasse sempre così? Dove può arrivare?” . Oggettivamente è molto improbabile che si possa ripetere per tutte le prossime partite la stessa bella performance di ieri pomeriggio, per lo meno ci si può auspicare che Letizia e soci abbiano acquisito una nuova mentalità che, questo si, potrà aiutarli nel prosieguo stagionale. Poi come si dice, “il pallone è rotondo” e ogni partita ha una storia a sè, se poi aggiungiamo nel ‘calderone’ che la Serie C, in particolare questa Serie C, è assai imprevedibile, allora possiamo tranquillamente affermare che il Catanzaro è pronto a fare la sua parte e rilanciarsi più in alto. Non possiamo sapere quanto, ma senza dubbio il derby vinto ieri può, e deve, fungere da molla per i giallorossi. Lo chiede un popolo, una tifoseria che, ancora una volta, ha shockato tutti per la stupenda coreografia messa in atto all'ingresso delle squadre in campo, confermando (se mai ce ne fosse bisogno) di ambire a ben altri palcoscenici rispetto a tornei di terza serie. Ma procediamo per gradi, forse tra qualche anno ci sarà anche questo , intanto il campionato prosegue e sabato sera la compagine del presidente Noto è attesa dalla difficile trasferta a Siracusa; da domani riprenderanno gli allenamenti, nel frattempo la squadra si sta godendo i meritati festeggiamenti post-derby. Non fermarti, Catanzaro!

Francesco Gioffrè

Foto USCATANZARO1929_RomanaMonteverde)

Soverato, saranno sette i delegati al 2° Congresso Nazionale di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale

Congresso regionale FdI AN Lamezia TermeSaranno sette i delegati di Soverato e del comprensorio, a partecipare al 2° Congresso Nazionale di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale che si svolgerà a Trieste il 2 e 3 dicembre prossimo. La delegazione del Circolo di Soverato sarà composta da Giovanni Battista Marrapodi, Ilia Andrea e Francesco Riccio, mentre i rappresentanti degli altri centri del basso jonio Soveratese per il partito di Giorgia Meloni, saranno: Antonio Corasaniti (Davoli), Giuseppe Grande (Montepaone), Giuseppe De Leo e Giuseppe Sestito (Chiaravalle Centrale). La lunga militanza a destra, hanno costituito valori inestinguibili e patrimonio politico inestimabile per questa nutrita deputazione che si recherà in quel di Trieste nella prima settimana del mese di dicembre. Proprio in vista dell’appuntamento congressuale triestino del partito di Giorgia Meloni, occorre evidenziare, la grande soddisfazione e l’apprezzamento espresso dagli iscritti al Circolo di Soverato nei confronti del Coordinatore Provinciale della provincia di Catanzaro, Rosario Aversa, per essere riuscito a distribuire con grande equilibrio tale delegazione sul territorio provinciale nel pieno rispetto di tutte le sue realtà territoriali.

Lamezia Terme, giornata formativa dedicata all’Appropriatezza prescrittiva negli esami ecografici

Egografo Radiologia Ospedale LameziaCatanzaro – L’”Appropriatezza prescrittiva negli esami ecografici” è stato il tema della giornata formativa organizzata dall’unità operativa Formazione e Accreditamento dell’Asp di Catanzaro, diretta dalla dott.ssa Clementina Fittante.
L’iniziativa, avente come responsabile scientifico e docente il dott. Salvatore Galea, direttore di Radiologia dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, ha dato l’opportunità ai medici di tutte le specialità e ai medici di medicina generale di valutare i criteri da applicare nel prescrivere gli esami ecografici al fine di rispondere al principio di appropriatezza, elemento indispensabile per giungere alla realizzazione della ottimizzazione delle risorse disponibili con la finalità da un lato di assicurare prestazioni coerenti con il sospetto clinico e dall'altro di evitare il ricorso al razionamento dovuto alla mancanza di risorse economiche.
“Un’indagine utile - afferma il dott. Galea - è quella il cui risultato, positivo o negativo, può modificare il management del paziente o contribuire alla formulazione della diagnosi clinica”. Il direttore di Radiologia spiega inoltre che “Per valutare l’appropriatezza di un esame strumentale e quindi soddisfare il “principio di giustificazione”, preciso obbligo normativo per il radiologo, bisogna porsi una serie di interrogativi al fine di evitare la ripetizione delle indagini, per capire se è necessario e se lo è in quel momento.”
Hanno preso parte al corso formativo in qualità di docenti anche il Prof. Fabrizio Calliada, ordinario della Cattedra di Radiologia dell’Università degli Studi di Pavia, Policlinico S. Matteo di Pavia, il prof. Domenico Laganà, ordinario della cattedra di Radiologia della Università Magna Graecia di Catanzaro, il dott. Bernardo Bertucci, direttore f.f. dell’unità operativa Radiodiagnostica Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro, il dott. Giuseppe Loria e il dott. Nicola Zizzi, dirigenti medici di Radiologia del presidio ospedaliero di Lamezia Terme. Presenti in quanto invitati alla discussione sono stati anche i direttori di Radiologia di Vibo Valentia Sandro Baldari, di Reggio Calabria Nicola Arcadi e di Rossano Stefano Giusti.

Girifalco, finanziamenti fosso grastello

nota regione 20 novembreGIRIFALCO – E’ pervenuta stamattina all’ufficio protocollo del Comune la nota della Regione con cui si RICONFERMA il finanziamento per il completamento dell’area Fosso Grastello e viabilità urbana per un importo pari a 300mila euro. Nella nota si fa riferimento alle controdeduzioni elaborate dal Comune di Girifalco, in data 16 novembre, a seguito di una missiva della Regione. Era evidente, sin dall’inizio, che si trattava di una procedura burocratica e NON ASSOLUTAMENTE di una perdita di fondi come fatto credere, artatamente, dal capogruppo dei Cittadini Liberi Attivi, Luigi Antonio Stranieri e dal consigliere Teresa Signorello. Da una semplice lettura degli atti si sarebbe, immediatamente, colto l’opera era stata ultimata e collaudata nel 2010 (verbale di consegna lavori 20 ottobre 2009; i lavori risultano ultimati il 5 novembre 2010; la determinazione di approvazione della relazione sul conto finale e del certificato di regolare esecuzione il 19 gennaio 2011). Ma la minoranza di questo Consiglio Comunale ha una missione: confondere (tentare di confondere perché la cittadinanza non cade in certi tranelli), dare un’immagine negativa di questa amministrazione e demolire (tentare) questa maggioranza. Peccato, però, che le carte dicano esattamente le stesse cose dette, subito, dal sindaco: vale a dire la verità. Crolla, quindi, l’ennesimo e ridicolo tentativo di fare politica (?) mistificando la realtà e generando, come ormai di consueto fa il consigliere Stranieri, allarme sociale infangando, così, non solo l'amministrazione comunale ma l'intera comunità. L’amministrazione comunale, con a capo il sindaco Pietrantonio Cristofaro, continuerà a lavorare. Serenamente e con il solo obiettivo di fare il bene della comunità. La minoranza, siamo certi, continuerà a fare ciò che fa, da due anni: alimentare e portare avanti sterili polemiche al solo fine di tornare (o debuttare) alla guida del Comune.

Chiaravalle Centrale, una intera giornata di eventi al Liceo Scientifico con il progetto “Nessun parli”

img nessun parli newMusica, canto, teatro e sport. Con il progetto “Nessun parli...” una intera giornata di eventi, domani 21 novembre, per tutti gli studenti dell'Istituto di istruzione superiore “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale. La manifestazione, la cui referente di progetto è la professoressa Giuseppina Loprete, si svolgerà presso la sede del Liceo Scientifico a partire dalle ore 9 e fino alle ore 18. L’iniziativa è stata promossa dal Miur, in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica. Tutti i discenti dovranno cantare, suonare e svolgere attività di produzione artistica “oltre la parola”. L’Istituto “Ferrari” di Chiaravalle Centrale, guidato dalla dirigente scolastica dott.ssa Elisabetta Zaccone, ha previsto la partecipazione di tutta la comunità scolastica, comprese anche le famiglie, e di tutto il territorio in ambito comprensoriale. Si svolgeranno attività di danza e balli moderni e caraibici (con la partecipazione delle sorelle Corrado e dei maestri Alessandro Giorno e Lil San German), consigli per la difesa personale antibullismo, attività teatrali, pittura e musica. In ambito sportivo, sarà ospite dell'Istituto la pallavolista Melissa Donà. Particolarmente importante, poi, il confronto culturale con i rifugiati del centro Cas locale. Spazio anche ad una mostra espositiva con le opere del maestro Bruno Azzarito. Tutto l'evento confluirà nel montaggio di un videoclip che verrà caricato sulla piattaforma del Miur per concorrere al concorso “Il mio nessun parli” che prevede premi in denaro da utilizzare per la realizzazione di progetti innovativi nelle materie artistiche e musicali.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa