all
Menu

“Universo Minori” ha organizzato una tavola rotonda per discutere sul fenomeno del bullismo

convegno bullismoCATANZARO - Si è tenuto un convegno sul fenomeno del bullismo nell’auditorium “Scopelliti” del liceo scientifico “Enrico Fermi” ubicato nel quartiere marinaro di Catanzaro, guidato dalla dirigente scolastica Teresa Agosto che ha preso parte all’evento insieme alla presidente dell’associazione “Universo Minori” dottoressa Rita Tulelli, alla presidente dell’associazione “Risveglio Ideale” Onorevole Angela Napoli, al procuratore aggiunto di Cosenza dottoressa Marisa Manzini, alla direttrice della casa circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro dottoressa Angela Paravati ed all’avvocato del foro di Catanzaro Claudia Conidi.
L’Onorevole Angela Napoli ha approfondito le varie forme di bullismo, da quello “diretto”, che si manifesta con violenza fisica e verbale, a quello “indiretto”, che vede la sua manifestazione in comportamenti subdoli e calunniosi atti a minare nel profondo le relazioni sociali. La dottoressa Paravati si è soffermata sulla similitudine tra la figura del bullo e quella del mafioso, i loro comuni denominatori sono la violenza nei confronti dei più deboli, il timore che incutono negli altri, l’omertà o l’indifferenza che viene suscitata in chi non viene colpito. In particolare la dottoressa Manzini ha approfondito la legge numero 71 del 2017 entrata in vigore il 18 giugno scorso contro il cyberbullismo, in quanto i soprusi tra i minori invadono lo spazio virtuale con messaggi, immagini e video spregevoli che corrono sul web soprattutto grazie agli smartphone. L’obiettivo alla base di tali comportamenti è sempre quello di ferire e ridicolizzare qualcuno. La legge in questione prevede una serie di interventi e strumenti atti a dar voce ai ragazzi affinché non si sentano più soli, in particolare, prosegue il procuratore aggiunto presso il tribunale di Cosenza, sono tre le importanti novità introdotte dalla norma, come prima cosa sarà direttamente il minore vittima di un sopruso on line a poter segnalare in modo semplice al sito, o al social media, il contenuto offensivo chiedendone, nei tempi fissati dalla legge stessa, la rimozione. Se ciò non viene attuato dal fornitore dei servizi digitali, dopo opportune e tempestive verifiche, lo farà il Garante della Privacy. Secondariamente il “bullo cybernetico” viene convocato, insieme ai genitori, dal Questore che dà corso alla procedura di ammonimento. Un “cartellino giallo” che può portare il minore ad essere inserito in un percorso sociale o di messa alla prova. Infine, ogni scuola dovrà individuare tra i propri docenti un referente con il compito di coordinare le iniziative di prevenzione e contrasto e per il personale scolastico sono previsti corsi di formazione somministrati da esperti del settore. L’avvocatessa Claudia Conidi ha parlato invece della pratica del Blue Whale, che sembrerebbe aver avuto origine in Russia, la quale consiste in una sfida in cui un soggetto può manipolare la volontà e suggestionare i ragazzi sino ad indurli al suicidio attraverso una serie di 50 azioni pericolose e della nuova applicazione “YouPol” della polizia postale nata per combattere il bullismo e lo spaccio di droga. Nell’occasione è stato presentato il libro “Il fragile bullo” scritto dalla dottoressa Rita Tulelli con la prefazione dell’Onorevole Angela Napoli edito dalla casa editrice “La Rondine Edizioni”, protagonista del libro è il fenomeno del bullismo che è rappresentato da azioni di prevaricazioni e violenze piscologiche, verbali e fisiche, compiute intenzionalmente e continuamente da un giovane o da gruppi di giovani nei confronti di loro coetanei. Presenti all’evento più di cento studenti, molti dei quali hanno posto diverse domande all’autrice soprattutto in merito alla parte del libro che si sofferma sui meccanismi molesti veicolati tramite i nuovi social network che, se usati impropriamente, fanno da amplificatore e veicolo ad un fenomeno ben più diffuso chiamato cyberbullismo. Punto cardine del convegno è stato il messaggio che si è voluto donare ai giovani, ovvero quello di essere sempre consapevoli di non essere soli in quanto intorno a ciascuno di noi c’è sempre qualcuno pronto a darci il suo sostegno, che siate vittime o veniate a conoscenza di soprusi su un vostro pari, guardatevi intorno e confidatevi con qualcuno che stimate, solo così darete inizio a quella catena che porterà a vincere contro chi prevarica.

Nuovo Basket Soverato, domani al "Pala Scoppa" arriva la Scuola Basket Viola

NBS logoSOVERATO - Tornare alla vittoria. E' questo l'imperativo che in questa settimana, dopo la brutta sconfitta esterna subita dal Bim Bum Rende, è risuonato nel Nuovo Basket Soverato, atteso dal secondo appuntamento della fase a orologio del torneo di Serie C Silver. I "Cagnacci" tornano al "Pala Scoppa" e attendono la Scuola Basket Viola Reggio Calabria, già sconfitta da Fall e compagni nelle sfide di campionato, ma che si presenta a questa gara forte di un successo sulla Nuova Jolly che gli ha consentito di agganciare la Virtus Catanzaro a quota 6 in classifica nella lotta playout. Sono rimasti invece quarti, con 16 punti, i ragazzi dei coach Gioffrè e Pullano, tuttavia in vista dell'importante partita che li attenderà domani l'obiettivo comune è quello di riprendere il cammino verso la qualificazione ai playoff, un risultato che, qualora venisse raggiunto, sarebbe molto prestigioso per l'intera società cestistica soveratese. I bianco-blu dunque sono pronti per un'altra prova si giocherà domani dalle ore 18 sotto la direzione arbitrale dei signori Christian Cozzoli di Lamezia e Alessio Tolomeo di Catanzaro. L'incontro si disputerà a porte chiuse.

Francesco Gioffrè

Enzo Bruno, esprime la propria solidarietà  ai due studenti del liceo scientifico “Siciliani” che sono stati aggrediti 

Enzo Bruno 3CATANZARO – Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, esprime la propria solidarietà e vicinanza ai due studenti del liceo scientifico “Siciliani” che sono stati aggrediti e malmenati nei giorni scorsi, in prossimità della scuola, e alle famiglie con le quali condivide preoccupazione e sdegno per quanto accaduto. “Nell’attesa che le forze dell’ordine facciano chiarezza e accertino le responsabilità – afferma il presidente della Provincia – va condannata la scelta di chi si è avventato sui due studenti e ha messo da parte il confronto civile e il dialogo preferendo usare il linguaggio della violenza e della prepotenza. La forza fisica come strumento di prevaricazione per l’imposizione delle proprie idee – dice ancora il presidente Bruno - non è mai la via giusta da percorrere in una comunità che si dice civile e democratica, soprattutto in questo momento assai delicato: cavalcare l’esasperazione sociale e la paura del diverso alimenta recrudescenze razziste, xenofobe e fasciste. Non ci possiamo permettere di perdere di vista principi fondanti del vivere civile come il rispetto, la solidarietà e la tolleranza, soprattutto tra i giovani che si affacciano al mondo della vita politica e sociale e che devono crescere secondo valori sani e democratici per diventare classe dirigente del futuro”.

Catanzaro, Bruno: "Ex percettori mobilità in deroga risorse da non disperdere"

Incontro del presidente Bruno con una delegazione di percettori in derogaCATANZARO –  Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha incontrato una delegazione dei 50 lavoratori ex percettori di mobilità in deroga che prestano servizio nei ranghi dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro. I lavoratori sono in servizio dallo scorso mese di novembre in seguito alla manifestazione di interesse regionale per partecipare ai percorsi di politica attiva nella modalità dei tirocini.
I lavoratori che partecipano ai progetti si occupano di manutenzione straordinaria di edifici e strutture di proprietà dell’Ente, custodia, vigilanza e portierato che svolgono prevalentemente al Parco della Biodiversità Mediterranea.
Il presidente Bruno ha raccolto le preoccupazioni dei lavoratori – presente anche la dirigente del settore competente e direttrice del Parco, Rosetta Alberto - in merito ad una serie di problematiche, con particolare riferimento alla possibilità di una proroga del progetto in scadenza a maggio che possa garantire la funzionalità dei tirocini per un altro anno.
“Si tratta di un contingente davvero necessario per il meritorio operato a supporto della fruibilità del Parco della Biodiversità, soprattutto alla luce delle ristrettezze economiche che affliggono gli Enti intermedi nella difficoltà quotidiana di garantire i servizi – osserva il presidente Bruno – che ha saputo integrarsi con le maestranze provinciali. Si tratta di professionalità che diventano un patrimonio importante da non disperdere, anzi, da valorizzare e rilanciare”.
Il presidente Bruno ha assicurato che si farà portavoce delle istanze dei 50 lavoratori ex percettori di mobilità in deroga alla Regione per promuovere l’ipotesi di una proroga dei tirocini. Nello stesso tempo, il presidente ha assicurato che solleciterà gli uffici provinciali alla presentazione di un progetto finalizzato ad irrobustire le professionalità e le competenze di questi lavoratori che rischiano di essere marginalizzati con percorsi formativi ad hoc nell’ottica di qualifiche spendibili in contesti specifici, a partire da quelli richiesti nell’attività svolta al Parco della Biodiversità. “Io sono con voi”, ha affermato il presidente Bruno che ha assicurato loro supporto e vicinanza.

Wanda Ferro su iniziative elettorali della Regione: "Si prepara evento per sottoscrizione convenzioni nuovo bando Garanzia Giovani"

wanda ferro 17Di seguito una dichiarazione del consigliere regionale Wanda Ferro, candidata alla Camera per Fratelli d'Italia: Mentre i sindaci di centrosinistra del Vibonese continuano a negare che la Regione abbia utilizzato i fondi per la depurazione a fini di propaganda elettorale, apprendiamo dalla stampa che il Pd crotonese fa outing e pubblica un manifesto con l’elenco delle risorse distribuite ai comuni, ringraziando la Regione e invitando al voto per il centrosinistra. Avevo parlato di uno scenario da voto di scambio politico-istituzionale, ed è lo stesso Pd a confermarlo. I cittadini dovrebbero chiedersi perché soltanto dopo un anno e mezzo dalla firma del Patto per il Sud con Renzi, il presidente Oliverio decide di sbloccare questi fondi con una erogazione a pioggia in piena campagna elettorale. Sempre la stampa segnala inoltre la massiccia campagna di assunzioni al Parco delle Serre, gestita dal commissario Mimmo Sodaro, notoriamente vicino al candidato di centrosinistra Bruno Censore: si parla di centinaia di contratti pronti per giovani disoccupati che non hanno bisogno di titoli particolari né di partecipare ad un concorso pubblico. Ma all’orizzonte c’è ancora un clamoroso caso di utilizzo dell'attività amministrativa a fini elettorali. Ci risulta che lo staff del governatore Oliverio stia preparando un grande evento da tenersi nella settimana prima del voto alla Cittadella per presentare il nuovo bando di Garanzia Giovani. Uno strumento che ha fino ad oggi fallito il suo compito ed è stato gestito in maniera più che disastrosa dalla Regione Calabria, che ha bloccato per mesi e mesi i pagamenti ai giovani coinvolti. Ebbene pare che anche il nuovo bando, partito già un mese fa, sarà oggetto di una grande manifestazione al termine della quale le agenzie per il lavoro e gli enti di formazione saranno chiamati a firmare le relative convenzioni. Sarebbe un’operazione sfacciatamente clientelare, poiché non c’è alcun motivo di urgenza che costringa la Regione a procedere alla sottoscrizione delle convenzioni nei giorni precedenti al voto.

Catanzaro, incendio sala condominiale

incendio condominioMomenti di panico e numerose chiamate al 115, i vigili del fuoco della Sede Centrale sono intervenuti in Via Tommaso Campanella, nel comune di Catanzaro, per incendio in una palazzina. Interessata dalle fiamme, la sala condominiale posta al piano terra di una palazzina di sette piani. La sala era stata adibita a magazzino deposito ad uso di tutti i condomini. Mobili, ciclomotori, biciclette, scatole di libri, elettrodomestici in disuso e tanto altro materiale è andato completamente distrutto. I vigili del fuoco sono stati impegnati diverse ore per domare l'incendio e riportare in sicurezza la zona. Il tempestivo intervento ha evitato il propagarsi delle fiamme alle abitazioni. Non si registrano danni a persone. Le fiamme e le alte temperature sprigionate all'interno della sala, hanno provocato lo sfondellamento delle pignatte del solaio. Il locale in via cautelativa è stato reso inagibile in attesa di verifiche tecnico-strumentali più approfondite. Accertamenti in corso da parte del personale vigili del fuoco per risalire alle cause dell'incendio.

Soverato, al Calabretta presentazione del libro di Stefania Limiti

convegno ragioneriaSOVERATO – Sarà presentato  domani sabato 17 febbraio alle ore 10:00 presso la Sala Convegni dell’Istituto Tecnico Economico “Antonino Calabretta” di Soverato, il libro “LA STRATEGIA DELL’INGANNO” scritto dalla giornalista Stefani Limiti. L’evento è organizzato dall’Istituto Tecnico Calabretta e dall’Osservatorio Falcone-Borsellino-Scopelliti. Parteciperanno il Prof. Valerio Mazza Dirigente Scolastico ITE Calabretta, la Prof.ssa Susanna Perri e il Prof. Francesco Raspa rispettivamente Docente di Diritto e Docente di Lettere e Storia presso l’ITE Calabretta, il Dott. Mario Magno già Consigliere Regionale, Carlo Mellea Presidente dell’Osservatorio Falcone-Borsellino-Scopelliti, la Dott.ssa Marisa Manzini Procuratore Aggiunto a Cosenza, il Dott. Arcangelo Badolati capo servizio Gazzetta del Sud di Cosenza. Si concluderà con l’intervento dell’autrice Stefania Limiti e il dibattito con gli studenti. A margine della manifestazione verrà premiata la giornaista Stefania Limiti per il suo impegno contro le mafie per la II Edizione Giancarlo Siani.

Badolato, cena di beneficenza per il reparto di oncologia pediatrica di Catanzaro

cena beneficenza 1Cena di beneficenza per il reparto di oncologia pediatrica dell'ospedale di Catanzaro, l'estrazione dei biglietti per l'acquisto del defibrillatore alla scuola primaria di Badolato. Evento riuscito con la partecipazione di molte persone c'era il sindaco Gerardo Mannello l'assessore Daniela Trapasso..l'associazione del territorio. Il pesce è stato offerto dalla pescheria Napoli di Guardavalle. Serata animata dal gruppo nemo's, con la collaborazione della pallamano c.s Meta 2 e la sua  presidente Anna la Rocca ha partecipato all'evento anche Genny Pasquino della biblioteca dei piccoli di Guardavalle. Porto i saluti della dottoressa Consarino del reparto di oncologia pediatrica la quale ci ringrazia profondamente per il gesto sono state le parole della dirigente Lucia Scuteri con la quale ad ottobre abbiamo firmato un protocollo d'intesa e collaboriamo in progetti con la scuola. Nei prossimi giorni sarà consegnato il defibrillatore.

Quadrifoglio Soverato ancora in casa, col Maracanà CZ la prima di ritorno

locandina quadrifoglioSOVERATO – Conquistato il titolo di “Campione D’Inverno” grazie al successo di sabato scorso nell’accesissimo match contro la Tre Colli Futsal, il Club Quadrifoglio Soverato è pronto per ricominciare il ‘giro’ che, spera, si possa concludere con la vittoria del campionato di Serie D. Il girone catanzarese è infatti sempre comandato dal quintetto di mister Vitale, in testa a 21 punti, ma “tallonato” dal Catanzaro Futsal che segue a -2. In attesa della supersfida in programma il prossimo 17 marzo i biancorossi cercheranno di resistere al primo posto a cominciare dall’appuntamento di domani (ore 15) che li vedrà ospitare al “Pala Scoppa” i catanzaresi del Maracanà C5, squadra sulla carta abbordabile, tuttavia da non sottovalutare. I catanzaresi sono terz’ultimi con 6 punti e reduci dal 3-0 subito dalla Polisportiva Icaro, lo sport così come la vita però insegnano che non bisogna mai dare niente per scontato, dunque Parisi e compagni sanno che, giunti a questa fase del campionato, ogni gara è una finale per cui va affrontata come tale. La posta in gioco è altissima e, perciò, i ragazzi del presidente Gualtieri sono consapevoli che da qui in avanti ogni possibile passo falso potrebbe risultare determinante per le sorti della stagione, dunque cercheranno come sempre di fare risultato pieno. La gara si giocherà domani al "Pala Scoppa" con inizio alle ore 15, mancheranno per squalifica Girillo e Bressi.

Francesco Gioffrè

PROGRAMMA 10.a GIORNATA: CZ Futsal-Young People CZ, Quadrifoglio Soverato-Maracanà C5, Futsal Montepaone-Tre Colli Futsal CZ, Pol.Icaro-Roccelletta
CLASSIFICA: C.Q. Soverato 21, CZ Futsal 19, Tre Colli 16, Roccelletta 13, Nausicaa 11, Pol. Icaro 10, Maracanà CZ 6, F.Montepaone 5, Young People CZ 2

Aggressione Studenti, si riunisce Consulta provinciale antifascista

provincia di CatanzaroL’aggressione subita da due giovani studenti del liceo scientifico Siciliani di Catanzaro per mano di tre militanti del movimento fascista “identità tradizionale” ci impone un’immediata mobilitazione, per attestare la nostra vicinanza e la nostra solidarietà ai ragazzi e alle loro famiglie e per richiamare una dovuta attenzione da parte delle istituzioni e di tutta la collettività catanzarese.
La Consulta provinciale antifascista di Catanzaro si riunirà il prossimo 20 febbraio alla Provincia per valutare tutte le necessarie iniziative da organizzare per denunciare la grave inagibilità democratica che si è venuta a creare in città, per dire a gran voce che Catanzaro appartiene alle forze libere, sane e antifasciste.
Non esistono linee mediane, non esistono forme di edulcorata tolleranza nei confronti di chi fa della violenza fisica e dell’aggressione un modo di stare al mondo: i movimenti fascisti non devono avere diritto di cittadinanza nella nostra città e qualunque forma di sottovalutazione, alla luce di quanto accaduto qualche giorno fa sulla pelle di due studenti, ai nostri occhi si tramuta in inaccettabile complicità.

Consulta Provinciale antifascista (ANPI, CGIL, PD, Giovani Democratici, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Art. 1 MDP, PCI, Rete studenti.)

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa