all
Menu

Calcio, Eccellenza e Promozione: chiuse le iscrizioni on-line

Logo FIGC Lega Nazionale DilettantiVigor Lamezia, Caulonia e Laureanese non iscritte nei rispettivi campionati. Sperano nel ripescaggio in Eccellenza Aurora Reggio, Città Amantea, Corigliano e Cutro
Alla chiusura dei termini per le iscrizioni eseguite con la procedura on-line, hanno presentato domanda di ammissione ai campionati di Eccellenza e Promozione 2017/2018 le seguenti società su 48 aventi diritto:

AVENTI DIRITTO ECCELLENZA
1) CALCIO ACRI S.C.S.D.
2) CALCIO CITTANOVESE (proposto ripescaggio Serie D)
3) CALCIO GALLICO CATONA
4) CASTROVILLARI CALCIO (proposto ripescaggio Serie D)
5) CITTA DI SIDERNO 1911
6) COTRONEI 1994
7) LOCRI 1909
8) LUZZESE CALCIO 1965
9) PAOLANA
10) REGGIOMEDITERRANEA
11) ROCCELLA (proposto ripescaggio Serie D)
12) SCALEA 1912
13) SERSALE CALCIO 1975
14) SORIANO 2010
15) TREBISACCE

AVENTI DIRITTO PROMOZIONE
1) AFRICO
2) APRIGLIANO CALCIO
3) ATLETICO MAIDA
4) AURORA REGGIO
5) BAGNARESE
6) BELVEDERE 1963
7) BOCALE CALCIO ADMO
8) BOVALINESE
9) BRANCALEONE
10) BRUTIUM COSENZA
11) CASABONA CALCIO
12) CITTA AMANTEA 1927
13) CORIGLIANO
14) CUTRO
15) FILOGASO
16) GARIBALDINA
17) GIOIESE FOOTBALL CLUB
18) GIOIOSA JONICA ASD
19) JUVENILIA ROSETO C.S.
20) OLYMPIC ACRI
21) PROMOSPORT
22) ROGGIANO CALCIO 1973
23) ROMBIOLESE
24) SAMBIASE LAMEZIA 1923
25) SAN FILI CALCIO 1926
26) SAN LUCA
27) SILANA CALCIO 1947
28) STILESE A TASSONE
29) VILLESE CALCIO
30) YOUNG BOYS CASSANO

Non ha regolarizzato la richiesta di partecipazione al campionato di Eccellenza la società Vigor Lamezia.
Non hanno regolarizzato la richiesta di partecipazione al campionato di Promozione le società Caulonia 2006 e Laureanese che preventivamente avevano richiesto con apposita istanza, la partecipazione rispettivamente al campionato di prima categoria (Caulonia) e ai campionati Juniores e Settore Giovanile (Laureanese).
Hanno proposto domanda di partecipazione al Campionato di Eccellenza le seguenti società non aventi diritto (c.d. ripescaggio): (ordine alfabetico)
• Aurora Reggio
• Città Amantea 1927
• Corigliano
• Cutro

le cui richieste saranno esaminate a copertura dei posti a disposizione nel rispetto della normativa pubblicata con C.U. n. 164 del 14.6.2017 – s.s.2016/17.
Hanno altresì proposto domanda di partecipazione al Campionato di Promozione le seguenti società non aventi diritto (c.d. ripescaggio): (ordine alfabetico)
• Cariati
• Città di Rosarno
• Real
• Rossanese
• San Gregorio D’Ippona
• San Lucido Fiumefreddo
• Scommettendo.it Fronti

le cui richieste saranno esaminate a copertura dei posti a disposizione nel rispetto della normativa pubblicata con C.U. n. 164 del 14.6.2017 – s.s.2016/17.
Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Calabria esaminerà le domande e le documentazioni pervenute nel corso della prima riunione utile. Dopo le decisioni che verranno assunte dal Dipartimento Interregionale (1.8.2017) in ordine ai ripescaggi al Campionato Nazionale di “Serie D”, il Consiglio determinerà organici e gironi dei Campionati Regionali di Eccellenza e Promozione s.s.2017/2018.

Riaperta al culto la chiesa matrice di Vallefiorita

20170713 192621CATANZARO – Riaperta al culto la chiesa matrice di Vallefiorita, dopo i lavori di consolidamento. L’amministrazione provinciale di Catanzaro si è resa parte attiva nell’individuazione delle risorse necessarie per la realizzazione dei lavori di messa in sicurezza della chiesa di San Sergio e Soci, risalente al 1783, più volte sollecitata anche dai parroci che si sono succeduti nel tempo, fino a don Marcello Froio che ha richiesto in maniera esplicita un intervento urgente a causa di danni e infiltrazioni presenti nell’edificio. Grazie alla collaborazione con il Dipartimento Lavori pubblici, e alla caparbietà del presidente della Provincia Enzo Bruno, la Regione Calabria ha concesso un finanziamento di 180 mila euro per l’esecuzione degli interventi, affidati alla ditta Capone di Lamezia, e seguiti dal progettista architetto Claudio Bongarzone.

“Un risultato straordinario che riporta la nostra chiesa agli antichi splendori”, ha affermato il presidente Bruno, che si è impegnato con grande determinazione per il perseguimento di questo obiettivo, trovando grande vicinanza e sostegno nell’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone che ieri sera ha officiato la solenne celebrazione che ha preceduto l’inaugurazione e lo svelamento della targa commemorativa. Alla cerimonia hanno partecipato anche il vice presidente della Giunta Regionale, Antonio Viscomi, il vice presidente della Provincia, Marziale Battaglia, il dirigente del settore Infrastrutture della Regione ingegner Pino Iritano, il dirigente del settore Viabilità e Infrastrutture della Provincia, ingegner Floriano Siniscalco. Presente anche il sindaco di Vallefiorita, Salvatore Megna. “Siamo arrivati fino a qui, non senza difficoltà, anche grazie al coraggio che monsignor Bertolone mi ha dato, in ogni occasione – ha detto il presidente della Provincia -. Nostro compito di amministratori e uomini delle istituzioni è rispondere alle esigenze dei cittadini, ma la forza e il coraggio che ho ricevuto dall’arcivescovo sono stati determinanti”. “Un sentito ringraziamento a tutti, e in particolare al vice presidente della Provincia Marziale Battaglia e al vice presidente della giunta regionale Antonio Viscomi – ha concluso -. Oggi abbiamo scritto una bella pagina di buona amministrazione mettendo in pratica l’importante insegnamento trasmesso da Bertolone: stare uniti per il bene della regione”. “Nelle nostre terre, la Chiesa è il centro aggregativo di tutta la comunità, per tutte le cose che belle che avvengono – ha detto l’arcivescovo Bertolone -. Quando la chiesa soffre perché ha bisogno di interventi di restauro, tutta comunità soffre. Quindi, oggi che si riapre al culto la chiesa di Vallefiorita tutti gioiscono, e io gioisco con loro e con quanti ci hanno messo passione, impegno e umiliazioni per farlo”.
Il presidente Bruno ha, infine, consegnato il fascicolo relativo alla realizzazione dei lavori a don Marcello, per poi consegnare una targa ricordo a monsignor Bertolone e scoprire la targa celebrativa apposta a futura memoria all’ingresso della chiesa.

"Soverato, ecco l'Estate" ..e due giorni a spasso con Paolo di Giannantonio, tra racconti di inviato Rai e tuffi nel blu

20170711 1858051Nei 36 gradi di caldo estivo in un’estate che sta per esplodere verso le terre del Sud d’Italia, anche Soverato vive il fermento di tante cose. La Calabria è così, uno scenario di rara bellezza dagli inverni un po’ assopiti ma non più addormentati, e stagioni estive in cui tutto è possibile e amplificato, anche le emozioni. Oltre agli arrivi turistici, si aprono le danze di miriadi di iniziative di ogni genere, culturali di cui molte letterarie, festival, esibizioni artistiche, indimenticabili celebrazioni religiose, tra devozione cristiana ed espressioni di memoria pagana.
Tra i monti e il mare, tornano la vita e le persone, ogni località riserva una sua speciale accoglienza e un’offerta autoctona. Soverato, è uno di quei luoghi eletti e prediletti dalla Creazione che non ha lesinato nel dono di un fascino naturale e proprio, anche difficile da spiegare perché non è solo un fatto geografico ma più complesso che la identifica tra le città più apprezzate e belle della Calabria. Da qui sono passati tutti, è difficile trovare un italiano e anche uno straniero che non abbia camminato almeno una volta il suolo soveratese e goduto l’anima mediterranea e moderna che qui si respira. Oggi dopo anni d’incerta identità e stentato sviluppo, vuole riprendersi quel posto così solido che ha sempre occupato del novero dei luoghi magici della Calabria, tra mare, cavallucci, giardini, forte senso civico e religioso, patria anche delle movide del Sud, del commercio e della vivacità intellettuale.
In questi giorni l’amministrazione Comunale di Soverato guidata dal sindaco Ernesto Alecci e dal suo giovane staff, ha reso pubblico il cartellone delle manifestazioni estive partendo, martedì scorso, dalla suggestiva e tanto attesa inaugurazione di una parte nuova del lungomare con il moderno anfiteatro. Un evento che ha ufficialmente scritto la cronaca di un successo annunciato. Siamo eredi di un mondo greco che operava, aggregava, si esprimeva con orgoglio e creatività e tutto questo, anche se sfocato dai millenni è rimasto nel codice genetico dei calabresi ionici che sanno come rigenerarsi e riacciuffare il futuro. Giorni felici, giorni nuovi in cui tutti hanno ormai un bisogno nuovo di serenità e spensieratezza, anche nelle piccole cose o nelle grandi, come attendere con emozione il taglio di un nastro come risultato di un progetto realizzato, sentirsi coprotagonisti della conquista della Bandiera Blu che non è solo il mare pulito ma l’insieme di più attività, in maggioranza ecologiche ma anche culturali che ridefiniscono il profilo di una città.
Noi abbiamo vissuto a Soverato anche l’entusiasmo e l’intensità emotiva di trascorrere due giorni insieme a un grande giornalista della Rai che ha fatto la storia dell’informazione in Italia, Paolo Di Giannantonio. E’ un volto ormai stampato nella nostra mente come pochi altri, in un’epoca in cui le personalità giornalistiche più numerose tendono ad essere un po’ sbiadite e prive di quella forza comunicativa che faceva della notizia, una vera e incisiva spiegazione del fatto. Ospite di questa città e dell’incontro istituzionale per l’inaugurazione della vista mare più bella della Calabria, Paolo Di Giannantonio è soprattutto un grande amico dal carattere gentile e accogliente e il bagaglio di vita con una straordinaria esperienza giornalistica nel mondo che lo rendono prezioso ed estremamente interessante.20170711 1944201
Tra racconti di guerra e bagni al mare e passeggiate abbiamo conosciuto un pezzo d’Italia e del mondo che vediamo in tv, nei Tg e in programmi come Unomattina, gli speciali di Rai 1 e Tv7, riconoscibile anche senza vederlo, attraverso la sua voce inconfondibile.
Quanti incontri felici, tra conferenze stampa e freschi aperitivi con cui anche paesi dell’entroterra come San Vito sullo Ionio, scegliendo Soverato come location, hanno presentato il proprio programma estivo: il “Festival delle Erbe” dal 21 al 23 luglio la Rassegna “Il Cinema che visse due volte” le prime settimane di agosto. Con Paolo Di Giannantonio, si è compiuto un incontro storico dei giornalisti della Rai fra i più stimati di sempre, insieme con Pietro Melia, volto storico della cronaca più importante e dura della Calabria e Francesco Brancatella, inviato speciale di Rai 1 che gira il mondo a raccontare pezzi di umanità come Di Giannantonio.
Tra una conversazione e un tuffo, abbiamo anche bighellonato scattando foto e video tra i più originali, come solo un reporter del suo calibro sa fare. E ci siamo permessi anche una piccola intervista, un po’ biografica e un po’ con racconti di esperienze giornalistiche ma in un’atmosfera free:
D. Come è iniziata una carriera così particolarmente importante e possiamo dire, privilegiata?
PDG. Per mio padre, figlio di contadini abruzzesi che andò in bicicletta a Roma per laurearsi, lo studio era la cosa più importante. Studio e disciplina. La parte creativa l’ho ereditata da mia madre, figlia di un grande produttore cinematografico. Dopo la maturità, nel 1975, andai a fare il fattorino in un giornale; poi archivista, correttore di bozze e quindi aspirante cronista.
D. Come è arrivato a diventare inviato nel mondo per la Rai?
PDG. Con la strage del 1984 all'aeroporto di Fiumicino. Ero di turno io, andai in diretta col cuore che batteva fortissimo. Da allora ho cominciato timidamente a seguire le vicende palestinesi e mediorientali
D. Come si arriva alla conoscenza profonda di una civiltà, come quella mediorientale ampiamente narrata e africana come la Somalia?
PDG. Conoscenza profonda magari...Ma certo non bastava stare in mezzo a cannonate e sparatorie... Ecco, in Afghanistan e Somalia me la sono vista brutta. A Kabul, per esempio, l'amico e collega cineoperatore Enrico Cappozzo è stato colpito alla testa. Mi sembrava di vivere in un film di Rambo. Riuscii a portarlo in ospedale e li' conobbi Gino Strada, che operò Enrico, salvandolo. Comunque ho sentito la necessità di capire più in profondità mondi così complessi : così sono andato a specializzarmi in studi arabo islamici all'Orientale di Napoli. Ma per fortuna non sono state solo guerre. Ho potuto incontrare criminali e grandi statisti, terroristi e uomini del calibro di Nelson Mandela e Lech Walesa.
D. Oggi com’è?
PDG. Oggi il mondo dell’informazione è decisamente cambiato. Intanto ci sono i social e le notizie si sono moltiplicate, sono milioni. Tutti dicono, parlano, postano video e foto. La figura del giornalista è meno centrale; e' come se se si fosse un po' scolorita e spersonalizzata.

Siamo pienamente d’accordo e questo è stato dimostrato anche dal fatto che per strada molta gente ha strabuzzato gli occhi, si è fermata a pensare, a guardare, chiedendosi la consueta e solita domanda: ma è lui o non è lui?
E’ lui!!!
E tornerà per un motivo bellissimo, alcune serate della Rassegna “Il Cinema che visse due volte” a San Vito sullo Ionio dove sarà conduttore e commentatore di alcuni tra i suoi più importanti reportages in Africa, per fare insieme un giro nell’antica civiltà grecanica e un viaggio nel mare notturno dei pescatori ionici della Loride.

Vittoria Camobreco

20170711 2100221

Catanzaro Calcio, lunedì 17 luglio la presentazione ufficiale della nuova società

Us Catanzaro logoCATANZARO – Si terrà lunedì 17 luglio, a partire dalle ore 17, l’attesa conferenza stampa con cui la nuova società guidata dall’ingegnere Floriano Noto, che ha da poche settimane preso in mano le redini del Catanzaro Calcio, si presenterà alla città capoluogo, alla stampa e a tutti i tifosi. L’incontro è fissato presso la sala convegni della sede della FIGC – Comitato Regionale Calabria, in Via Clemenza 1, a Catanzaro.

Il 21 luglio presentazione del libro "Il sequestro e la confisca dei patrimoni illeciti nell’Unione Europea"

locandina formato immagineSara’ presentato giorno 21 Luglio alle ore 21,00, presso il Chiostro delle Suore Riparatrici nel centro storico di S.Andrea Ionio, il libro dal titolo “Il sequestro e la confisca dei patrimoni illeciti nell’Unione Europea” scritto dal Dott. Giuseppe Furciniti e dal Dott. Domenico Frustagli ed edito dalla casa editrice “Cedam” con la prestigiosa prefazione del Procuratore della Repubblica di Catanzaro, dott. Nicola Gratteri.

L’evento si inquadra nell’ambito delle numerose iniziative culturali programmate dalla Pro-Loco di S.Andrea Ionio per la stagione estiva 2017 e propone una riflessione sulla criminalità organizzata e sui profili economici e sociali, oltre che giuridici, del fenomeno.

All’evento parteciperanno, oltre agli autori del libro - Furciniti e Frustagli, il procuratore della repubblica di Lamezia Terme, Dott. Salvatore Curcio, gia’ sostituto procuratore presso la direzione distrettuale antimafia di Catanzaro dove ha diretto alcune tra le principali operazioni contro la criminalita’ calabrese e l’Onorevole Angela Napoli consulente della commissione parlamentare antimafia.

i lavori saranno moderati da Giulia Veltri, giornalista del “Il Quotidiano del Sud”.

Il volume, che fa parte della collana del dipartimento di Scienze Giuridiche Storiche Economiche e Sociali, dell’Università Magna Graecia di Catanzaro - si propone di costituire una guida per gli operatori del settore offrendo una disamina della particolare normativa sia sotto il profilo teorico che sotto l’aspetto pratico – operativo rappresentando un prodotto unico nel particolare comparto normativo.

E’ dunque un occasione da non perdere per tutti coloro che si occupano della specifica materia che negli ultimi anni ha assunto sempre maggiore attualita’ ed interesse per le categorie professionali.

locandina formato immagine

Soverato si veste di blu. Inaugurazione del nuovo lungomare

nuovolungomaresoverato 20Martedì 11 Luglio alle ore 20:00 circa Soverato si veste di blu. Il blu della bandiera che sventola su piazza Nettuno e decreta la città centro turistico di prim’ordine. Il blu del mare che accarezza la spiaggia. Il blu del cielo che abbraccia i tantissimi accorsi. Il motivo dei festeggiamenti è l’inaugurazione del nuovo lungomare. La perla dello Jonio si fregia di una struttura bellissima. Ampia e piena di verde, fatta di spazi semplici ed essenziali, dove le linee curve si avvicinano fino quasi a toccarsi, per poi finire lontane fino quasi a non vedersi più. Tutto inizia con delle mani che con un paio di forbici tagliano a metà il nastro tricolore. Tutto finisce con delle mani che applaudono, si stringono tra loro, accennano ad un saluto. Nel mezzo abbiamo il sindaco della città Ernesto Alecci, mattatore indiscusso della festa. Abbiamo il presidente della regione Calabria Mario Oliverio, voce sicura della conferenza stampa. Abbiamo il presidente del consiglio regionale Nicola Irto, sguardo entusiasta della serata. Abbiamo il giornalista di Rai Uno Paolo Di Giannantonio, voce sincera dell’opinione pubblica. Tutti seduti sul palchetto sistemato nel nuovo anfiteatro del lungomare proprio per l’occasione, intenti a parlare alla folla. E poi abbiamo i sindaci dei paesi limitrofi e i commercianti della città e le scuole e il clero e i cittadini. Tutti stretti attorno al palco per gioire insieme di un ritrovato spirito di collaborazione –elemento più volte sottolineato nel discorso del sindaco e del presidente della regione. Grande assente il Ministro per lo sport Luca Lotti. Tant’è che la serata avrebbe dovuto chiudersi con delle premiazioni agli sportivi di Soverato proprio per mano del Ministro. Premiazioni avvenute lo stesso, affidate al presidente del consiglio della città di Soverato Francesco Matozzo. I riconoscimenti vanno ai campioni regionali di basket NBS, con la targa al capitano Nicola Barbuto e alla squadra di pallavolo Volley Soverato che combatte ogni anno per il primo posto in serie A, con la targa al presidente Antonio Matozzo. A Salvo Criscuolo che da 41 anni dà vita alla maratona Strasoverato, che si corre per la città e al più piccino della serata, il giovanissimo campione regionale di automodellismo a scoppio. Perché Soverato è anche città dello sport. Al termine delle premiazioni, il sindaco ha sottolineato che restavano due camere vuote e già pagate nel più bell’albergo della città, quelle appunto di Lotti e del suo staff. Alzi la mano chiunque avesse voluto approfittarne. (Quel sassolino dalla scarpa andava tolto!) E ha sottolineato anche che realizzare il nuovo lungomare è stata una sfida tanto quanto una pazzia. Con un finanziamento di quasi tre milioni di euro si è cercato di portare a termine un’immensa opera in pochissimo tempo. La fatica e l’impegno sono stati tanti. I dieci chili in meno dell’assessore ai lavori pubblici Daniele Vacca, che fino a notte tarda faceva da supervisore nel cantiere, ne sono la testimonianza tangibile, sempre a detta del sindaco! È questa la strada che la giovane amministrazione comunale ha iniziato a percorrere, quella del duro lavoro per un profondo sviluppo. E l’augurio rivolto al sindaco dal giornalista Di Giannantonio è proprio quello di riuscire a mantenere l’obiettivo nel tempo. Cosa che vivamente si augurano anche tutti i cittadini soveratesi. Perché della Calabria se ne parla troppo spesso per episodi malavitosi, che la rendono una delle regioni più difficili della nostra penisola. È davvero motivo di orgoglio che venga messa in risalto per la realizzazione di opere come questa. Nell’aria c’è l’entusiasmo di chi ha voglia di iniziare una stagione ricca di turismo e prosperità. Perché Soverato si è sempre svegliata d’estate per mostrarsi in tutto il suo splendore. È necessario, adesso, svilupparne le potenzialità. Il caldo ha regalato il tocco finale ad una serata dal sapore squisitamente estivo. E sul finire della manifestazione, il vento inizia a soffiare sulla città. Soverato è tornata a respirare. A vivere.

Floriana Ciccaglioni

Calcio a 5, Club Quadrifoglio Soverato due nuovi acquisti

IMG 20170713 WA0033Scatta da oggi il mercato del Club Quadrifoglio Soverato Calcio a 5 che in giornata si assicura le prestazioni sportive per la stagione 2017/2018 del calciatore Vito Bono. Proviene dal Futura Energia Soverato,con il quale aggiorna il suo palmares conquistando un campionato con la promozione in serie C1 e la Coppa Calabria 2017. La dirigenza con a capo il presidente Gualtieri,il vice presidente Lentini ed il direttore sportivo Rijillo iniziano ad allestire in maniera competitiva la squadra soveratese per affrontare al meglio il campionato di serie D.

Continua senza sosta la campagna acquisti per il Club Quadrifoglio Soverato in quanto nella giornata odierna incassa la firma del soveratese Davide Procopio.
Classe 91', Procopio arriva dall'esperienza in serie D con la squadra dell'Academy Davoli con la quale sigla 10 reti. Il direttore sportivo Rijillo,quindi, consegna un altro acquisto che sicuramente sarà utile all'allenatore Marco Antonio Vitale per la nuova stagione.

IMG 20170714 WA0000

Consegnati i lavori di efficientamento energetico e miglioramento tecnologico Liceo Scientifico di Soverato

Severino Narciso Bruno Gallelli BattagliaCATANZARO – Consegnati i lavori di efficientamento energetico e miglioramento tecnologico del liceo scientifico statale “A. Guarasci” di Soverato. La consegna dei lavori all’impresa CO.FER. srl di Lamezia Terme, avvenuta questa mattina alla presenza del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, è diventata una proficua occasione di confronto con i dirigenti scolastici della zona e i rappresentanti dei genitori che hanno avuto modo di manifestare il proprio apprezzamento per l’operato dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro che raccogliendo sollecitazioni e istanze, grazie all’attenzione del presidente Bruno e dei tecnici del settore dell’Ente, ha tenuto sempre alta la guardia sulle esigenze manifestate dal territorio nell’ambito dell’edilizia scolastica.
Presenti il dirigente del settore Edilizia scolastica, architetto Pantaleone Narciso, che assieme all’ingegnere Antonio Leone ha firmato il progetto redatto dall’ufficio tecnico dell’Ente intermedio nel 2015, il vice presidente della Provincia Marziale Battaglia, il consigliere provinciale della zona e delegato alla Viabilità Francesco Severino, il responsabile del procedimento è il geometra Francesco Zampa.
L’intervento di riqualificazione energetica della centrale termina a servizio del liceo, guidato dal dirigente scolastico Vincenzo Gallelli, permetterà di potenziare l’efficienza e la sicurezza dell’importante struttura che fa parte della rete d’eccellenza degli edifici scolastici provinciali nel Soveratese.
Tra i lavori avviati in questo ambito infatti, la realizzazione dei nuovi laboratori (800 mila euro di finanziamento) e della palestra (per un ammontare di 150 mila euro di lavori) all’Istituto tecnico per Geometri “Malafarina”; i lavori di manutenzione straordinaria e rifacimento delle facciate, che sono in via di ultimazione (230 mila euro circa) all’I.T.C. “Calabretta”. Un impegno concreto, quello della Provincia di Catanzaro, messo in evidenza anche dai dirigenti scolastici intervenuti, Servello e Fioresta, e dal rappresentante dei genitori intervenuti.
“Soverato può contare su un sistema scolastico d’eccellenza dal punto di vista della didattica e della formazione. La Provincia di Catanzaro che annovera tra le proprie competenze l’edilizia scolastica è impegnata con determinazione per potenziare le strutture ed elevare la qualità della sicurezza e dei servizi – ha affermato il presidente Bruno-. I ragazzi devono poter fruire di ambienti salubri e sicuri e vivere nelle scuole tranquilli come se fossero a casa propria. Questo è il nostro obiettivo e ce la stiamo mettendo davvero tutta nonostante le difficoltà e le ristrettezze economiche che gli Enti intermedi subiscono a causa dei continui tagli erariali a cui sono stati sottoposti in seguito ad una legge di riforma che il referendum, continuando a prevedere l’esistenza delle Province in Costituzione, ha bloccato. Abbiamo la sicurezza dei ragazzi nelle nostre mani, per questo ci prodighiamo nell’individuazione di risorse e nell’approvazione di progetti che consentano di elevare gli standard di qualità delle nostre strutture scolastiche”.
Il presidente della Provincia ha ringraziato i tecnici, l’architetto Narciso e i consiglieri per la collaborazione, senza tralasciare i docenti e i genitori che “hanno contribuito a creare un efficiente sistema scuola, creando una rete che si pone in maniera sinergica con l’Ente per affrontare le problematiche con il dialogo e in maniera propositiva”.
Come ha, quindi, spiegato il dirigente Narciso, “il progetto è stato finanziato nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche della Regione Calabria, alla seconda annualità, per un importo complessivo di 800 mila euro. L’intervento si realizza all’insegna del raggiungimento di obiettivi di sostenibilità e di efficienza energetica attraverso l’utilizzo delle risorse naturali disponibili nel sito, con particolare riferimento al sole, indirizzando tutta la progettazione all’efficientamento energetico e al miglioramento tecnologico mediante la realizzazione di un impianto integrato che sfruttino l'energia elettrica, resa disponibile dall'impianto fotovoltaico di 50 kw che verrà disposto sul lastrico solare dell’edificio scolastico”. Il sistema integrato proposto è basato su un impianto solare termico, per offrire tutto il calore e l'acqua calda sanitaria pe1 soddisfare le richieste di ogni tipo di utenza sfruttando al meglio l'energia gratuita ed inesauribile del sole, integrato con una pompa di calore, da caldaia a condensazione a basamento che interverrà sono per coprire eventuali picchi di richieste energetiche, e da un apparecchio di telegestione che si interagiscono e dialogano tra loro.
In considerazione dell’indirizzo scolastico insediato nel complesso scolastico il progetto rappresenterà un laboratorio dal vivo di processi di sostenibilità ecologica e ambientale.

MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL Presentato il programma della XIV EDIZIONE

 DSC9106Presentata la XIV edizione del Magna Graecia Film Festival.
La conferenza stampa si è svolta nella sala concerti di Palazzo De Nobili.
Sono intervenuti il sindaco Sergio Abramo, il vice sindaco e assessore alla Cultura Ivan Cardamone, l’assessore al Turismo Alessandra Lobello, il presidente del consiglio comunale Marco Polimeni, i consiglieri regionali Wanda Ferro, Mimmo Tallini e Baldo Esposito e l’ex presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo, sempre vicino alla manifestazione. Tutti unanimi nel definire la kermesse targata Casadonte un’eccellenza che fa conoscere il capoluogo calabrese in tutta Italia e oltre, una grande risorsa per il territorio. Lo confermano le tante richieste di turisti che stanno pervenendo in questi giorni e lo ha avvalorato l’imprenditore Massimo Stirparo che, come presidente Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) ha sottolineato l’aumento delle presenze registrate dalle attività commerciali durante il periodo del Festival.
Il Festival è supportato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dalla Regione Calabria e dal Comune di Catanzaro.
Dal 29 luglio al 5 agosto tantissimi personaggi arriveranno a Catanzaro, nel cuore della Magna Graecia, nella suggestiva location del porto marinaro.
La kermesse cinematografica, ideata e diretta da Gianvito Casadonte, si conferma sempre più internazionale.
Nei giorni del Festival, infatti, presenza specialissima sarà quella di Tim Roth, attore di grande fama che ha ottenuto nel ’96 la nomination all’Oscar per “Rob Roy” di Michael Caton-Jones ed ha interpretato tanti film di successo, come "La leggenda del pianista sull'oceano" di Giuseppe Tornatore e "The Million Dollar Hotel" di Wim Wenders. Recentemente, nel 2015, è tornato sul grande schermo con il suo regista preferito, Quentin Tarantino, recintando in “The Hateful Eight”.
Al Magna Graecia Film Festival Roth riceverà il Magna Graecia Award realizzato dall’orafo calabrese Michele Affidato.
Nell'occasione verrà proiettato l'ultimo lavoro girato dall'artista come regista e dedicato al tema dell'anoressia.
Roth terrà anche una master class durante la quale incontrerà in pubblico e, in particolare, gli appassionati di cinema e recitazione.
Dopo il successo dello scorso anno, infatti, ritornano a grande richiesta le master class con i personaggi del Festival. A fare “lezione” saranno alcuni ospiti eccezionali del Festival come Michele Placido, Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Alessandro Haber e Bianca Nappi.
L'edizione 2017 sarà legata al ricordo di uno degli interpreti italiani più conosciuti e apprezzati: Marcello Mastroianni. In attesa della kermesse, nel centro storico di Catanzaro si terrà una miniretrospettiva, “Aspettando il Magna Graecia Film Festival” dedicata all’indimenticato attore di tanti favolosi film, organizzata in collaborazione con il cinema teatro Comunale, il cineforum CinemaZaro e la Casa del Cinema e la Cineteca della Calabria.
Madrina di questo anno sarà uno dei volti nuovi e più promettenti del cinema e della televisione italiana: Giulia Elettra Gorietti, che ha girato diversi lungometraggi per il grande schermo (Suburra, La cena di Natale...) nonché serie tv (Solo per amore).
La giuria di quest’anno, il cui presidente onorario rimane il compianto Ettore Scola, sarà composta da Alessandro Haber, Alessio Boni, Sebastiano Somma, Antonello Fassari, Gianfrancesco Lazotti e Tonino Zangardi.
I premi di quest’anno saranno, come sempre, le Colonne d’Oro di Michele Affidato, mentre i riconoscimenti collaterali saranno a cura della ceramista Francesca Ciliberti.
Tra proiezioni, dibattiti, aperitalk, masterclass e presentazioni di libri sarà un’altra intensa ed indimenticabile edizione.
Alcuni degli altri ospiti attesi: Roberta Mattei, Marco Bonini, Greta Scarano, Andrea De Sica, Ernesto Mahieux, Herbert Ballerina, Francesco Paolantoni, Massimo Poggio, Paolo Ruffini.
Le date delle Masterclass già concordate, che si terranno nel chiostro del Complesso Monumentale del San Giovanni sono: Riccardo Scamarcio il 30 luglio, Tim Roth il 31 luglio, Bianca Nappi l’1 agosto e Michele Placido il 5 agosto.
Importanti e significative le partnership realizzate quest’anno con tante realtà del territorio, come Slow Food, Legambiente, Confartigianato e la Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercenti).

PROGRAMMA

Sabato 29 luglio
Ore 21.30 – Proiezione film Smetto quando voglio - Masterclass di Sydney Sibilia

Domenica 30 luglio
Ore 21.30 – Proiezione del film I figli della notte di Andrea De Sica

Lunedì 31 luglio
Ore 18.30 – Hotel Perla del Porto – Presentazione libro Resalio di Elly Irukandji
Ore 21.30 – Proiezione del film Le verità di Giuseppe Alessio Nuzzo

Martedì 1 agosto
Ore 18.00 – Hotel Perla del Porto – Presentazione libro Una storia nera di Antonella Lattanzi
Ore 19.00 – Hotel Perla de Porto - Presentazione dramma Il loto e il papiro di Francesco Santocono con la straordinaria presenza dell’egittologo Zahi Hawass.
Ore 21.30 – Proiezione del film: Ovunque tu sarai di Roberto Capucci

Mercoledì 2 agosto
Ore 18.30 – Hotel Perla del Porto – Presentazione libro La moglie americana di Katherine Wilson
Ore 19.30 – Hotel Perla del Porto – Vini naturali e artigianali. Evento degustativo a cura della condotta Slow Food di Catanzaro
Ore 21.30 – Proiezione film Quel bravo ragazzo di Enrico Lando

Giovedì 3 agosto
Ore 21.30 – Proiezione film Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza

Venerdì 4 agosto
Ore 18.00 – Hotel Perla del Porto – Presentazione libro Volevo ancora giocare ma poi di Natale Saccà
Ore 19.00 – Hotel Perla del Porto – Presentazione libro Fato o destino. La vita è un’opera d’arte di Marisa Provenzano
Ore 21.30 – Proiezione film I peggiori di Vincenzo Alfieri

Sabato 5 agosto
Ore 21.30 – Premiazioni e Live musicale

#stradepulite Calabria: continua l'impegno di Anas nella rimozione dei rifiuti abbandonati lungo la 106 jonica

Pulizia piazzoleAnas comunica che, in questi giorni le squadre continuano nelle attività di rimozione dei rifiuti abbandonati lungo le arterie di competenza, sulle strade statali 106 'Jonica' tra i territori comunali di Catanzaro, Borgia, Squillace, Montepaone e Soverato, dal km 139,0000 al km 184,000, e lungo la strada statale 106 VAR/ A a Catanzaro.

Le squadre Anas del centro Manutentorio di Catanzaro Nord, si sono adoperate, in queste settimane nell'attività di pulizia delle piazzole di sosta lungo le statali liberandole da rifiuti di ogni genere, resti di arredamento, detriti di auto e tanto altro ancora.

Le operazioni sono state condotte da Anas al fine di , risolvere una grave situazione di degrado che danneggiava l'immagine di una delle zone dello Jonio Catanzarese che ogni anno è interessata da una grande affluenza turistica.

L’obiettivo di Anas è quello di affrontare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti intervenendo in modo sempre più tempestivo, di concerto con Enti locali e le forze di Polizia sia in termini di coordinamento degli interventi di raccolta, trasporto e smaltimento che in termini di prevenzione e sorveglianza del territorio.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa