all
Menu

“Re-Act”: presentato stamane il progetto di Residenza Teatrale di Soverato

“Re-Act”: presentato stamane il progetto di Residenza Teatrale di Soverato - 5.0 su 5 basato su 2 voti

presentazione Re-ActSOVERATO – Presentato stamane al Teatro comunale di Soverato il progetto "Re-Act", Residenza Teatrale della città di Soverato che, dal prossimo autunno, accompagnerà la stagione nella struttura comunale soveratese. All'incontro con i giornalisti erano presenti il sindaco Taverniti, il presidente del Consiglio comunale, Sonia Munizzi, il Dirigente Settore Cultura della Regione Calabria, dott. Armando Pagliaro e, naturalmente, Giovanni Carpanzano, Direttore artistico di "Re-Act", con Emanuela Bianchi di "Confine Incerto" nonché partner di Re-Act. Ad introdurre la conferenza, è stato Carpanzano che ha brevemente voluto precisare cos'è la "Residenza Teatrale", ovvero un'innovativa modalità di gestione pubblico/privata dei luoghi di spettacolo dal vivo in Calabria, finanziato dal FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) Asse V - Risorse naturali, culturali e turismo sostenibile affidato dalla Regione Calabria. "Per un triennio – ha affermato Carpanzano – l'importante sperimentazione garantirà continuità di gestione, programmazione, produzione e formazione in 9 Residenze teatrali calabresi. Il progetto – continua – nasce con l'obiettivo di 'dare spazio' alle compagnie calabresi specializzate nella produzione teatrale, con particolare attenzione ai nuovi linguaggi del teatro contemporaneo."
Successivamente è stato Armando Pagliaro, in rappresentanza della Regione, a prender la parola: "L'assessorecartellone Re-Actalla Cultura Caligiuri ed il presidente Scopelliti – afferma – hanno voluto fortemente questo progetto per la nostra regione. Le Residenze hanno una visione più completa ed aprono ad una logica di programmazione triennale. Credo sia un percorso che potrà avere una lunga durata. Abbiamo finanziato ad oggi otto associazioni – prosegue Pagliaro – e ci sarà un bando per altre 2-3 Residenze Teatrali. Saremo presenti a Belluno per un raduno nazionale (siamo tra le 5 regioni che hanno applicato questo progetto) in cui cercheremo di far partire un nuovo processo delle Residenze Teatrali. A mio avviso, questo strumento è di grande socializzazione, serve per attutire anche il disagio sociale. Le associazioni devono avvicinare, attraverso questo strumento, i ragazzi al teatro e noi saremo presenti in questo percorso."
Il sindaco Taverniti, nel suo breve intervento, ha speso parole di elogio per Sonia Munizzi e l'assessore Amoruso, "per come si spendono per la rivitalizzazione culturale di Soverato. Nella gestione delle attività culturali – prosegue – abbiamo sventato la possibilità di far gestire ad un privato il teatro. Lo stesso, è stato riportato al centro di un bacino d'utenza composto da compagnie teatrali e scuole. Per questo progetto regionale delle Residenze Teatrali – ancora Taverniti – ci tengo a precisare che non tutte le compagnie avevano i requisiti per partecipare al bando. Noi pensiamo che il teatro di Soverato sia da completare e rendere più efficiente, ed è per questo che abbiamo partecipato ad un bando regionale per cercare di ottenere i finanziamenti utili a migliorare la struttura."
Sonia Munizzi invece, dopo aver ringraziato Carpanzano per la scelta di questo progetto a Soverato, ha evidenziato come le Residenze Teatrali siano rivolte soprattutto ai piccoli teatri. "E' importante per noi – afferma Munizzi – ospitare questo progetto. Il teatro è comunque aperto a tutti per eventuali altri spettacoli al di fuori di questo progetto. Ci auguriamo – ha concluso – che il comprensorio soveratese comprenda bene lo spirito di questo progetto."
Re-Act teatroLa parola è poi tornata a Giovanni Carpanzano, il quale ha subito evidenziato due aspetti fondamentali di Re-Act, ovvero i legami ed i rapporti. "Noi lavoriamo tutti remando dalla stessa parte – evidenzia Carpanzano – e dal punto di vista artistico Re-Act corrisponde al 'reagire', al 'recitare nuovamente', proprio per stimolare la cultura teatrale e non solo. La logica delle Residenze Teatrali - continua – sta nel substrato di Arte contemporanea che ancora ha un po' di difficoltà ad emergere. A noi importa la creazione di valori, attraverso la cultura e l'arte. Vogliamo dare la possibilità ai ragazzi di fare qualcosa che crei valore nella società. Re-Act è un progetto che vuole unire, accogliendo tutto il territorio di Soverato. Dobbiamo portare i ragazzi ad amare il teatro. Il progetto – ha proseguito – prevede anche la produzione, in modo tale da poter essere esportata al di fuori della regione. Nelle 131 giornate di Re-Act, sono previste tante attività che formeranno un centro vivo di cultura. Re-Act vuole creare una rete culturale che possa tenere vivo il teatro." Carpanzano si è poi soffermato sui primi appuntamenti in calendario, partendo il 6 ottobre dal concerto di H.E.R. una violinista di musica contemporanea di fama internazionale.
La chiusura della conferenza, è stata affidata ad Emanuela Bianchi di "Confine Incerto" e partner di Re-Act, che si è soffermata inizialmente sull'attività di formazione e sulla sua importanza: "La formazione occupa tanto tempo del progetto di Re-Act, è il cuore stesso del progetto. L'arte - prosegue – migliora l'umanità, per cui significa sostenere l'umanità stessa, in quanto migliora l'essere l'umano. Abbiamo fatto un'indagine sul territorio soveratese, ed abbiamo potuto constatare come sia ricco di scuole di teatro, di danza e di bande, per cui c'è già una buonissima base su cui lavorare. Proponiamo anche attività dimostrative di vario genere; si terranno anche corsi per tecnici in quanto i teatri senza i tecnici non possono vivere e, in Calabria purtroppo, non ci sono scuole che professionalizzano queste importanti figure. Siamo sicuri - conclude - che questo progetto possa fornire un grande input a tanti ragazzi che vogliono avvicinarsi al teatro e, più in generale, alla cultura."


Pietro Mosella

In allegato l'intero programma di Re-Act 2012-2013 che potete consultare e scaricare:

 

Chiuse le indagini per l’operazione “ Showdown ”

Chiuse le indagini per l’operazione “ Showdown ” - 5.0 su 5 basato su 2 voti

CATANZARO – Il PM della DDA di Catanzaro, Vincenzo Capomolla, ha chiuso le indagini avviate nei confronti di 49 indagati nell'ambito dell'operazione "Showdown", eseguite nel dicembre 2011, e nel maggio scorso. Ne è scaturita un'associazione di stampo mafioso, dedita a omicidi, occultamento di cadaveri, sequestro di persona, rapine, traffico illecito di armi e traffico/spaccio di sostanze stupefacenti. Le accuse sono riconducibili, secondo Capomolla, alla cosca 'ndranghetista Tripodi-Procopio-Sia, che ha "scatenato" nel comprensorio una vera e propria escalation di episodi criminosi a partire dall'uccisione di Giuseppe Todaro, affiliato alla cosca rivale Gallace, avvenuta nel dicembre 2009. Tramite questa inchiesta è stato possibile individuare tutte le attività commesse da questa cosca, e altro risultato è stato il proscioglimento di Giovanni Catrambone e Piero Catanzariti, assolti per l'uccisione duplice dei fratelli Grattà. Dopo le udienze preliminari, sono stati condannati per lo stesso omicidio, invece, Patrik Vitale e Alberto Sia, a venti anni di reclusione ciascuno. Diversi i motivi che hanno fatto scoppiare questa guerra di mafia, dal controllo del territorio fino a quello di diverse attività svolte in esso, come per esempio, il monopolio degli appalti pubblici per la costruzione di insediamenti turistici, e di impianti di produzione di energia rinnovabile.

La Redazione

Volley Soverato: il presidente Matozzo a tutto campo sulla nuova stagione (Video)

Volley Soverato: il presidente Matozzo a tutto campo sulla nuova stagione (Video) - 5.0 su 5 basato su 1 voto

SOVERATO – Continuano i "lavori in corso" in casa Volley Soverato. Mentre la squadra è impegnata nella preparazione pre-campionato, il presidente Matozzo si divide tra pastoie burocratiche e sopraggiunti problemi di organico. Confermato il mancato arrivo della schiacciatrice serba Lazarevic, il patron biancorosso, davanti alle telecamere di Soveratiamo, rassicura i tifosi sull'imminente arrivo della sostituta dell'atleta serba, ed anticipa la probabile decisione della Lega di rinviare l'inizio del campionato di due settimane. Ecco la videointervista:

Chiusura sportello Agenzia Entrate Soverato: la replica del Direttore regionale (Comunicato)

Chiusura sportello Agenzia Entrate Soverato: la replica del Direttore regionale (Comunicato) - 4.0 su 5 basato su 1 voto

logo agenzia entrateCATANZARO - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Direttore Regionale dell'Agenzia delle Entrate, in merito alla paventata chiusura dello sportello di Soverato:

Catanzaro, 29 agosto 2012

Desidero smentire la notizia riportata in due articoli pubblicati lo scorso 28 agosto rispettivamente su “La Gazzetta del Sud” e su “Calabria Ora”, relativi alla chiusura dello sportello decentrato di Soverato dell’Agenzia delle Entrate. Lo sportello, che dipende dall’Ufficio Territoriale di Catanzaro, non sta per essere soppresso, né l’Amministrazione finanziaria è in questo momento alla ricerca di una nuova sede. Non è, infatti, in corso nessuna indagine di mercato per il reperimento di nuovi locali e non è stata avanzata alcuna richiesta ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate all’Amministrazione Comunale. Chiedo cortesemente di pubblicare queste precisazioni per garantire una corretta informazione a tutti i contribuenti interessati. Ringrazio e saluto cordialmente.

IL DIRETTORE REGIONALE

Antonino Di Geronimo

Feste, canti e balli !!!!!!! - I “doveri”, quando? (Comunicato stampa Noi Sud)

Feste, canti e balli !!!!!!! - I “doveri”, quando? (Comunicato stampa Noi Sud) - 1.3 su 5 basato su 4 voti

noisud1SOVERATO - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato-stampa del gruppo politico "Noi Sud":

Oggetto: Feste, canti e balli !!!!!!! -   I “doveri”, quando ?

Conferenza stampa nella sala della giunta del Comune di Soverato, l’evento del prossimo 30/08/2012 nell’anfiteatro Comunale : -Concerto Vecchioni.

E’ cosa buona e giusta, da parte del Sindaco e dell’assessore al Turismo e spettacolo, Emanuele Amoruso presentare il concerto Vecchioni, e Cirillo il prossimo 15 settembre per la festa dell’Addolorata a “Soverato Borgo Antico”.

E’ cosa buona e giusta, che il sindaco Taverniti, nell’occasione ringrazio i presidenti Wanda Ferro della Provincia di Catanzaro, e G.ppe Scopelliti della Regione Calabria per l’attenzione che viene prestata alla nostra città, per gli eventi : - 1) concerto Stadio, 2) Concerto Vecchioni, 3) Concerto Cirillo.

Noi sud, esprime totale dissenso per quanto si sta consumando in silenzio e nell’indifferenza delle persone titolate a dire la loro. Persone, che siedono al fianco del Governatore della Calabria, assessori Provinciali e che durante la campagna elettorale non più tardi di un anno fa, unitamente all’On.Gasparri, “Un cavallo di parata “RECITAVA”:- “L’Ospedale di Soverato non si tocca, anzi, sarà potenziato per dare risposte alla Città di Soverato e al comprensorio tutto. “suvaratani, suvaratesi DOC”, hanno detto bugie, sappiate che hanno   in parte smantellato e smantelleranno sempre di più il nostro Ospedale. Dal primo settembre nessun bambino può essere ricoverato nel reparto di pediatria. Riteniamo, che sia cosa buona e giusta suonare, ballare, cantare, ma è un diritto di ognuno di noi far sentire la propria voce in ogni sede. Considerato, che in un anno avete avuto l’opportunità di gestire “due estate” e che non avete avuto la capacità di mantenere, anzi deprezzando quello già esistente, lasciato dalle amministrazioni (Calabretta “Di Cunsolo”) e Mancini. Noi sud, per il bene dei cittadini e della nostra città, “ex Perla dello Ionio”

                                                                               C h i e d e                                                                          

al Sindaco, Ing. Leonardo Taverniti, un atto di coraggio, rimettendo il suo mandato agli elettori, che sicuramente capiranno di aver sbagliato a dare la fiducia a governare una città importante come la nostra ex Rimini del sud.

Soverato, 29/08/12

Noi Sud la Segreteria Generale

Rag, Cosimo Schiavone

Rassegna Stampa del 29.08.2012 da " Soverato Dolci " (Video)

Rassegna Stampa del 29.08.2012 da " Soverato Dolci " (Video) - 1.0 su 5 basato su 1 voto

SOVERATO - Rassegna stampa da corso Umberto I, dallo storico Bar "Soverato Dolci", per la consueta lettura delle notizie in uscita sui quotidiani locali del nostro comprensorio. Buona visione.

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo

Rizziconi: uccisi padre e due figli

Rizziconi: uccisi padre e due figli - 5.0 su 5 basato su 1 voto

PoliziaRIZZICONI - Tre persone, padre e due figli, Reno, Antonio e Francesco Borgese, 48, 27 e 21 anni, sono state uccise a Rizziconi. Il triplice omicidio è accaduto in una piazza vicino la scuola elementare del paese. La Polizia, al momento, esclude il movente mafioso ed indaga in varie direzioni. Le tre vittime erano tutte incensurate. Si valuta se il triplice omicidio sia accaduto al culmine di una lite o per altri fatti non collegabili a vicende di 'ndrangheta. (ANSA)

Chiusura reparto pediatria Soverato: l'amarezza dei pediatri (comunicato)

Chiusura reparto pediatria Soverato: l'amarezza dei pediatri (comunicato) - 5.0 su 5 basato su 1 voto

SOVERATO - In merito alla delibera del Presidente della Giunta regionale i pediatri di libera scelta del DSB n. 3 di Soverato esprimono, attraverso il seguente comunicato giuntoci in redazione, la loro preoccupazione, amarezza ed il forte dissenso per la decisione politica adottata dalla Regione:

I pediatri di libera scelta del DSB n° 3 di Soverato esprimono viva preoccupazione, profonda amarezza e forte dissenso nei riguardi della delibera n° 1612 del 13/06/2012 del Presidente della giunta regionale della Regione Calabria – recepita con dpgr n°102 del 05/07/2012 – con cui praticamente è stata disposta la chiusura del reparto di pediatria del PO di Soverato. A partire dal 01/09/2012 ,infatti, non sara' piu' possibile alcun ricovero in regime ordinario, saranno mantenuti due posti letto per la Fibrosi Cistica fino al trasferimento del Centro Regionale presso il PO di Lamezia Terme, mentre incerto e' il destino dei posti letto di DH e DS. Rifiutiamo la logica che antepone il freddo calcolo delle risorse alla tutela della salute dei cittadini, soprattutto se si tratta di bambini, e chiediamo con quale criterio si decida di azzerare i posti letto pediatrici mantenendo, invece, quasi inalterati quelli di medicina e chirurgia, quando i bambini rappresentano circa il 20-25% della popolazione generale e sono quelli che, statisticamente, insieme agli anziani, si ammalano più frequentemente: riteniamo, come pediatri di famiglia, di intervenire a tutela della salute dei piu' piccoli, penalizzati fortemente da tale provvedimento, tenuto conto anche dei disagi delle famiglie che si vedranno costrette a ricoverare i propri figli presso il presidio ospedaliero di Lamezia Terme (ospedale territoriale di riferimento della nostra ASP). 

Siamo convinti che tale decisione non portera' alcun beneficio neanche dal punto di vista economico, infatti il personale rimarrà invariato, non ci sara' alcuna contrazione del numero dei ricoveri ordinari, ne' probabilmente della durata media della degenza. Sentiamo l'obbligo di manifestare la nostra solidarieta' verso i colleghi del reparto di pediatria e verso tutto il personale che da trenta anni lavorano con dedizione, competenza e spirito di abnegazione per mantenere vivo questo reparto, che ha rappresentato un punto di riferimento per l'intera regione, una realta' riconosciuta per la sua attivita' culturale e didattica in tutta Italia, unico reparto calabrese che, nel lontano 1996, si propose come centro regionale per la cura della fibrosi cistica. Per tutte le motivazioni sopra esposte invitiamo il presidente della giunta regionale On.le Scopelliti ad intervenire tempestivamente per annullare tale decisione e riformulare la determinazione del numero dei posti letto del nostro ospedale, pur consapevoli della necessita' di ottimizzare le risorse in campo sanitario. Nel rallegrarci per la recente inaugurazione del ristrutturato reparto di pediatria del presidio ospedaliero di Soveria Mannelli, attendiamo fiduciosi una decisione che vada nella stessa direzione per Soverato.

I PEDIATRI DI FAMIGLIA DEL DSB N°3 SOVERATO

Apnea: Homar Leuci pronto al doppio tentativo di record del mondo a Soverato (Video)

Apnea: Homar Leuci pronto al doppio tentativo di record del mondo a Soverato (Video) - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Homar LeuciSOVERATO – Dopo il grande successo dello scorso anno nella "Baia di Soverato", il campione dell'apnea, Homar Leuci (in foto di repertorio), è pronto a portare nuovamente Soverato alla ribalta delle cronache sportive mondiali con ben due tentativi di record del mondo. Il mese di settembre infatti, il campione milanese (pugliese di origine), ancora nella splendida cornice della "Baia di Soverato", tenterà due record del mondo, ovvero quello in assetto costante e quello in assetto variabile. Le telecamere di Soveratiamo hanno raccolto le impressioni dell'apneista che da due mesi lavora nel nostro mare per preparasi al meglio per questa doppia impresa. Con lui, in video, anche Vincenzo Caridi, membro dell'associazione di promozione sociale formata da ragazzi di Soverato, "Imprinting", che sta appoggiando il lavoro di Leuci nel tentativo di promuovere, anche attraverso lo sport, l'immagine di Soverato. Ecco la doppia intervista:

Volley Soverato, continua la preparazione: Jaline in gruppo, Lazarevic non arriverà

Volley Soverato, continua la preparazione: Jaline in gruppo, Lazarevic non arriverà - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Volley Soverato al lavoroSOVERATO – Dopo il week-end di pausa è ripresa ieri la preparazione pre-campionato del Volley Soverato che continua a lavorare sodo in vista dell'inizio del suo terzo campionato consecutivo in serie A2. Con la consueta doppia seduta giornaliera, il neo preparatore atletico, prof. Elmiro Trombino, e l'intero staff-tecnico con il duo Breviglieri-Stella e lo scoutman Franceschi, stanno mettendo "sotto torchio" il rinnovato roster soveratese che, proprio nella giornata di lunedì, si è arricchito di un nuovo elemento. E' giunta infatti in riva allo Jonio la brasiliana Jaline che, come da previsione, si è aggregata al gruppo ad inizio della seconda settimana di lavoro dopo aver risolto i problemi del visto per poi volare dall'altra parte del mondo e giungere finalmente in Calabria. A questo punto sono undici le atlete a disposizione dello staff-tecnico. Mancherebbe all'appello infatti solo la schiacciatrice serba Lazarevic che, a sorpresa, non dovrebbe far parte della squadra, a causa di sopraggiunti problemi che hanno praticamente indotto la società a rinunciare alle prestazione della nazionale serba. A questo punto quindi, il presidente Matozzo sarà costretto a tornare sul mercato per ingaggiare un altro posto 4 che dovrà andare ad occupare, presumibilmente, la casella in banda nello starting-six. Tornando alla preparazione, la mattina, presso l'Hotel-Villaggio "Calaghena", le ragazze svolgono la seduta atletica ed il lavoro di scarico in piscina; il pomeriggio invece, lavoro tecnico-tattico al "Pala Scoppa" (in foto la squadra al lavoro oggi pomeriggio). Prossimamente sono previste anche delle amichevoli fuori regione per le biancorosse, che serviranno per tastare la condizione psico-fisica della squadra ed anche i progressi sotto l'aspetto tecnico-tattico e dell'intesa tra i reparti visto il quasi totale restyling messo in atto in sede di campagna-acquisti dalla società di Via Battisti.

Pietro Mosella

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa