all
Menu

Buon 2013 Catanzaro! Giallorossi corsari a Barletta

Buon 2013 Catanzaro! Giallorossi corsari a Barletta - 5.0 su 5 basato su 3 voti

catanzaro-calcioComincia con tre punti fuori casa il campionato del Catanzaro che oggi pomeriggio espugna lo stadio Puttilli di Barletta. Tre punti pesanti che possono rappresentare la svolta per questo campionato in stile double-face per il giallorossi. Poco importa se la vittoria è giunta a casa del fanalino di coda del campionato, per altro oggi menomato da parecchie assenze, a conclusione di una partita non bella e nervosa tra due compagini storicamente amiche.

Il primo tempo, sterile di occasioni e di emozioni, segna l'assenza di un centrocampo doc per il Catanzaro che deve fare a meno del suo faro Quadri infortunatosi in allenamento. Alla ripresa Cozza stravolge la posizione in campo e con gli innesti di Quadri e D'Alessandro al posto di Orchi e Ulloa precedentemente ammoniti riesce a dare spina dorsale al gioco e a far arrivare palloni d'oro per Russotto e Fioretti. E' infatti quest'ultimo a trasformare un penalty assegnato dal Sig. Maresca che giunge dopo due ripetute percussioni che portano "terminator" e Russotto. La tenuta del gioco da parte dei giallorossi e un buon Pisseri negano al Barletta la gioa del pareggio che tuttavia sarebbe stata ingiusta vista la diversa taratura in campo delle due squadre e, oggi consentitecelo, dei due mister.
Oggi è infatti la giornata di Cozza. La doppia sostituzione è certamente il segreto della vittoria di oggi pomeriggio. La classifica finalmente comincia a sorridere e rende giustizia alla "rivoluzione copernicana" operata da Cozza dopo l'ennesima sconfitta con il Pisa che ha abbandonato le tre punte e costruito domenica dopo domenica il 3-5-1-1 fondato sul sempre più sorprendente Russotto. Da allora è cominciato il "nuovo" campionato del Catanzaro e per i suoi tifosi la musica è un'altra.
Oggi ci piace sottolineare il lento e costante inserimento di Conti che smaltendo la ruggine accumulata in tante domeniche inattive lontano dalle mura del Ceravolo sta assicurando in difesa il controllo delle palle alte e quel pizzico di cattiveria e fisicità che sono mancate all'avvio del nuovo campionato.
Con Bacchetti e Sabatino acquisti "invernali" oggi seduti in panchina, si attende nei prossimi giorni l'innesto di qualche giocatore di qualità per dare spessore e continuità al centrocampo, ad oggi vero tallone d'Achille del gioiellino del patron Cosentino.
Buon 2013 Catanzaro. Chi comincia bene è alla metà dell'opera!

Alessandro Alì

Lotteria di Soverato: I biglietti vincenti

rivivi lotteria

SOVERATO - Sono stati estratti nel pomeriggio presso il Christmas Village i biglietti vincenti della Lotteria di Soverato organizzata dall'associazione Rivivi Soverato.

1° Premio  - 1000 litri di Benzina - biglietto numero 03298

2° Premio  - I Pad 800€ - Biglietto numero 02741

3° Premio  - I Phone 600€ - Biglietto numero 00662

4° Premio  - Set Valigie Pasceri - Biglietto numero 02659

5° Premio  - Collana Lea Urzino - Biglietto numero 02799

6° Premio  - Porta Ombrelli Artigianato Gioffrè - Biglietto numero 02618

7° Premio - Collana Milè - Biglietto numero 03366

8° Premio  - Elettrodomestico Folli Follie - Biglietto numero 00534

9° Premio - Macchina Caffè Sia Store - Biglietto numero 03455

10° Premio - Set 6 tazze Orchidea - Biglietto numero 03146

11° Premio  - Vaso Ottaviani Cavallaro - Biglietto numero 00434

12° Premio - Cena per 2 persone al Miramare - Biglietto numero 00435

I premi possono essere richiesti entro il 31 marzo 2013

Incidente mortale tra Catanzaro e Lamezia

ambulanzaUna scena che si ripete spesso sulla "Due Mari". Una volkswagen Polo ed una Fia Multipla accartocciate e due vite spezzate E.G., di 35 anni, ed S.D., di 33 anni. L'incidente è avvenuto nei pressi dello svincolo Palazzo e le cause sono ancora in corso di accertamento. Sul luogo sono intervenuti gli uomini del 118 e della Polizia Stradale. La ss 280 non è nuova a questi episodi. Purtroppo il mancato rispetto dei limiti di velocità spesso da luogo ad incidenti mortali. Nell'incidente di oggi entrambe le vittime erano a bordo della Volkswagen Polo, ferito il conducente dell'altra vettura.

 

Domani Farmacie chiuse (I turni)

farmaciaSaracinesche abbassate, porte di ingresso sbarrate: la serrata dei farmacisti di lunedì ha una motivazione ben precisa che si legge sul manifesto affisso sulle vetrine di quasi tutte le farmacie della provincia di Catanzaro. "La difesa dei nostri diritti è la difesa del diritto alla salute di tutti i cittadini". Risultato: i cittadini della Provincia di Catanzaro non hanno potuto acquistare farmaci, se non nelle farmacie tenute ad espletare servizio continuativo in base ai turni determinati dall'Azienda Sanitaria territoriale competente.
Questo sciopero è l'ultimo atto di una attività infervorata iniziata dai rappresentanti dei farmacisti della Provincia di Catanzaro da diversi mesi, ovvero da quando l'ASP del territorio ha cominciato a non accettare un tavolo di concertazione sulle problematiche che da sempre affliggono la categoria e i cittadini e ad accumulare un ritardo nei pagamenti che, come era facile prevedere, se non tamponato subito avrebbe raggiunto livelli ingestibili. Ciò che si era paventato all'inizio oggi è realtà: la parte pubblica con la sua inadempienza ha scaricato sui farmacisti l'onere dei farmaci distribuiti in sistema di Convenzione con il SSN, facendosi così "finanziare" dalla categoria per un periodo che non accenna a chiudersi dal momento che sono state pagate solo due delle sei mensilità dovute.
E' evidente che questo approccio non è corretto, e non può essere ulteriormente subito passivamente dai Farmacisti privati. La serrata di oggi è la prova tangibile di uno stato di esasperazione economico-finanziaria e di un malcontento generale dei farmacisti coinvolti, stanchi di essere dei professionisti di serie B se confrontati ai colleghi di altre province calabresi (Reggio Calabria) o Regioni d'Italia.
Dunque, uno sciopero voluto e deciso con unanimità di consensi, e dovuto a tutela delle professionalità di chi viene chiamato ogni giorno a rendere un servizio alla comunità di estrema rilevanza ma che in Calabria viene bistrattato. I farmacisti sono stanchi di essere solo "etichettati" come categoria privilegiata per essere titolari di farmacie storiche! È giusto che la collettività sia portata a conoscenza delle annose questioni della categoria.
Non è ulteriormente possibile che i Farmacisti privati continuino a rispettare nella forma e nella sostanza tutti gli accordi e gli impegni sottoscritti (vedi Distribuzione per Conto), mentre il Governo regionale continua ad approfittare di ogni piega per continuare ad arrampicarsi sugli specchi.

Nel frattempo il Consiglio Direttivo dell'Associazione Titolari della Provincia di Catanzaro si è riunito nella sede di via Italia, 81. La protesta finirà per inasprirsi con ulteriori manifestazioni qualora nei prossimi giorni il Direttore Generale dell'ASP di Catanzaro Dott. Gerardo Mancuso e il Direttore Generale della Regione Calabria Avv. Franco Zoccali (firmatari dell'accordo) non daranno certezze sul pagamento delle mensilità arretrate; pagamenti regolari (mensili) ed un tavolo di concertazione concreto non illusorio con i Dirigenti dell'ASP sui temi più urgenti quali interessi da ritardato pagamento.
La pubblica amministrazione dichiara di operare nell'interesse del cittadino ma in realtà va in tutt'altra direzione. Lo dimostra il fatto che non raccoglie le significative aperture date da Federfarma in direzione di un reale ammodernamento del servizio farmaceutico.
Per il Presidente di Federfarma non è una questione di principio ma la protesta nei confronti di un sistema chiuso, che non accenna approcci al dialogo istituzionale e costruttivo. È per questo che è intenzione dei farmacisti della Provincia di Catanzaro utilizzare tutti gli strumenti che la legge riconosce per la manifestazione delle loro doglianze, nel pieno rispetto della comunità (informando tempestivamente sulle farmacie di turno tenute al servizio continuativo nel corso dello sciopero) e mantenendo pur sempre aperta la strada della concertazione purché sia seria, reale e risolutiva.

Catanzaro 06/01/2013

IN ALLEGATO LE FARMACIE APERTE DI TUTTA LA PROVINCIA

Federfarma Catanzaro
Il Presidente
Dott. Vincenzo Defilippo

 

Tentativo di furto nella chiesa di Soverato Superiore

Tentativo di furto nella chiesa di Soverato Superiore - 5.0 su 5 basato su 4 voti

SGERARDO1SOVERATO - Oggi pomeriggio, intorno alle ore 15, alcune persone, di identità ignota, hanno tentato di forzare la porta laterale della chiesa Maria SS.Addolorata di Soverato Superiore. Sembrerebbe che il tentativo di intrusione, perpetrato in pieno giorno, non abbia avuto esito positivo per i malviventi, in quanto gli stessi, forse dopo aver sentito qualche rumore nelle vicinanze, avrebbero desistito dal tentativo lasciando per terra tutto il materiale che stavano usando per scassinare il portoncino. Questo episodio non costituisce un fatto isolato, poichè Soverato Superiore, nell'ultimo mese, ed in varie zone, è stata interessata da diversi furti, e tentativi di furto, in abitazioni private. Gli atti criminosi, in diversi casi, come avvenuto per la chiesa, sono stati effettuati in pieno giorno, e quindi, forse, con la consapevolezza di non essere disturbati. Molta parte della cittadinanza di Soverato Superiore teme l'escalation di questi avvenimenti, visto che la sistematicità degli stessi, potrebbe far pensare ad una banda organizzata. Non si conosce al momento l'entità dei danni subiti dalla chiesa di Soverato Superiore.

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo

Volley C maschile: quinto "squillo" della Fusion Soverato

Volley C maschile: quinto "squillo" della Fusion Soverato - 3.0 su 5 basato su 2 voti

fusion castro 1CASTROVILLARI - La Fusion Volley Soverato inizia nel migliore dei modi il nuovo anno espugnando al tie-break il parquet del Capani Gelateria Castrovillari (22-25, 25-22, 22-25, 25-20, 10-15) nel match valevole per l'undicesima giornata del campionato di serie C. La compagine della presidentessa Daniele ha inanellato quindi il quinto successo consecutivo, rafforzando la terza posizione in piena zona play-off. Complice l'influenza che ha colpito in settimana alcuni atleti, coach Bosco ha optato per qualche variazione nello starting-six. La Fusion infatti è partita con la diagonale formata da Caracciolo e Mazzarelli, Citriniti e Daniele al centro, Di Resta e l'ex Renzo in banda con Giglio libero. In panchina figuravano Scibilia, Carbone e Gatto mentre l'opposto Scalise era indisponibile.
L'avvio di gara vede subito un buon ritmo; la Fusion si dimostra attenta e concentrata in tutti i fondamentali. I soveratesi conducono nel punteggio anche di sei lunghezze. Il Castrovillari cerca di rientrare ma il Soverato, pur facendosi rosicchiare qualche punto, riesce comunque a chiudere in proprio favore sul 22-25 portandosi quindi in vantaggio.fusion castro 2
Nel secondo set puntualmente arriva la reazione dei padroni di casa che, sin dall'avvio, si dimostrano più determinati e tengono testa ai soveratesi. Si gioca punto a punto, e si arriva nel momento cruciale quando, un turno di battuta favorevole ai locali con uno dei due centrali, consente l'allungo decisivo. Il Castrovillari s'impone per 25-22 e riporta le sorti del match in parità, approfittando anche di qualche errore della Fusion, apparsa un po' meno lucida rispetto al set precedente.
Il terzo parziale vede in avvio ancora i locali sugli "scudi" e la Fusion e' costretta a rincorrere gli avversari avanti di un paio di lunghezze. Mazzarelli e compagni però non si scompongono, mantengono la calma e la concentrazione, e gradualmente ricuciono lo svantaggio. La fase centrale del set si gioca sul filo dell'equilibrio; quando ci si avvicina alle battute finali ed i palloni pesano, gli ospiti staccano i locali riuscendo poi a gestire il vantaggio. I soveratesi s'impongono con lo stesso punteggio del primo parziale (22-25) e riprendono quindi il comando della gara (1-2).
Si va al quarto set con la Fusion che ha quindi la possibilità di chiudere mentre il Castrovillari, spalle al muro, non può sbagliare. Il Soverato in questo parziale che si gioca sull'equilibrio, s'innervosisce a causa di alcune decisioni arbitrali discutibili. Inoltre, il set si allunga ulteriormente a causa di un'interruzione del gioco per l'accidentale caduta di acqua sul parquet. Ciò, aumenta la tensione in casa soveratese, i locali ne approfittano, e riescono ad aggiudicarsi il parziale per 25-20 rimandando ogni discorso al decisivo tie-break.
L'ultimo atto del match e' emozionante e vede partire bene la Fusion che, al cambio di campo, e' avanti 5-8. Il Castrovillari però non demorde, prova a rientrare ed accorcia sul 7-9. Il Soverato però è determinato e, complice anche un errore del centrale avversario, si porta sull'8-11. Poi Mazzarelli sbaglia in difesa sul tocco a muro avversario (9-11), ma si rifà in attacco subito dopo (9-12). Daniele va in battuta e la Fusion realizza il punto del 9-13; Castrovillari risponde ancora una volta (10-13). La Fusion però fa valere la sua esperienza e si procura quattro match-point con capitan Mazzarelli. Alla compagine di Bosco basta però, basta il primo per chiudere la contesa con Renzo e conquistare due punti importanti e proseguire la striscia positiva.

Pietro Mosella

I giovani del Pdl intervengono sulla situazione politica a Soverato

I giovani del Pdl intervengono sulla situazione politica a Soverato - 3.9 su 5 basato su 14 voti

pdlNegli ultimi giorni, abbiamo avuto modo di leggere sulle pagine di siti e quotidiani locali, un susseguirsi di articoli contenenti analisi e riflessioni da parte di quasi tutti i consiglieri della minoranza di Soverato. Sebbene riteniamo legittima e sacrosanta, la possibilità per qualsiasi cittadino di esprimere la propria opinione, ci teniamo a dire che non condividiamo né la forma e né i contenuti dei suddetti comunicati. Abbiamo l’impressione che attraverso gli stessi, si faccia del disfattismo gratuito e fine a se stesso, al solo ed esclusivo scopo di denigrare i propri avversari politici e non a contribuire realmente con proposte serie, concrete e credibili al bene della collettività collettività. Troviamo troppo facile ed elementare il modus operandi della minoranza, la quale tende solo ed esclusivamente a demolire l’enorme mole di lavoro prodotta ei 19 mesi di amministrazione Taverniti, in condizioni peraltro estremamente più complesse e difficoltose rispetto al passato.
Ci piacerebbe vedere i consiglieri di minoranza, impegnati nella redazione di progetti, nella formulazione di analisi obiettive dei problemi della nostra città; nel proporre alla maggioranza, concrete strategie di risoluzione degli stessi; ci piacerebbe vederli essere costruttivi almeno per una volta e non sempre impegnati nella demonizzazione di qualcuno, negli attacchi personali al Sindaco, nei risentimenti personali forse risalenti al passato. Crediamo che Soverato abbia bisogno di meno chiacchiere e di più pragmatismo e in tal senso ci sentiamo di fare un plauso al Sindaco Taverniti, il quale si sta spendendo instancabilmente nel tentativo di dare alla nostra cittadina un futuro e con lui l’Amministrazione tutta. Siamo certi che il proficuo lavoro posto in essere in questi difficili 19 mesi, darà nel breve e soprattutto lungo termine dei grandi risultati di cui beneficerà tutta la comunità soveratese. Da parte nostra, cercheremo di essere sempre al fianco dell’Amministrazione, in maniera costruttiva e responsabile, nel tentativo di dare il nostro piccolo contributo di idee.

I GIOVANI DEL PDL DI SOVERATO


Christmas Village: prima dell'arrivo della Befana l'estrazione della Lotteria di Soverato

Christmas Village: prima dell'arrivo della Befana l'estrazione della Lotteria di Soverato - 1.0 su 5 basato su 1 voto

rivivi lotteria

L'Associazione "Rivivi Soverato" ricorda che domenica 6 Gennaio, in attesa dell'arrivo della Befana, alle ore 15 presso il Christmas Village di Piazza Matteotti si terrà l'estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria di Soverato. In palio 1000 litri di carburante e numerori altri premi.

Vi aspettiamo numerosi

biglietto lotteria

Satriano: il comune inizia "timidamente" la raccolta dei rifiuti

SPAZZATURA CITTADELLASATRIANO  - E' iniziata oggi, dopo giorni di completa inattività, la raccolta dei rifiuti a Satriano. In particolare, nella frazione marina, gli uomini della ditta incaricata hanno provveduto a ripulire "lo scempio" che dava bella mostra di se all'ingresso della frazione denominata "Cittadella". La frazione era stata interessata da un cambio di "location" per i cassonetti di raccolta ma, diversi cittadini non propriamente "civici", continuavano a lasciare i loro rifiuti a terra senza alcuna cura. Per l'ennesima volta il comune ha proceduto alla pulizia dell'area con la speranza che, tra i buoni auspici del nuovo anno, ci sia anche quello di non dover raccogliere i rifiuti in aree non più destinate al loro deposito. Rimane comunque ancora alto l'allarme anche a Satriano, come in tutta la provincia. Sono diverse le aree da sgomberare anche a ridosso della zona ripulita oggi. Intanto ieri i sindaci del comprensorio hanno incontrato il Prefetto per l'emergenza. Dall'incontro è uscito fuori l'auspicio che il commissario straordinario riesca a sboccare la situazione con l'apertura di una discarica che possa aiutare quella di Alli allo smaltimento dei rifiuti di tutto il catanzarese.

 

Disoccupazione, da Coldiretti un no alla rassegnazione

coldiretti calabriaLa Coldiretti Calabria interviene con un comunicato sui dati negativi, diffusi da UnionCamere, sulla disoccupazione in Calabria, che esorta ad un patto sociale di responsabilità con i protagonisti della vita economica e sociale. Ecco il comunicato della Coldiretti.

Drammaticamente, persiste ormai da molti anni, una grave insufficienza in pagella per quanto concerne la disoccupazione in Calabria. E’ evidente davanti ad un dato che si appalesa strutturale che più di qualcosa non va! I dati diffusi da UnionCamere – commenta Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria -  che attestano la nostra regione al top della classifica delle regioni con più disoccupati, con un tasso del 20,6% impongono una inversione di tendenza con politiche di ben più ampia portata e non assistenzialistiche e improduttive destinate unicamente ad alimentare il sistema. Occorre però non rassegnarsi e reagire, è l’invito di Coldiretti Calabria, avere coraggio triplicando le energie indirizzando la spesa nel rispetto della vocazione dei territori: i dati dell’Unione delle Camere di Commercio confermano che una spesa generalista e a pioggia basata sui fondi comunitari non è sufficiente a risolvere i problemi della disoccupazione e il destino poi per tanti giovani non può che essere quello di malati di precarietà.  All’inizio del 2013 bisogna rovesciare la clessidra riconoscendo gli errori senza costruirsi alibi con un approccio culturale diverso; una sorta di “riforma epocale” – accentua  Molinaro – rispettando le  vocazioni dei territori, con un patto di responsabilità operativo, con i “protagonisti” della vita economica e sociale in modo da invertire la tendenza e tonificare i seppur gracili germogli di ripresa avviando una crescita intelligente. Per Molinaro, sono almeno quattro  i capisaldi sui quali necessariamente puntare l’attenzione: occupazione, produzione di valore aggiunto, competitività sui mercati e sostenibilità ambientale. Sono quattro tappe – ad avviso del Presidente di Coldiretti Calabria - che possono permettere di fare investimenti, senza i quali non ci può essere sviluppo duraturo, nonchè fortificare il mercato interno, dal quale dipende il vero recupero dei livelli occupazionali.  Dopotutto il dato sulla disoccupazione nel Trentino Alto Adige il cui tasso si ferma al 5,8 ed è il più basso in Italia e in Europa, ne è la dimostrazione palese proprio perché ha da sempre puntato sulla vocazione del territorio e sulla qualità della spesa. Altro tema che non può essere rinviato – aggiunge Molinaro - deve essere il processo di selezione della dirigenza della Pubblica Amministrazione che deve essere trasparente e non basato sulla fedeltà al capo di turno o tessere di partito, bensì sulla meritocrazia e competenze  e su un impegno quotidiano e fattivo con risultati misurati e premiati per chi pone in atto meccanismi virtuosi in direzione della semplificazione e sussidiarietà che serve a migliorare l’essenziale  rapporto tra tecnocrati, politici e società responsabile.  La burocrazia, è un veicolo fondamentale ed è necessario dove occorre, un ricambio basato su requisiti misurabili ed oggettivi individuando chi non lavora o lavora male. In Calabria occorre su questo aspetto una accelerazione consistente– conclude Molinaro – perché la spesa, le riforme, le innovazioni,  devono essere seguite e monitorate costantemente  con una dirigenza nel sistema pubblico regionale allargato che non si culli su situazioni di rendita che molto spesso sono improduttive e basate sulla gestione dell’ordinario. 

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa