all
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 77
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/ajax.googleapis.com/ajax/libs/jquery/1.8/jquery.min.js
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/media/k2/assets/js/k2.frontend.js?v2.7.1&sitepath=/
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/plugins/system/jcemediabox/js/jcemediabox.js?2ee2100a9127451a41de5a4c2c62e127
Menu

Alluvione, bruciati almeno 15 milioni di euro

  • Scritto da
  • Vota questo articolo
    (0 Voti)

spalate fangoSOVERATO - L'alluvione di martedì notte in meno di tre ore si è mangiato dai 15 ai 20 milioni di euro in danni a strutture pubbliche, attività e abitazioni private, secondo una prima stima prudente da parte di fonti ufficiali dell'amministrazione. Stima che potrebbe anche cambiare, via via che si accertano i danni e che le richieste di risarcimento arrivano in Comune.Tra i maggiori disastri, le due strutture costruite grazie a finanziamenti regionali che avevano l'obiettivo di farne il fiore all'occhiello della città: l'Acquario, invaso dall'acqua che ha mandato in  tilt i sofisticati macchinari che servivano a tenere in funzione le vasche, per il quale si parla già di almeno 2 milioni di euro di danni; il Teatro cittadino, altro luogo simbolo, dove l'acqua è arrivata alle poltroncine di prima fila, con danni che qualcuno stima fino a 500 mila euro. Poi ci sono le strade danneggiate, come via Bruno da Colonia e via Corrado Alvaro, arterie di comunicazione importanti tra il centro e le periferie, chiuse ieri con ordinanza del sindaco. Vista l'allerta meteo, il sindaco ha prorogato la chiusura delle scuole anche per oggi e domani, così come di altri edifici pubblici dell'Asp e dell'Agenzia delle entrate. Infine, i danni ai cittadini. Dolorosi non solo perché inaspettati, ma anche perché spesso interessano beni di valore affettivo, oltre che economico. Solo pochi scantinati e seminterrati delle numerose zone colpite dall'acqua, infatti, sono sfuggiti alla devastazione. E insieme alla merce accatastata da negozi e supermercati, alle riserve di magazzino di studi professionali e piccole aziende, sono andati distrutti o danneggiati anche mobili, autovetture, ciclomotori e beni di famiglia che si ritenevano al sicuro. Tanti gli sfoghi raccolti tra le vie Magna Grecia e S. Giovanni Bosco, ancora ricoperte di fango. "Abbiamo avuto danni notevoli, e stiamo facendo l'inventario per chiedere il risarcimento", spiega Lorella, proprietaria insieme alla sua famiglia della boutique "Valentino", all'angolo con viale Kennedy. E l'angoscia per quanto è successo cresce quando arriva la sorella, Marilù, residente in uno dei palazzi di via S. Giovanni Bosco più colpiti dall'alluvione, che ne ha invaso completamente lo scantinato, lasciando lo stabile senza corrente e senz'acqua (la cabina dell'Enel nelle vicinanze è stata sommersa, ndr), e costringendo alcuni nuclei familiari a "sfollare". Gli uomini dell'unità di crisi costituita prontamente dal Comune, comunque, ieri si sono attivati per risolvere le situazioni più difficili. E alla fine è tornata la corrente in via S. Giovanni Bosco, e si è lavorato al ripristino delle altre strade più compromesse.

Teresa Pittelli

                                                                                                                                                                                                                                                

Eccellenza, sfida tra Soverato e Palmese in diretta TV

Eccellenza, sfida tra Soverato e Palmese in diretta TV - 5.0 su 5 basato su 1 voto

lo stadio_B.SinopoliSOVERATO – Sabato di calcio per la cittadina jonica, che proverà a trascorrere novanta minuti in tranquillità dopo i recentissimi eventi climatici che l’hanno colpita. L’incontro valido per la dodicesima giornata del campionato di calcio di Eccellenza tra la Virtus Soverato e la Palmese si giocherà sabato alle 14,30 al “Baldassarre Sinopoli”, con diretta televisiva offerta da Telespazio TV. Una lodevole iniziativa dell’emittente con sede a Catanzaro, questa di trasmettere ogni sabato l’anticipo di campionato. Il Soverato è reduce dalla qualificazione in finale di Coppa Italia Dilettanti, ma ha perso l’ultima sfida di Eccellenza nella trasferta di Scalea in modo bruciante per com’è maturata. Dall’altra parte gli avversari della Palmese hanno conquistato i 3 punti vincendo per 2-0 il match contro la Real San Marco, grazie alle marcature di Savino e Zappia.  Salerno dovrà fare a meno dello squalificato Agosto, difensore biancorosso espulso per doppia ammonizione nell’ultima partita. Sarà una sfida di alta classifica, perché una vittoria per entrambe le squadre significherebbe avvicinarsi sensibilmente al vertice: la Palmese è, infatti, quinta con 17 punti, e il Soverato ottavo con 15 lunghezze. I nero-verdi allenati da Giovinazzo cercano punti e bella prestazione, sia per questioni legate alla classifica, sia probabilmente per fare bella figura davanti alle telecamere, ma il Soverato del Presidente Daniele Rossi (in foto con il Direttore Sportivo Alberto Schiavone) sicuramente non starà a guardare e farà di tutto per conquistare la vittoria. La squadra ospite è senza dubbio da prendere con le molle, mister Salerno dovrà attuare le mosse giuste per conquistare la vittoria.

Francesco Gioffrè

 

 


Tutti pazzi per il Burlesque.

  • Scritto da
  • Vota questo articolo
    (1 Vota)
Tutti pazzi per il Burlesque. - 3.0 su 5 basato su 1 voto

Dal cappello a cilindro della cultura vintage salta fuori il parodistico revival del burlesque, un genere di spettacolo che anno dopo anno sta prendendo sempre più piede nei programmi televisivi e nei locali di tutta Europa e d'Italia. Le radici del Burlesque originale vanno ricercate in Inghilterra: nato nel XIV secolo come opera scritta, dalle sfumature burlesche e gli intenti satirici e "caricaturistici", ispirata a scritti drammatici che erano in voga all'epoca, nell'Ottocento diventa una rappresentazione teatrale che abbandona lo stile della critica letteraria comica, e diventa uno spettacolo-passatempo, simile al nostro cabaret, per intenderci. È negli Stati Uniti, alla fine dell'Ottocento, che questo tipo di spettacolo cambia stile e si trasforma in una versione più vicina a quella che intendiamo noi oggi parlando di burlesque. Uno spettacolo di svago per adulti, basato su scene comiche dallo sfondo erotico e malizioso, condito con canti, danze e scenette con battute a doppio senso, al quale successivamente è stata aggiunta la nota piccante dello strip-tease. Insomma un nudo scenico sensualmente miscelato con una buona dose di ironia, un varietà in cui le ballerine col passare del tempo diventavano sempre più svestite. Oggi tutti abbiamo in mente lo striptease di Dita Von Teese nel gigante bicchiere del Martini, ormai diventata un'icona del "Burlesque" che ha lanciato una vera e propria moda: dall'acconciatura dei capelli anni cinquanta alla lingerie a vista ai rossetti laccati, indiscusse tendenze in voga dal 2010. Pin-up dalla pelle candida e rossetti accesi, strette in corpetti provocanti e lingerie di pizzo, piume e paillettes, sono le componenti essenziali del "new-burlesque", che in Italia è in ascesa da un paio d'anni a questa parte. Un mix di ironia, sensualità e malizia avvolge le sorridenti e ammiccanti ballerine che, senza prendersi troppo sul serio, sfoggiano la loro femminilità, stuzzicando lo spettatore senza soddisfare mai a pieno i suoi desideri. E questa simpatica e piccante atmosfera animerà, questo venerdì sera, il Legend Wine Bar a Soverato, dove il "Rosa Divina Burlesque Show" ammorbidirà la notte a tutti gli avventori!

 

Maria Emanuela Mascaro

Dal cappello a cilindro della cultura vintage salta fuori il parodistico revival del burlesque, un genere di spettacolo che anno dopo anno sta prendendo sempre più piede nei programmi televisivi e nei locali di tutta Europa e d’Italia. Le radici del Burlesque originale vanno ricercate in Inghilterra: nato nel XIV secolo come opera scritta, dalle sfumature burlesche e gli intenti satirici e “caricaturistici”, ispirata a scritti drammatici che erano in voga all’epoca, nell’Ottocento diventa una rappresentazione teatrale che abbandona lo stile della critica letteraria comica, e diventa uno spettacolo-passatempo, simile al nostro cabaret, per intenderci. È negli Stati Uniti, alla fine dell’Ottocento, che questo tipo di spettacolo cambia stile e si trasforma in una versione più vicina a quella che intendiamo noi oggi parlando di burlesque. Uno spettacolo di svago per adulti, basato su scene comiche dallo sfondo erotico e malizioso, condito con canti, danze e scenette con battute a doppio senso, al quale successivamente è stata aggiunta la nota piccante dello strip-tease. Insomma un nudo scenico sensualmente miscelato con una buona dose di ironia, un varietà in cui le ballerine col passare del tempo diventavano sempre più svestite. Oggi tutti abbiamo in mente lo striptease di Dita Von Teese nel gigante bicchiere del Martini, ormai diventata un’icona del “Burlesque” che ha lanciato una vera e propria moda: dall’acconciatura dei capelli anni cinquanta alla lingerie a vista ai rossetti laccati, indiscusse tendenze in voga dal 2010. Pin-up dalla pelle candida e rossetti accesi, strette in corpetti provocanti e lingerie di pizzo, piume e paillettes, sono le componenti essenziali del “new-burlesque”, che in Italia è in ascesa da un paio d’anni a questa parte. Un mix di ironia, sensualità e malizia avvolge le sorridenti e ammiccanti ballerine che, senza prendersi troppo sul serio, sfoggiano la loro femminilità, stuzzicando lo spettatore senza soddisfare mai a pieno i suoi desideri. E questa simpatica e piccante atmosfera animerà, questo venerdì sera, il Legend Wine Bar a Soverato, dove il “Rosa Divina Burlesque Show” ammorbidirà la notte a tutti gli avventori!

Ranieri International, a Trapani un'impresa "impossibile"

  • Scritto da
  • Vota questo articolo
    (1 Vota)
Ranieri International, a Trapani un'impresa "impossibile" - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Roberto Lo_Giacco_playmaker_Ranieri_International_SoveratoSOVERATO - Dopo la batosta casalinga di sabato scorso con il fanalino di coda Ragusa, la Ranieri International Soverato prepara la "sfida impossibile" che disputerà domenica pomeriggio alle ore 18 sul parquet della capolista Trapani. I siciliani, dopo nove giornate del campionato di DNC girone I, guidano la classifica a punteggio pieno. Soverato dovrà quanto meno cercare di limitare i danni ed offrire una reazione sotto il profilo caratteriale. Sulla sfida di domenica prossima, è intervenuto, alle telecamere di soveratiamo.com, il playmaker Lo Giacco, in una video-intervista di seguito riportata:

 

 

Assitur Soverato, si cerca la prima vittoria esterna

Simona RotondoSOVERATO - Dopo il primo successo in campionato nel soffertissimo tie-break di domenica scorsa in casa con Fontanellato, l'Assitur Corriere Espresso Soverato si prepara per la trasferta pugliese di San Vito dei Normanni, domenica alle ore 18, nell'ottava giornata del campionato di serie A2. Una sfida-salvezza di capitale importanza per entrambe le compagini, appaiate in classifica a quota cinque punti in piena zona-retrocessione. A tal proposito ecco la video-intervista realizzata con la centrale biancorossa Simona Rotondo:

 

Anche i migliori amici dell'uomo colpiti dall'alluvione

  • Scritto da
  • Vota questo articolo
    (0 Voti)

canileSOVERATO - Anche se nel Soveratese, giustamente, la concentrazione è tutta su negozi stracolmi di fango, strade dismesse e gente sfollata con le case ridotte molto male, vogliamo porre l'attenzione, grazie alla segnalazione di Serena Voci, sulla situazione che si è venuta a creare nel canile di Soverato. E questo anche per dire che in queste situazioni di emergenza gli animali purtroppo sono le prime vittime, anche loro colpiti, forse per primi, dalle ondate di maltempo. Gli amici ospiti del canile di Soverato, di cui Serena Voci è responsabile, la mattina del 23 novembre sono stati ritrovati, dai volontari stessi, in una situazione disastrosa, già alle 6,30, al rifugio la strada per raggiungere il canile era completamente inghiottita, e gli operatori hanno dovuto lasciare i mezzi molto lontano per recarsi a piedi fra frango, canne e rifiuti portati dall'acqua. Giunti davanti al cancello, i volontari si sono subito preoccupati di constatare lo stato di salute dei cani, e fortunatamanete erano tutti salvi e stavano bene, poi si è passati allo sgombero della parte superiore del canile, poichè la montagna che si trova alle spalle della struttura di cemento, si era smossa e aveva provocato caduta di fango a volontà. Tutti i volontari, si sono adoperati per spalare il fango e per spostare i cani nella parte più bassa del canile, dove fortunatamente non c'erano danni. Dopo circa otto ore di lavoro si è quasi tornati alla normalità, ma il problema grosso rimane la strada, che risulta inagibile e non praticabile. La responsabile del canile, Serena Voci, che ringraziamo per la segnalazione ed il resoconto inviato, ha chiesto l'intervento dei vigili del fuoco e delle istituzioni per cercare di risolvere il problema. Qui di seguito la gallery che documenta i danni subiti dalla struttura.

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo 

Guarda la Gallery

Perchè non rinviare il mercatino del venerdì?

Perchè non rinviare il mercatino del venerdì? - 4.4 su 5 basato su 7 voti

Fausto PettinatoConsiderato la gravità della situazione meteorologica che ha investito Soverato la notte tra il 22 e il 23 u.s.; considerato che la Città è avvolta dal fango; considerato i disagi dei cittadini e degli operatori economici;  considerato che ancora parte della Città è senza energia elettrica; considerato che il Sindaco (giustamente) ordina anche per giorno 25  e 26 la chiusura delle Scuole a causa del perdurare dello stato di allerta; considerato che persiste uno stato emergenziale anche dei rifiuti solidi urbani; considerato che “permangono le situazioni di emergenza meteo sul territorio comunale”:

Perchè non si è ritenuto opportuno rinviare anche il mercatino del venerdì 25?

E di conseguenza, perché i cittadini di Soverato dovranno subire altri disagi?

Quali sono gli elementi oggettivi che non consentono di procrastinare il rinvio del mercato del venerdì?

Soverato 24/11/11  

Fausto Pettinato

 

            

Gli ambulanti sfidano il fango: il mercatino si farà

  • Scritto da
  • Vota questo articolo
    (2 Voti)
Gli ambulanti sfidano il fango: il mercatino si farà - 3.0 su 5 basato su 2 voti

Il mercato di SoveratoSOVERATO - Domani il mercatino del venerdì avrà regolarmente luogo, perché gli ambulanti pur di non saltare un altro giorno di lavoro a Soverato si sono accollati la spesa della pulizia dal fango e dai detriti dell'area mercatale. Lo ha dichiarato a soveratiamo.com Pascasio Matacera, assessore alle attività produttive, spiegando che i rappresentanti sindacali dei commercianti erano stati convocati stamattina in Comune, per essere resi edotti della situazione dell'area mercato, una delle più colpite dall'alluvione di martedì notte. Effettuato un sopralluogo sul posto, tanto gli uomini dell'amministrazione quanto gli ambulanti hanno constatato che in effetti la zona non era ancora praticabile. "In un primo tempo hanno chiesto aiuto a noi, ma i nostri mezzi erano tutti impegnati in situazioni urgenti e ancora più critiche, come il ripristino della corrente e dell'acqua in via S. Giovanni Bosco", riferisce Matacera. Alla fine gli ambulanti hanno trovato la soluzione, proponendo all'amministrazione di provvedere di tasca propria alla pulizia dell'area intorno a piazza Cimarosa e viale Kennedy. Una tenacia alla fine premiata, perché la proposta è stata accettata. "Abbiamo voluto dare un segno di disponibilità alla categoria, che era già sul piede di guerra venerdì scorso per lo stop al mercato a causa della situazione dei rifiuti", spiega Matacera. "Far saltare il mercato per due venerdì di seguito avrebbe avuto ricadute forse troppo pesanti sul lavoro di queste persone, soprattutto in questi tempi di crisi". In queste ore la ditta incaricata è a lavoro per cercare di rendere una delle zone più colpite dall'acqua e dal fango pulita e agibile, in tempo per ospitare le bancarelle domani mattina.

Teresa Pittelli

                                                                                                                                                                                                                                                            

Un nuovo acquisto per il Montepaone

SportWEBMONTEPAONE - Si rinforza il Montepaone calcio, del resto il nuovo presidente di nazionalità indiana, Kumar Pawan, lo aveva promesso e, dopo gli acquisti dei fratelli Antonio e Manuel Rocca, attaccante il primo e difensore il secondo, arriva nelle file gialloverdi il forte portiere Antonio Galeano, cresciuto nelle file della squadra gialloverde, per poi disputare da titolare campionati professionistici con il Rende, Bitonto, Cosenza, Nocerina per venire poi ad rinforzare il progetto del vulcanico presidente Kumar Pawan. Il Montepaone calcio disputa il campionato di promozione girone B, ora la squadra allenata da mister Trapasso è sicuramente più completa e potrà ben figurare nel suo prosieguo di campionato.

GIANNI ROMANO

Soverato - Scuole chiuse anche 25 e 26. Chiusi anche gli uffici di P.zza Casalinuovo.

Soverato - Scuole chiuse anche 25 e 26. Chiusi anche gli uffici di P.zza Casalinuovo. - 5.0 su 5 basato su 1 voto

tavernitiIl Sindaco Taverniti ha emesso due ordinanze sindacali con le quali dispone la chiusura dei plessi scolastici per giorno 25 e 26 novembre e la chiusura, fino ad ultimazione dei lavori di ripristino dei danni dell'alluvione, di Via Corrado Alvaro. Un'ulteriore ordinanza dispone la chiusura dell'Agenzia delle Entrate e dell'Asp di Piazzale Casalinuovo. Intanto continuano incessantemente i lavori per il ritorno alla normalità della città.

Scorri la pagina per scaricare le ordinanze originali.

La Redazione


Visualizzazione ingrandita della mappa

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa