all
Menu

L'utilizzo del defibrillatore, il 22 novembre incontro a Guardavalle

locandina utilizza defibrillatore.L'Associazione "Un Piccolo Sorriso" di Guardavalle organizza per giorno 22 novembre 2012 alle ore 18:00 nella sala Consiliare del Comune di Guardavalle Superiore L'ILLUSTRAZIONE E DIMOSTRAZIONE PRATICA DELL'UTILIZZO DEL DEFIBRILLATORE. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. Relatore della serata sarà il DR.Nicola Lentini, commissario e volontario della Croce Rossa Italiana di Badolato. Il Dr Lentini esercita la sua professione anche al pronto soccorso dell'ospedale di Soverato. L'Infermiere professionale Giovanni Montepaone, referente dell'iniziativa e socio dell'Associazione un Piccolo Sorriso, riferisce che la manifestazione nasce dalla iniziativa "LA PIZZA DEL CUORE" organizzata giorno 3 maggio 2012 a Guardavalle Marina dalla stessa associazione, con lo scopo di raccogliere fondi per acquistare un defibrillatore. Questo è stato poi acquistato da un nostro caro compaesano Ascensionato Lello Carnà, il quale ha voluto offrire il defibrillatore,facendo una donazione tramite il suo Studio di consulenza/Servizi anziendali Carnà. Durante la serata sono stati raccolti circa 400 euro, che serviranno alla manutenzione del defibrillatore. Il tutto rientra in un progetto chiamato VITA. E' un progetto ambizioso continua Montepaone,che ha bisogno per realizzarsi della partecipazione di tutti.Il progetto VITA mira ad assicurare il pronto intervento di defibrillazione precoce per la prevenzione della morte improvvisa da arresto cardiaco dotando il territorio di una rete di defibrillatori semiautomatici per garantire una capillare e tempestiva capacità di soccorso e una idonea formazione e preparazione degli operatori perchè la defibrillazione sarà affidata a personale non sanitario. La consegna ufficiale del defibrillatore alla cittadinanza guardavallese è stata fatta il 21 agosto a Guardavalle Marina durante la serata sulla sensibilizzazione della donazione degli organi "RICORDARE NIKY".

La Redazione

La festa dell’Orto in Condotta a S. Caterina Jonio del 12 novembre

La festa dell’Orto in Condotta a S. Caterina Jonio del 12 novembre - 1.0 su 5 basato su 1 voto

Lina Romeo Nazzareno CircostaCaterina Leto Marisa Gigliotti Francesco Santopolo La festa dell'Orto in Condotta ha registrato anche quest'anno un grande successo. Alla festa hanno partecipato 9.305 bambini di 429 classi delle scuole. Alla festa ha partecipato anche al scuola media dell'istituto comprensivo di S. Caterina Jonio, la cui è la prof.ssa referente Caterina Leto. Alla festa hanno partecipato il produttore Nazzareno Circosta, l'esperto Francesco Santopolo, la docente e referente Caterina Leto, gli alunni della classe della prima media, l'assessore del comune di S. Caterina, Lina Romeo, per la condotta slow food Soverato versante Jonico, Marisa Gigliotti e Vincenza Ussia. Nella mattinata ci ha raggiunto anche la V^ elementare. Il contadino ha portato la verdura ed i frutti di stagione ed ha parlato della sua esperienza, interfacciandosi con i saperi della scienza di cui ha parlato Franco Santopolo. Abbiamo vissuto praticamente il vero senso del progetto di terra madre che vuole dare valore al sapere contadino, riconoscendogli pari dignità rispetto ai saperi ufficiali. Tra i frutti di stagione sul tavolo, c'era anche la mela cotogna, che abbiamo fatto assaggiare ai bambini nella la classe e linsegnante Caterina letoversione "cotognata". Anche alcune mele di montagna, a rischio di estinzione, sono state proposte per la degustazione. Durante l'incontro si è parlato delle castagne e delle problematiche che affliggono i nostri castagneti, ricordando il ruolo del castagno nella storia dell'alimentazione delle nostre genti, che lo chiamavano l'albero del pane. Questo è l'inizio delle nuove attività che verranno svolte durante l'anno in questa scuola, potendo contare sulla disponibilità dell'insegnante e di quella dell'amministrazione Comunale che si prodigherà per risolvere i problemi logistici di mantenimento dell'area da coltivare. Il gioco delle stagioni, proposto da Slow food con libretto "Giochiamo insieme con la frutta" e con il manifesto calendario, sarà integrato anche dal lavoro che sarà portato avanti con "Il taccuino delle stagioni", che è l'originale contributo della condotta slow food Soverato versante Jonico sul tema della stagionalità scelto quest'anno per le scuole che aderiscono al progetto Orto in condotta.

Marisa Gigliotti

Allerta piogge per domani nel soveratese

pioggia-2La perturbazione che ha colpito il centro/nord si sposterà domani sulle regioni meridionali. La giornata di domani si annuncia perturbata con piogge e rovesci diffusi, anche a carattere temporalesco, sono previsti infatti 60mm di pioggia. Le temperature previste sono intorno ai 15/16 gradi ed i venti saranno al mattino deboli e proverranno da Est-Nordest, al pomeriggio moderati e proverranno da Sudest. A completare un quadro, che in generale è previsto con allerta per piogge, ci sarà il mare che, nel corso della giornata, andrà da mosso a molto mosso.

La Redazione

La Provincia ha promosso un corso gratuito sui funghi

FunghiCATANZARO - Un corso gratuito formativo-educativo sui funghi. E' quanto ha previsto la Provincia di Catanzaro - Settore politiche agricole, nelle persone dell'assessore Nicolantonio Montepaone e del dirigente Rosetta Alberto - la quale informa che, al fine di raggiungere le finalità generali di tutela ambientale e di prevenzione della salute pubblica, la Regione Calabria ha emanato la Legge Regionale 31 marzo 2009,n.9 ad integrazione della legge regionale n.30 del 26 novembre 2001 che disciplina le norme per la difesa della flora spontanea e per la regolamentazione della raccolta e commercializzazione dei funghi spontanei. Per effettuare la raccolta dei funghi epigei, sull'intero territorio Provinciale, l'interessato deve munirsi di un apposito tesserino di autorizzazione per la raccolta rilasciato dalla Regione Calabria. Prenderà il via un corso gratuito, formativo – educativo sui funghi organizzato dall'Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Le lezioni, saranno tenute da esperti ASL e da qualificati micologi che forniranno ai partecipanti informazioni teoriche e pratiche sulle diverse tipologie di funghi. Oltre alle lezioni per principianti, saranno realizzate specifiche lezioni finalizzate all'identificazione dei funghi commestibili e velenosi. Si parlerà anche di intossicazioni fungine che ogni anno colpiscono numerose persone in Italia con alcuni casi (gravi) che si sono manifestati anche nella nostra Provincia. Per le iscrizioni (termine ultimo 30 novembre) rivolgersi all'Amministrazione Provinciale di Catanzaro – ufficio micologico – al numero di telefono 096184405.

La Redazione

E' nata Jump, il salto di qualità dei giovani verso l'Europa

E' nata Jump, il salto di qualità dei giovani verso l'Europa - 5.0 su 5 basato su 4 voti

logo JUMPSOVERATO - Dal 30 ottobre scorso il territorio del soveratese può fregiarsi della nascita di una nuova realtà associazionistica, l' “Associazione JUMP - Gioventù in riSalto" (AJ), che nasce con lo scopo di promuovere e diffondere tra i giovani, e non solo, una fondamentale cultura europea, e per accompagnarli verso una cittadinanza attiva ed europea. Con il nome Jump si è voluto metaforicamente fare riferimento al salto che esiste dietro ogni tipologia progettuale che si rispetti. Un progetto è valido quando ci porta ad uno stadio migliorativo delle cose con l’abbandono dello status quo ante intervento. Jump è il  Salto di qualità dei giovani verso la cittadinanza attiva ed europea , il salto di avvicinamento all’Unione Europea tramite la conoscenza e la partecipazione alle iniziative e ai programmi promossi dall’UE. Incontriamo uno dei soci fondatori, Il Dott.Pietro Curatola, per capire quali sono gli obiettivi di “Jump”, questa la risposta:

“E’ necessario far conoscere il funzionamento del 'sistema Europa' e le opportunità che l'UE offre ai giovani europei nei vari ambiti di loro interesse, come l’istruzione, la formazione, la mobilità internazionale, le occasioni di studio e di lavoro in Europa, le attività culturali e sportive. E’ di strategica importanza per il nostro territorio promuovere la conoscenza e il dibattito sulle questioni europee, in particolare sulle tematiche di interesse per i giovani. Bisogna che i giovani del territorio siano più consapevoli di essere europei!”.

JUMP vuole far compiere un salto di qualità verso l'Europa ai giovani europei del territorio e stimolarli ad una partecipazione attiva necessaria per influenzare positivamente e in maniera costruttiva le politiche giovanili locali in modo che tengano più conto delle esigenze dei ragazzi. Ed appunto loro sono i principali interlocutori di Jump? 

“Ci si rivolge soprattutto al mondo della scuola e dell'università, al fine di fornire informazioni e conoscenze utili, ma non esclusivamente ai giovani. AJ vuole infatti sostenere la partecipazione di cittadini, imprese ed enti locali alle iniziative e ai programmi promossi dalla Unione Europea in materia di cultura, sviluppo sostenibile, impresa e innovazione tecnologica, integrazione e scambio interculturale, società dell’Informazione. AJ mira sin da subito a diventare un contenitore territoriale di idee e di competenze. Ascoltando le proposte progettuali innovative e sostenibili e supportandone la realizzazione con il coinvolgimento di risorse capaci e appassionate in grado di contribuire allo sviluppo degli interventi proposti. I ragazzi dell’Europa dell’Est già a 20 anni parlano 4 lingue e imparano a progettare per intercettare i fondi che la commissione europea mette a disposizione con i vari programmi tematici e tramite i diversi governi nazionali e regionali. Non possiamo pretendere che anche i nostri giovani lo facciano se per frequentare un master di specializzazione o un corso ben strutturato di euro progettazione è necessario viaggiare per 600 o 1000 km. Le attività extrascolastiche e quelle di mobilità internazionale sono strategiche perché stimolano l’adozione di  metodi di apprendimento non formale e arricchiscono i curricula dei nostri giovani con esperienze uniche e importanti anche in un’ottica di sbocco lavorativo; inoltre aiutano ad approfondire  la conoscenza delle lingue straniere.”

Quindi obiettivo principale è cercare di contribuire a rendere più europea la nostra comunità? 

"Certo, stimolando l’idea progettuale sul territorio, supportando la realizzazione di progetti finanziabili tramite i fondi europei a gestione diretta e indiretta, diffondendo informazioni riguardanti i programmi comunitari a favore soprattutto dei giovani, come Youth in Action, Life Long Learning Programme, Europe for citizens, tramite convegni, incontri, workshop, corsi formativi ecc., e promuovendo l’uso di metodologie di lavoro sperimentali e innovative nel campo dello sviluppo locale. Informazione, Formazione e Orientamento vogliono essere tre leve strategiche per contribuire, assieme alle varie attività progettuali, ad uno sviluppo territoriale sostenibile. Anche rendere i giornalisti del territorio più sensibili alle tematiche europee sarà prioritario per  AJ. Uno dei progetti che sarà presentato in febbraio 2013 vedrà la Vostra categoria coinvolta in un progetto con le scuole del soveratese. Ma non anticipiamo niente perché tutto questo sarà presentato Sabato 24 Novembre alle ore 16.30 assieme ad altre iniziative sulle quali stiamo già lavorando.” 

Infatti l’appuntamento per conoscere Jump, o AJ, è fissato presso l’aula Teatro dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Soverato il prossimo 24 novembre alle ore 16:30, dove si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’Associazione JUMP- Gioventù in riSalto. Durante l’appuntamento verranno presentati alle scuole presenti, ma anche ai rappresentanti di enti e realtà territoriali i e ai cittadini interessati i progetti che AJ come ente promotore presenterà a Bruxelles. Verranno richieste e stimolate le manifestazioni di interesse per bandi di prossima scadenza. Si sta organizzando per lo stesso appuntamento un Meeting sulla strategicità dell’associazionismo locale per il salto qualitativo verso l’Europa. 

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo

Davoli: il 16 novembre parte la Mostra Mercato "Autunno del Gusto"

DAVOLI – E' tutto pronto a Davoli per la manifestazione "Autunno del Gusto" che, nell'imminente week-end animerà il comprensorio. La prima edizione della Mostra Mercato dei Prodotti tipici calabresi infatti, nasce dalla collaborazione tra l'amministrazione comunale di Davoli, l'Associazione Riviera di Nausicaa con il duplice scopo di promuovere il territorio e le tipicità della gastronomia. Dal 16 al 18 novembre quindi, si potrà "godere" di numerosi e diversi momenti all'interno della manifestazione. Intrattenimenti musicali, stands di artigianato locale, eventi culturali e di folklore, faranno da cornice all'evento, che prevede anche la presenza di produttori di altre regioni, quali Sicilia, Umbria e Puglia. L'appuntamento è per venerdì 16 novembre alle ore 16:30 con l'inaugurazione della Mostra alla presenza del Presidente della Provincia, Wanda Ferro. In allegato potete scaricare e consultare il programma completo della manifestazione.

La Redazione

Atti vandalici nella notte a Soverato

cestini immondizia incendiatiSOVERATO – Altro atto vandalico nella notte a Soverato. Due dei cestini dell'immondizia posizionati sul Lungomare Europa, esattamente all'altezza del Lido "La Marinella", sono stati incendiati da ignoti come testimoniano le foto. Il fatto, presumibilmente, si è verificato intorno alla mezzanotte. Non è la prima volta, purtroppo, che atti del genere si verificano a Soverato per deturpare l'arredo urbano della cittadina jonica. La decisione dell'amministrazione comunale dell'installazione di telecamere in Città è ulteriormente avvalorata dal verificarsi, in maniera abbastanza frequente, di questo genere di atti di vandalismo e microcriminalità che sicuramente non aiutano a migliorare la qualità dei servizi della cittadina jonica.

La Redazione

cestini incendiati

Closer To Europe: Accesso più semplice e rapido ai fondi dell'UE per le imprese, le città, le regioni e i ricercatori europei

Closer To Europe: Accesso più semplice e rapido ai fondi dell'UE per le imprese, le città, le regioni e i ricercatori europei - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Il nuovo regolamento finanziario prevede una serie di miglioramenti che faciliteranno la vita ai beneficiari dei fondi europei: semplificazione pare essere la parola d’ordine!.

“Il nuovo regolamento introduce importanti miglioramenti per tutti i beneficiari dei fondi europei. Siamo riusciti a ridurre gli oneri amministrativi per i destinatari dei fondi dell'Unione, il che significa un accesso più facile e tempi più brevi per i finanziamenti provenienti dal bilancio dell'UE. Le nuove regole aprono la strada a un uso più efficace delle risorse dell’UE. Ciò è importante per ogni cittadino europeo, poiché in tempi di crisi il bilancio dell'Unione svolge un ruolo importante per promuovere la crescita e l'occupazione. Rendere più facile l’acceso ai fondi e accrescere la responsabilità di chi li gestisce è uno dei compiti principali del mio mandato.” È quanto ha dichiarato Janusz Lewandowski, Commissario europeo per la programmazione finanziaria e il bilancio.

A partire dal 1° gennaio 2013 le imprese, le ONG, i ricercatori, gli studenti, le città e altri destinatari potranno accedere in modo più semplice ai fondi dell’UE. Saranno ridotti i tempi tra l’invito a presentare proposte e la conclusione degli accordi di sovvenzione, come pure i termini di pagamento. L’enfasi del sistema di concessione delle sovvenzioni passerà dal rimborso delle dichiarazioni di spesa ai pagamenti in base ai risultati effettivamente raggiunti. La nuova normativa mira anche a rafforzare la trasparenza e a responsabilizzare maggiormente tutti coloro che gestiscono i fondi dell'UE; prevede nuove possibilità per utilizzare importi fissi e tassi forfettari per somme di minor entità, elimina l’obbligo di fornire le stesse informazioni ogni volta che si richiedano i fondi e introduce la possibilità di presentare le domane online, oltre a molte altre novità.

La semplificazione delle regole e dei processi non si concluderà con l'adozione della nuova norma. La Commissione porterà avanti tutta una serie di proposte di semplificazione per integrarle saldamente nella nuova generazione di programmi (2014-2020), che è al momento negoziata al Consiglio e al Parlamento europeo

Link approfondimento:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-12-1133_it.htm

Pietro Curatola

 

News

Ormai è ufficiale: il 2013 sarà ”l’Anno europeo dei cittadini"!

Così ha deciso il Parlamento europeo che ha votato a grande maggioranza (518 voti a favore, 63 contrari e 19 astensioni) a favore di un’iniziativa che si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sui diritti legati alla cittadinanza europea a 20 anni dalla sua nascita.

Nel corso del prossimo anno si terranno seminari, conferenze e campagne d’informazione che spiegheranno, ad esempio, a tutti i cittadini UE i diritti dei passeggeri e dei consumatori e come funziona l’accesso all’assistenza sanitaria all’estero, ma anche le opportunità offerte dai programmi UE per gli studenti e i lavoratori e, soprattutto, la possibilità di presentare petizioni all’Europarlamento.Questa decisione arriva dopo gli anni dedicati al volontariato (2011) e all'invecchiamento attivo (2012) e, soprattutto, dopo il premio Nobel per la Pace 2012, assegnato all’Unione Europea per il suo ”impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani”: l’istituzione non poteva che dedicare un anno “speciale” proprio alla sua cittadinanza.

Concorsi

 

Concorso  Fotografico : Spazi Pubblici Attivatori di Cittadinanza – SPAC

Finalità:
 L'obiettivo è stimolare una ricerca fotografica su alcuni luoghi della città che sono, in alcuni momenti o in modo continuativo, usati dai cittadini e che attraverso questo uso attivano nel corpo sociale pratiche di scoperta,riappropriazione e riuso, abilitando usi multipli e possibilità trasformative dello spazio.

 

Beneficiari:

Possono inoltrare richiesta di partecipazione tutti gli studenti, individualmente o in gruppo, delle scuole secondarie di secondo grado. Le categorie previste sono 2:

a)Autore singolo;

b)Gruppo o classe.

 

Categoria autore singolo:Al primo classificato andrà un premio consistente in un computer portatile ed uno smartphone di ultima generazione e al secondo un premio consistente in uno smartphone di ultima generazione.

Categoria gruppo o classe:Ai gruppo-classe primo classificato, secondo e terzo classificato saranno corrisposti rispettivamente importi pari a 1000, 500 e 300 Euro da utilizzare per una gita scolastica per partecipare alla Biennale dello Spazio Pubblico 2013 o per svolgere attività di laboratorio negli spazi scelti per il concorso.

E' previsto inoltre un PREMIO SPECIALE FACEBOOK (all’autore o al gruppo delle foto dello spazio pubblico più votata su facebook andrà in premio un tablet)


Scadenza

30 Marzo 2013

 

Link:
http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot6696_12

 

       

 

 

Chiusura parziale Corso Umberto: la voce dei commercianti "esclusi" si fa sentire

Chiusura parziale Corso Umberto: la voce dei commercianti "esclusi" si fa sentire - 1.0 su 5 basato su 1 voto

riunione esclusi corso chiusoSOVERATO - Dopo la delibera di Giunta Comunale, avente ad oggetto la chiusura di parte di Corso Umberto I (da punto vendita Supermercato Sinopoli fino a Soverato Dolci) per il periodo che va dal 10 novembre al 28 febbraio 2013, dalle 17:30 alle 20:30 di sabato, domenica e nei giorni festivi, datata 5 novembre 2012, e di cui avevamo già dato notizia ieri (Leggi), cominciano ad arrivare le prime reazioni e i primi commenti da parte degli operatori che invece non usufruiranno della chiusura al traffico delle proprie vie, o che comunque non si sono sentiti presi in considerazione per questa decisione. In una breve riunione, in Via San Martino, una piccola rappresentanza degli "esclusi", ma che a loro dire, con tanto di deleghe scritte e sottoscrizioni in corso di raccolta, rappresentavano circa 150 operatori, ha voluto comunicare le sue rimostranze ed opinioni in merito a tale decisione. Intanto la domanda che in tanti si sono fatti è, che fine ha fatto Rivivi Soverato? ultima, positiva e più recente esperienza di aggregazione dei commercianti soveratesi, e che magari era in procinto di proporre, vedi la raccolta fondi con la Lotteria di Soverato, qualche manifestazione per le festività natalizie.

E' stata fatto almeno un confronto con questa componente prima di prendere questa decisione? In attesa della risposta di Rivivi Soverato, oggi pomeriggio le richieste che questa parte del circa 400 operatori commerciali presenti nella nostra città, ha voluto mettere in risalto, è che sarebbe stato gradito un confronto su questa tematica, essendo loro i primi attori di queste vicende, ed essendo loro che alla fine ne "pagano" o "ricevono" le conseguenze, sia in positivo, che in negativo. I commercianti chiedono quanto meno una rettifica del deliberato, magari con l'istituzione di un senso unico di marcia, da Catanzaro verso Reggio Calabria, compatibile anche con l'esigenza di voler allargare lo spazio pedonale. In questo momento di crisi, hanno proseguito i rappresentanti degli "esclusi", queste possibilità di incremento e maggiore afflusso di clientela, dovrebbero essere fatte per favorire tutti e tutte le zone della città, non solo per alcuni e per brevi tratti di strada. In questa decisione, proseguono, tutte le amministrazioni, e quindi le ultime Giunte Calabretta e Mancini, hanno sempre trovato un comune denominatore, nella chiusura del Corso che, però precisano, lo scorso anno è rimasto zona pedonale solo per alcuni giorni. In buona sostanza le richieste dei commercianti, che non usufruiranno della zona pedonale, anche se in tanti giurano che anche sullo stesso Corso Umberto I qualcuno sia comunque contrario alla decisione, sono di una revisione dell'isola pedonale e di una concertazione, quindi sentendo anche la loro opinione, del deliberato in merito. La tesi sostenuta dagli "esclusi" è che non si risolvono i problemi del commercio a Soverato con la chiusura di 100 metri di Corso, e che non è giusto che il destino di 50 attività commerciali condizioni quello di altre 350 in tutta la città.

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo

La Regione sostiene i malati di Sla: per le Asp un finanziamento di 3.380.000 euro

CATANZARO - Il Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, e l'assessore alle Politiche Sociali, Francescantonio Stillitani, hanno illustrato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Campanella, le iniziative a sostegno dei malati di Sla. Alla conferenza stampa ha inoltre partecipato la vice presidente dell'Aisla (associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica) Francesca Genovese. Si tratta di un progetto della Regione Calabria finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali. In tutto saranno 3.380.000 di euro distribuiti alle 5 asp calabresi. La Giunta aveva istituito lo scorso mese di aprile un tavolo tecnico consultivo, presso il dipartimento 10 (lavoro, politiche della famiglia), composto da un referente del dipartimento salute, uno del dipartimento lavoro ed un rappresentante dell'Aisla per supportare le azioni promosse dalla Regione Calabria in favore dei malati di Sla.
"La nostra Regione è stata tra le prime a sostenere concretamente i malati di Sla e le famiglie che quotidianamente sono impegnati in questa difficile battaglia" – ha dichiarato il Presidente Scopelliti. "Questo progetto dura due anni – ha evidenziato l'assessore Stillitani -, il nostro obiettivo è quello di farlo proseguire"

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa