all
Menu

Il primo test-match va ai catanzaresi

Il primo test-match va ai catanzaresi - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Roberto_Lo_GiaccoCATANZARO - Il primo round tra Planet Catanzaro e Ranieri International Soverato si è concluso 67-64 in favore dei giallorossi di coach Tunno che, nella serata di mercoledì al “Pala Pulerà” di Catanzaro, hanno ospitato i “cugini” soveratesi nella prima di due amichevoli previste tra le due compagini. Complice il gran caldo di questi giorni, la temperatura alta all’interno del palasport e i carichi della preparazione, le due squadre si sono sfidate per rodare i “motori” in vista dell’inizio del campionato ma la fatica alla lunga si è fatta sentire. Coach Tunno ha tenuto a riposo precauzionale Saccardo e Pate dando ampio spazio ai numerosi giovani della rosa guidati dallo storico capitano Cattani. Coach Olivadoti invece ha dato spazio a tutto il roster comprensivo dei “nuovi”: il centro Vani e il playmaker Guzzo, nonché il rientrante Paoletti. Lo starting-five dei soveratesi era quello annunciato con Lo Giacco in regia, Infelise guardia, Mercurio ala/piccola, Venuto e Vani sotto le plance. Ampio spazio è stato comunque dato anche a Rizzo, Rotundo, Guzzo, Paoletti e Screnci. Domenica pomeriggio alle 18 si replica al “Palascoppa” di Soverato in un return-match che farà da preludio all’inizio del campionato programmato per domenica 25 settembre con l’esordio casalingo contro la compagine siciliana della Virtus BK Racalmuto.

 

Pietro Mosella

Catanzaro. Arrestate dalle Fiamme Gialle 5 persone per spaccio di stupefacenti

Catanzaro. Arrestate dalle Fiamme Gialle 5 persone per spaccio di stupefacenti - 3.0 su 5 basato su 1 voto

Catanzaro. Arrestate dalle Fiamme Gialle 5 persone per spaccio di stupefacentiCATANZARO - Nel quadro della incessante azione di controllo economico del territorio a cura dei reparti del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro, militari della locale Compagnia hanno portato a termine una complessa ed articolata attività d’indagine per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, dando esecuzione a 5 ordinanze di custodia cautelare. Avviate nel decorso mese di marzo in seguito al rinvenimento di oltre un chilogrammo di marijuana, le approfondite investigazioni, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro – dott. Paolo Petrolo – e supportate anche da indagini tecniche, hanno permesso di far luce su numerosi episodi di spaccio di stupefacenti del tipo marijuana, hashish e cocaina perpetrati principalmente nei comuni di Davoli, Satriano, Soverato e Montepaone da un gruppo di giovani del luogo. Il gip del Tribunale di Catanzaro – dott.ssa Assunta Maiore – accogliendo l’impianto accusatorio strutturato dai finanzieri e condiviso pienamente dalla Procura della Repubblica, ha emesso le 5 ordinanze nei confronti di altrettanti soggetti, di cui 3 in carcere, 1 agli arresti domiciliari ed 1 con obbligo di dimora nel comune di residenza.

 

 


Rinvenute antiche ancore litiche. Ma al sindaco non interessano

Rinvenute antiche ancore litiche. Ma al sindaco non interessano - 3.0 su 5 basato su 1 voto

SOVERATO - Il patrimonio archeologico di questa estate si è arricchito di una "new entry". Complice della scoperta il mare con le sue oscillazioni e l'attività della "Thalassoma Diving Center". Il dott. Paolo Palladino, legale rappresentate della "Thalassoma Diving Center", ha infatti segnalato al gruppo archeologico "Paolo Orsi" di lo spostamento e il relativo avvicinamento sulla riva di alcune pietre forate o ancore litiche che erano ben visibili nel basso fondale del tratto di mare prospiciente alla necropoli a Grotticelle. Nel mese di agosto scorso i soci del gruppo archeologico avevano provveduto a reperire la documentazione fotografica di questi e altri manufatti notati nel fondale marino. L'interessamento di ignoti a tali oggetti era però già stato notato ma, in questo caso, era evidente il rischio di furto. Sorge spontaneo domandarsi a questo punto che cosa siano queste ancore litiche? Il problema dell'immobilizzo dell'imbarcazione è stato risolto nell'alta antichità in maniera molto semplice, legando cioè l'imbarcazione ad un sasso quand'essa si trovava sufficientemente vicino alla costa, oppure portandosi dietro il sasso che, legato ad una corda e gettato nel momento del bisogno sul fondale, assicurava un punto sufficientemente fermo grazie all'attrito determinato dal proprio peso secondo il principio dell'ancora a gravità. A cominciare dall'Odissea di Omero la letteratura greca e romana fa spesso cenno alle "pietre di fondo", a lungo impiegate e trovate numerose, ascrivibili fino al primo millennio dopo Cristo, usate anche dai Vichinghi e, in etnografia, da molte popolazioni fino ai giorni nostri. Il ritrovamento di queste ancore litiche è sicuramente una bella scoperta ma, purtroppo, c'è un'altra faccia della medaglia, in quanto i reperti non hanno una casa che... li accolga. ««Il sindaco di - ha così raccontato Angela Maida, direttrice del "Paolo Orsi" - non vuole i reperti. Ha già chiamato la dott. Iannelli, ispettore di zona della Soprintendenza archeologica, che verrà a prendere i reperti per portarli al museo di Monasterace. Certo, meglio il museo di Monasterace che il deposito degli attrezzi del Comune. Il primo cittadino, infatti, non ha voluto che i manufatti fossero portati all'acquario comunale». Sicuramente il rifiuto da parte di Taverniti sarà ben motivato, ma è grave che una cittadina come non disponga di un luogo dove esporre i propri reperti. «Durante la passata amministrazione - ha così proseguito Angela Maida - il sindaco Mancini aveva concordato proprio con la Iannelli di allestire uno spazio comunale proprio in questi locali che, tra l'altro, dispongono di impianti di sicurezza. Per essere più chiari si prospettava - all'epoca - la possibilità di esporre i reperti di e anche alcune anfore che la Iannelli avrebbe portato dai depositi di Reggio Calabria. Ma per basterebbe recuperare ed esporre i propri: due ancore tardo romane, provenienti dal nostro mare, sono conservate al Museo di Capo Colonna e altri reperti, certamente, potrebbero essere consegnati da altri cittadini. Perché mai dovremmo rinunciare a tutto ciò?». La domanda di Angela Miada appare più che legittima. Siamo sicuri che non vi sia una diversa soluzione? È importante per la comunità soveratese evitare lo "sfratto" di questi nuovi reperti.

Maria Anita Chiefari


Il Soverato prende la punta Sirito

Sebastian_SiritoSOVERATO - Un elemento in più a disposizione di Salerno. Si tratta del centravanti italo-argentino Sebastian Graffigna Sirito, classe 1984, che ha così trovato l’accordo con il Soverato. Nella passata stagione ha militato nel Manfredonia, in Eccellenza pugliese dove ha realizzato 13 reti. Sirito da sempre pupillo del tecnico boemo Karel Zeman (figlio di Zdenek) è un centravanti molto bravo tecnicamente, un ottimo finalizzatore e riesce a giocare sia al centro del reparto avanzato sia a svariare su tutto il fronte di attacco. Un grandissimo colpo a segno messo dalla società biancorossa, che ha strappato il centravanti da un’agguerrita concorrenza di moltissime società italiane anche di categoria superiore. In Argentina ha militato con il Cordoba e il Rosario Central, mentre nel 2007 Karel Zeman lo ha portato al Bojano (serie D) dove ha collezionato 12 presenze e realizzato tre reti. Quindi eccolo al Toma Maglie in Eccellenza pugliese, poi al Martina in Promozione e di nuovo in Eccellenza appunto col Manfredonia. Adesso riparte dal Soverato, una squadra ambiziosa che punta a disputare un torneo di alta classifica. E nella rosa a disposizione di Rosario Salerno ci sarà così pure questo attaccante italo-argentino dal quale si aspettano i gol per far volare in alto la squadra. Domenica, intanto, il Soverato è atteso al debutto casalingo contro la Nuova Gioiese, altra formazione che ambisce al salto di categoria. Si prevede una gran bella partita, che le due squadre giocheranno a viso aperto.

(fonte: Il Quotidiano della Calabria)

Andrea Vani è il nuovo centro del Nbs-Ranieri International

Andrea_VaniSOVERATO - Era nell’aria ormai da qualche settimana, ma adesso c’è anche il crisma dell’ufficialità: Andrea Vani è il nuovo centro del Nbs-Ranieri International. Classe ’84, alto 205 cm, l’atleta romano va a completare il reparto-lunghi dei soveratesi e sarà un punto di riferimento sotto le plance andando a far compagnia a Rizzo, Venuto e Paoletti. Il pivot laziale si stava già allenando da diversi giorni con la squadra jonica ed aveva disputato anche una gara amichevole facendosi così conoscere agli occhi di coach Olivadoti. Sarà lui il centro titolare che dovrà rimpiazzare Alfonso sotto il profilo tecnico rispetto al quintetto della scorsa stagione; buona fisicità e solidità nel post basso, sono queste le caratteristiche principali del neo arrivato. Vani è reduce da due campionati di serie B Dilettanti disputati col Ragusa inframmezzati, nella stagione 2009-2010, da una parentesi nel Benevento con cui conseguì la promozione in B Dilettanti. A questo punto, considerando anche l’arrivo del giovane playmaker Guzzo ed il ritorno della giovane ala Michele Paoletti, pare essersi completato il roster della compagine soveratese, anche se potrebbe esserci spazio eventualmente per una guardia che andrebbe a completare anche numericamente il reparto dei piccoli.Intanto in questa settimana è prevista una doppia amichevole con i “cugini” della Planet Catanzaro, anch’essi militanti nel campionato di DNC ma nel girone H.

 

 

 

Pietro Mosella

Trofeo Sant'Ambrogio,oggi la presentazione

Trofeo Sant'Ambrogio,oggi la presentazione Si svolgerà questa mattina alle ore 10.30 l'attesa presentazione del Trofeo Iliano e Mario Sant'Ambrogio. Occasione importante per presentare e sottolineare l'importanza di una manifestazione che, stava per cadere nel dimenticatoio verso un forfait inaspettato e pesante alla vigilia della quarantesima edizione(che si disputerà nella prossima stagione). La Signora Enza ed i figli, capeggiati dall'organizzatore Cesare sono pronti verso una nuova sfida: la nuova Viola di coach Fantozzi, Matera, Agrigento e l'Upea Capo D'Orlando, formazione che ha presentato il nuovo coach Perdichizzi, saranno le protagoniste di questa kèrmesse che ha tanta voglia di essere "Istituzionalizzata" dagli enti competenti.

 


(fonte: reggioacanestro.com)

Primo test amichevole per il Volley Soverato

unimmagine_della_partita_amichevole

SOVERATO - Prima amichevole stagionale per il Volley Soverato che continua la sua preparazione in vista dell’inizio del campionato di serie A2 previsto per il 9 ottobre.La formazione di Montemurro ha disputato, nella serata di martedì, un test amichevole al “PalaScoppa” contro la compagine del Bisignano, militante nel  campionato di serie B2. Sono stati disputati quattro set che, naturalmente, sono andati tutti appannaggio delle joniche (25-10, 25-18, 25-11, 25-21); il tecnico materano ha ruotato tutti i suoi effettivi nel corso del match tranne la centrale Rotondo che sta recuperando da un infortunio e che quindi non è stata rischiata precauzionalmente. Lo starting-six ha visto Moncada in regia, Nesovic opposta, Diomede e Ihnatsiuk al centro, Antonucci e Mautino in banda con Lussana libero. A turno sono stati impiegati anche gli altri effettivi tra cui il martello venezuelano Desiree Glod, giunta da pochi giorni a Soverato e quindi ancora in attesa di trovare l’intesa con le nuove compagne. Sbirciando il tabellino spiccano i 22 punti di Nesovic, Della Rosa 2, Boscacci 9, Mautino 12, Moncada 1, Antonucci 8, Ihnatsiuk 6, Diomede 11, Glod 8. Sicuramente non può essere massima l’attendibilità del match, sia per i carichi di lavoro che la squadra sta “sopportando” in questo momento con tutte le conseguenze che ne derivano, sia perché l’avversario oltre ad essere di categoria nettamente inferiore, ha da poco iniziato la preparazione. Si è avuta però la conferma di ciò che già, almeno a detta del tecnico, si sapeva, ovvero che bisogna lavorare ancora moltissimo in ricezione e difesa, due fondamentali dove anche nel primo test amichevole la squadra ha dimostrato lacune che devono essere necessariamente colmate. Il lavoro da svolgere è ancora tanto e molto impegnativo,  mancano tre settimane all’inizio del campionato e bisognerà sfruttare ogni allenamento per farsi trovare pronti il 9 ottobre nell’ostica trasferta di Loreto. Nel prossimo week-end le biancorosse disputeranno un impegnativo quadrangolare a Magliano Sabina (Rieti), valevole per il trofeo “Memorial Ermanno Eroli”; il programma prevede sabato pomeriggio la semifinale contro la formazione del Chateaux D’Ax Urbino, militante in serie A1 e domenica il match contro Mercato San Severino o Frosinone entrambe militanti in serie A2. Dunque due test importanti per constatare realmente la condizione della squadra e per avere un’idea chiara delle reali potenzialità della stessa. Intanto in settimana sono stati anche ufficializzati i numeri di maglia per la nuova stagione: 3 Della Rosa, 4 Boscacci, 5 Lussana, 6 Rotondo, 7 Spaccarotella, 8 Mautino, 9 Nesovic, 10 Moncada, 11 Antonucci, 13 Ihnatsiuk, 14 Diomede, 17 Glod.

 

 

Pietro Mosella

 

 

Estorsione, colpa di un bacio.

Estorsione, colpa di un bacio - Il Giornale di Vicenza

VICENZA - Un bacio scambiato sette anni fa si è trasformato nei giorni scorsi in un incubo per un giovane scledense, che per quel fugace contatto con una coetanea calabrese di Soverato, con la quale era nata una simpatia che però poi non aveva avuto seguito per scelta del giovane, si è visto perseguitato e intimidito a distanza di anni.
A minacciarlo, chiedendogli dei soldi per "sistemare" la cosa con la famiglia della giovane, a suo dire "offesa" dall'interruzione del rapporto, è stato Claudio Melara, 27 anni, residente nell'hinterland milanese ma di origini calabresi. I carabinieri della stazione di Schio lo hanno arrestato con l'accusa di estorsione: millantando l'appartenenza a un pericoloso clan della malavita organizzata calabrese, aveva pesantemente minacciato il giovane scledense. Il prologo della vicenda risale a circa sette anni fa, quando il giovane commerciante di Schio e la coetanea calabrese si conobbero via internet. Una simpatia iniziata in maniera virtuale, quindi, rafforzatasi in occasione di un paio di incontri a Soverato, dove il ragazzo era sceso, ma poi scemato e interrotto per decisione del giovane. La settimana scorsa, però la vicenda si è riaperta con i contorni dell'incubo. Il giovane di Schio è stato contattato telefonicamente da Melara, che lui non conosceva, ma che gli ha rinverdito il vecchio filarino, minacciandolo delle peggiori cose se non avesse pagato 300 euro per calmare la famiglia della ragazza. Spaventato dalla piega che stavano prendendo le cose, il giovane ha accettato l'appuntamento con Melara, e sabato, alla stazione di Vicenza, c'è stato l'incontro tra i due, con la consegna di 300 euro.
Il commerciante scledense credeva che tutto fosse finito così, ma lunedì è arrivata un'altra telefonata di Melara, che ripetendo le minacce chiedeva altri 300 euro. Stavolta, però, il giovane si è confidato con i familiari, dietro il cui consiglio si è rivolto ai carabinieri, raccontando tutta la storia al luogotenente Sergio Asciolla, che con i suoi militari ha a quel punto rapidamente organizzato un servizio mirato per acciuffare l'estorsore. Lunedì pomeriggio, i carabinieri hanno discretamente circondato la zona della stazione ferroviaria di Schio, dove i due si sarebbero dovuti incontrare. Così, verso le 14,45, e non appena hanno visto la busta che passava da una mano all'altra, i militari sono intervenuti bloccando Melara e portandolo in caserma, accompagnandolo successivamente al carcere di Vicenza con l'accusa di estorsione.

Paolo Rolli

(fonte: Il Giornale di Vicenza)

 

Sanità: Scopelliti firma l’ordinanza per i nuovi ospedali nella Sibaritide e a Vibo.

Sanità: Scopelliti firma l’ordinanza per i nuovi ospedali nella Sibaritide e a Vibo. - 1.0 su 5 basato su 1 voto

CATANZARO - Giuseppe Scopelliti, in qualità di Commissario delegato per l’emergenza sanitaria nel territorio della Regione Calabria ha firmato l'ordinanza che approva le lettere d’invito, rivolte agli operatori economici prequalificati, a voler formulare un’offerta tecnico-economica per la realizzazione dei nuovi complessi ospedalieri della Sibaritide e di Vibo Valentia. Il responsabile unico del procedimento, Giovanni Laganà, Direttore Generale del dipartimento infrastrutture e lavori pubblici, fa presente che i concorrenti, ai fini dell’aggiudicazione della concessione, che avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dovranno formulare proposte e varianti progettuali migliorative rispetto al progetto preliminare posto a base di gara, purchè siano rispettate le previsioni, le specifiche tecniche, i requisiti ed i vincoli posti dal progetto stesso, che già presenta standard tecnici e funzionali di livello molto elevato. Secondo Scopelliti, il percorso avviato per la realizzazione dei nuovi ospedali in Calabria non ha subito rallentamenti, neanche nel periodo estivo. I progetti preliminari posti a base di gara sono stati valutati meritevoli di attenzione da parte dei più qualificati operatori del settore, che hanno risposto in gran numero ai bandi di gara pubblicati, assicurando, così, una benefica concorrenza alle procedure di selezione del concessionario. Nei prossimi giorni le lettere d’invito relative ai nuovi complessi ospedalieri della Sibaritide e di Vibo Valentia perverranno ai concorrenti, che avranno 90 giorni di tempo per formulare la propria offerta.

 

(fonte: il Quotidiano)

Nuoto:salta tentativo record apnea,Leuci in mare per ricerca

Homar al piattello dei -51 metriSOVERATO - Non e' riuscito a tentare di battere il record mondiale di profondita' in apnea in assetto variabile per problemi tecnico-logistici, ma Homar Leuci, che venerdi' scorso ha stabilito il record mondiale in assetto costante, oggi si e' immerso ugualmente per contribuire alla ricerca scientifica. L'atleta milanese, infatti, nelle acque di Soverato, e' sceso sino ad una profondita' di circa 100 metri con addosso un holter applicatogli da Ferruccio Chiesa, medico federale e collaboratore del Cnr di Pisa, per verificare la reazione del cuore umano all'immersione.

 

(fonte ANSA)

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa