all
Menu

Calcio a 5, serie C2: il Soverato cerca il riscatto col Cantinella

locandina Calcio_a_5_Soverato-CantinellaSOVERATO – Dopo la clamorosa sconfitta subita in rimonta la settimana scorsa a Corigliano dallo Sporting Club, il Calcio a 5 Soverato ha oggi la possibilità di riscattarsi affrontando, sul parquet amico del "PalaScoppa", il Cantinella, altra squadra di Corigliano. La ventitreesima giornata del campionato di serie C2 girone A propone quindi una sfida sulla carta agevole per il quintetto biancorosso che affronta una compagine attualmente quart'ultima con soli 17 punti all'attivo. Per la formazione del presidente Agostino Santise c'è assoluta necessità di vincere per mantenere l'attuale quarto posto che garantirebbe l'ingresso nei play-off. Bisogna smaltire la delusione ancora viva per lo stop di sabato scorso quando Lanciano e compagni, avanti 4-1 a poco più di dieci minuti dal termine, si sono fatti rimontare cedendo nelle battute finali per 5-4. Ciò ha sicuramente lasciato il segno in quanto ci si avvicina al termine della regular-season (mancano quattro turni) per cui ogni battuta d'arresto potrebbe risultare pesante. Il match è previsto per le ore 17 e si attende il riscatto dei soveratesi che, con una vittoria, ipotecherebbero in pratica i play-off.

Pietro Mosella

Il "Centro di Ascolto Caritas" anche a Soverato

Il "Centro di Ascolto Caritas" anche a Soverato - 5.0 su 5 basato su 1 voto

presentazione Centro_di_AscoltoSOVERATO – Il Centro di Ascolto della Caritas "Beato Artemide Zatti" di Soverato è ufficialmente una realtà. Oggi pomeriggio, nel salone Parrocchiale "Don Bosco" di Soverato, è stato presentato quello che dovrà essere un punto di riferimento per chi è in difficoltà; un luogo dove incontrare volontari disponibili ad ascoltare, garantendo la massima riservatezza, dove principalmente non si offrono immediatamente "servizi", ma si aiutano le persone ad acquisire la propria autonomia e responsabilità gestionale. Alla presentazione, oltre al Parroco, Don Tobia Carotenuto, ed al Direttore Caritas di Soverato, Aldo Calandriello, ha partecipato e relazionato la dott.ssa Carmela Zavettieri, direttrice della Caritas Diocesana di Locri-Gerace, nonché consigliera nazionale della Caritas.

Dopo l'introduzione dei "lavori", affidata al Direttore Caritas di Soverato, Aldo Calandriello, che ha motivato questo passo come un segno concreto dell'attenzione della Comunità ecclesiale locale verso i poveri per promuovere il vero senso della carità, è toccato al Parroco e Direttore dell'Istituto Salesiano di Soverato, Don Tobia Carotenuto, prendere la parola. "Non conoscevo la dott.ssa Zavettieri se non per telefono visto che ci siamo sentiti qualche mese fa – ha esordito Don Tobia – e avevamo programmato per domenica questo appuntamento ma, non è stato possibile per varie ragioni per cui è stato anticipato ad oggi. Avremo modo di apprezzare la dott.ssa Zavettieri, che opera in un territorio difficile come quello di Locri; mi rendo conto che, con la Caritas – ha proseguito Don Tobia – ci devo essere come fratello e come Parroco. Ringrazio coloro (laici e cattolici) che destano attenzione alla Caritas. Saluto questo nuovo Centro come una sfida, perché è una sfida sul territorio. In questo Centro – ha affermato ancora Don Tobia – deve esserci professionalità che a volte potrebbe non trovarsi nel parroco o in altre figure. Mi piace salutare la venuta del Centro di Ascolto che nasce dalla laicità dei laici; un Centro di Ascolto è una delle modalità più attese in un territorio, perché è la realtà più destrutturata, si va con il rischio di trovare un mondo diverso dal tuo." Don Tobia poi ha voluto citare una frase del Concilio ecumenico di Calcedonia per ribadire il concetto: 'Ciò che Cristo non assume Cristo non redime.' Ciò per dire che bisogna assumere a volte anche le contraddizioni; "assumere la povertà è un grave rischio (perché anche i poveri a volte cercano le "furbizie")." Il Parroco ha concluso il suo intervento augurando un buon inizio al Centro di Ascolto: "I laici della Caritas si ricordino che sono laici mandati da Cristo che assume tutto per dare tutto."

Un breve intervento è toccato anche al Sindaco di Soverato che, districandosi tra i vari impegni istituzionali della fittapresentazione Centro_di_Ascolto_2 giornata odierna soveratese, ci teneva ad essere presente ad un momento, da lui stesso etichettato importante: "Il momento di stasera lo ritengo molto importante alla luce del momento che la società civile sta vivendo." Per entrare ancor di più in tema, il sindaco ha poi voluto leggere uno dei tanti messaggi che gli arrivano di cittadini di Soverato in difficoltà, per porre un esempio pratico: "Questo messaggio può render ancor di più l'idea delle difficoltà esistenti in questo periodo; ciò, senza però nascondere che c'è anche qualche situazione di furbizia ma, nella generalità dei casi, le vicende sono difficili. A mio avviso – ha proseguito Taverniti – riuscire ad instradare una persona verso un percorso umano e di vita, è un fatto che riveste un'importanza non indifferente. Mi unisco all'augurio di Don Tobia, affinchè questo Centro possa crescere sempre di più."

"Non mi sento sacrificata a dedicarmi ai poveri, noi dobbiamo testimoniare ciò cha abbiamo appreso da cristiani." Ha esordito con questa frase, nel suo intervento, la dott.ssa Zavettieri che ha poi proseguito portando a conoscenza di tutti la sua lunga esperienza nella Caritas: "Il Centro di Ascolto parte dalla Caritas parrocchiale, la Caritas è un organismo pastorale che forma un buon cristiano e nasce per aiutare gli altri non solo perché hanno delle difficoltà economiche ma anche relazionali; permette d'incontrare le persone da vicino, ed alcune volte magari capita anche che ci prendano in giro. Non sempre le persone – ha proseguito Carmela Zavettieri – vengono perché bisognose di aiuti economici (che rimangono pur sempre la maggior parte dei casi) ma anche solo per parlare. Dobbiamo avere come riscontro tutta la comunità parrocchiale, pensare in modo positivo il Centro di Ascolto che su questo territorio lo immagino anche grande. Formare il cuore significa saper ascoltare senza giudicare. Stare al Centro di Ascolto ha le sue difficoltà perché bisogna saper ascoltare i problemi e farsi carico degli stessi. I poveri sono di tutti - ha affermato sul finire dei suo intervento Zavettieri - e tutti noi siamo responsabili della povertà degli altri. E' necessario essere in contatto con tutti gli altri Centri affinchè si possa collaborare; bisogna dividere l'ascolto dalla distribuzione di alimenti, sono due cose diverse che è necessario tenere separate."

Aldo Calandriello ha poi ribadito che in quest'attività è importante l'ascolto, "se non lo si fa, non è Caritas ma è altro. La Caritas si pone come obiettivo il recupero di una persona, è bene sottolineare che abbiamo cercato persone che avessero professionalità, competenza e capacità di ascoltare."

Rispondendo poi ad una domanda di una delle partecipanti, la dott.ssa Zavettieri ha poi specificato che non è necessaria la presenza di tante persone al Centro, ovvero una all'ascolto e l'altra all'accoglienza. "S'instaura con la persona anche un rapporto di fiducia – ha affermato la consigliera nazionale Caritas – perché più godono della fiducia della persona che li ascolta, e più riescono a rapportarsi con la stessa. In base alla mia esperienza posso dare un'idea, come quella di organizzare, ad esempio, una volta al mese la 'Giornata della Carità' per aiutare il Centro di Ascolto nella sua opera."

In chiusura, ha preso la parola nuovamente Don Tobia che ha sottolineato di non incappare nel complesso del "primo della classe" perché tutti devono lavorare e collaborare per risolvere i problemi, evidenziando anche che potranno capitare delle naturali incomprensioni durante questo percorso.

Pietro Mosella

Concessi i domicialiari ad Antonio Scaramuzzino

Concessi i domicialiari ad Antonio Scaramuzzino - 5.0 su 5 basato su 4 voti

antonio scaramuzzinoIl gip di Reggio Calabria ha concesso gli arresti domiciliari al funzionario della Sorical, marito di Marzia Gregoraci,  Antonio Scaramuzzino, di 31 anni, arrestato il 9 marzo scorso dalla guardia di finanza nell'ambito di un'inchiesta della Procura reggina su un'organizzazione dedita alla manipolazione degli appalti pubblici. Il gip ha così accolto una richiesta dei difensori di Scaramuzzino, gli avvocati Francesco Gambardella e Nico D'Ascola. Nel corso dell'operazione sono stati arrestati altri due funzionari della Sorical, due dipendenti della Provincia di Reggio Calabria e quattro imprenditori. Secondo l'accusa, gli imprenditori, grazie ai funzionari compiacenti, riuscivano ad entrare in possesso delle buste dove erano contenute le offerte per gli appalti e dopo averle manipolate riuscivano ad ottenere i lavori presentando l'offerta migliore.

La redazione

Federfarma e "Fondazione Marincola Politi" per la prevenzione degli Infarti, tumori ed ictus

Federfarma Catanzaro, in collaborazione con il centro specialistico ''La Casa di Don Bosco'' e la Fondazione Marincola Politi, da' il via ad una nuova iniziativa all'insegna della prevenzione. Partono, infatti, in questo mese una serie di campagne di prevenzione di infarto e ictus, tumorali della prostata e della mammella, di patologie epatobiliari, pancreatiche e della tiroide.

''Negli ultimi anni - si legge in un comunicato - sono sempre piu' numerosi gli studi che evidenziano un aumento di patologie che coinvolgono il sistema cardiovascolare, epatico e pancreatico. Le cause indicate sono soprattutto l'obesita' ed un nuovo stile di vita piu' sedentario. Questa nuova iniziativa denominata ''Una rete per la salute''coinvolge dieci farmacie dislocate in tutta la provincia di Catanzaro. Un progetto complesso che coinvolge anche i medici di medicina generale. Saranno loro infatti ad indicare i pazienti che via via potranno partecipare a queste giornate."

Grazie ai servizi integrati delle farmacie coinvolte, previa prenotazione, sarà possibile quindi effettuare un controllo mirato per valutare la presenza di fattori di rischio misurando alcuni parametri. Le attività inizieranno il 26 marzo presso la farmacia di Girifalco con la giornata di prevenzione delle malattie cardiologiche. I pazienti indicati dai medici di medicina generale potranno usufruire di un ECG effettuato da personale specializzato proveniente dal centro specialistico ''La Casa di Don Bosco'' ed analisi di prima istanza quali colesterolo, trigliceridi e glicemia.

Le prestazioni grazie all'intervento della "Fondazione Marincola Politi" in questa giornata saranno completamente gratuite.

A queste seguiranno altre giornate che potranno svolgersi sia direttamente nelle farmacie che hanno aderito al progetto che nel centro specialistico a Soverato. Sono in programma infatti numerosi appuntamenti per la prevenzione di patologie anche gravi di: prostata, seno, tiroide, fegato, vescica, pancreas, utero e contro l'aneurisma addominale. E' prevista anche una ''giornata del respiro'' .

Regione: il 19 marzo il primo incontro di formazione con i Comuni in possesso della “card drive"

logo regione_CalabriaIl prossimo lunedì 19 marzo, nella sede dell'assessorato regionale all'Urbanistica di Catanzaro, prenderanno il via le giornate di formazione e di studio con i sindaci ed i tecnici dei Comuni calabresi dotati della "card drive", l'innovativo strumento telematico che consente lo scambio di informazioni reciproche tra le singole amministrazioni comunali e il Dipartimento regionale. In totale sono nove gli incontri formativi, promossi dal Dipartimento all'Urbanistica e Governo del territorio, che si svolgeranno con un calendario di cinque lunedì consentivi, suddivisi per le cinque province della Calabria.

"I lunedì della formazione – ha dichiarato l'assessore regionale all'Urbanistica Piero Aiello – si inseriscono nel contesto della nuova politica dell'assessorato volta ad una compartecipazione attiva e reale tra il territorio, gli enti comunali e il Dipartimento. Questa iniziativa – evidenzia Aiello - nasce, infatti, dalla necessità di fornire ulteriori informazioni e nozioni ai tecnici comunali per l'utilizzo al cento per cento di tutti i dati contenuti nella card drive: dati demaniali, catastali e del sistema cartografico regionale."

Alle sessioni di lavoro interverranno il direttore generale del Dipartimento Saverio Putortì, i dirigente di settore e di servizio Giorgio Margiotta e Domenico Modaffari. Parteciperà anche il direttore regionale dell'Agenzia del Territorio Michele Lasi. Il 19 marzo si inizia con i comuni della Provincia di Catanzaro. Gli altri appuntamenti in calendario sono: lunedì 26 marzo, comuni della Provincia di Reggio Calabria; lunedì 2 aprile, comuni della Provincia di Crotone; lunedì 16 aprile, comuni della Provincia di Vibo Valentia; lunedì 23 aprile, comuni della Provincia di Cosenza. L'orario d'inizio degli incontri è previsto per le ore 10,00.

Ufficio stampa Giunta regionale

A Soverato manca una politica sociale a favore degli anziani

A Soverato manca una politica sociale a favore degli anziani - 5.0 su 5 basato su 4 voti

comune di_SoveratoC.A. Sig. Sindaco di Soverato

e Assessore ai servizi sociali

e p.c. testate giornalistiche

Riscontro con rammarico l'inesistenza di una politica sociale nel vostro comune a favore degli anziani. Mi riferisco soprattutto alle difficoltà che incontrano in speciale modo tutte le persone che giungono in città dai paesi limitrofi con gli autobus che si fermano in una zona lontano e scomoda dal centro abitato. Questa Amministrazione, in particolare l'assessore ai servizi sociali, ha presente quanta strada e che giri non in sicurezza devono affrontare gli anziani per recarsi in qualsiasi ufficio pubblico o nelle strutture sanitarie , oppure semplicemente fare compere nei negozi della città. Siete consapevoli che una più corretta ed equa pianificazione territoriale ed interventi a favore per gli anziani e per i portatori di handicap sia fondamentale?

Ci sono una molteplicità di problematiche che richiedono scelte urgenti. Una prima e semplice azione concreta può essere un servizio di trasporto interno dalle stazioni al centro città. Capisco che esiste una preoccupante questione relativa al trasporto pubblico locale che ha messo in ginocchio il sistema regionale ma, l'Amministrazione, attraverso un radicale cambiamento di rotta, anche rispetto alla vecchia giunta, non guardi solo al contenimento dei costi, ma valorizzi la qualità nei servizi, e la condizione con la quale si può migliorare la qualità della vita dei cittadini e della stessa città di Soverato.

Grazie

Pileci Pantaleone Antonio

Ciconte rinuncia alla candidatura a sindaco di Catanzaro

Vincenzo Ciconte rinuncia alla candidatura a sindaco di Catanzaro. Lo rende noto lo stesso Ciconte con una nota:

"Il grande amore per Catanzaro mi ha spinto a valutare con entusiasmo la partecipazione alla tornata elettorale in qualità di candidato a primo cittadino. Dopo avere attentamente valutato la composizione della coalizione composta, ad oggi, da almeno nove liste di notevole consistenza elettorale, rappresentative della società civile con professionisti di grande valore, e da alcuni partiti di centro, mi preme sottolineare che il poco tempo a disposizione non consente di amalgamare al meglio le sue varie anime. Pertanto ad un cartello elettorale sicuramente vincente, deve corrispondere, a mio modo di pensare, una visione unitaria per affrontare le difficile problematiche legate all'amministrazione comunale. Poiché conosco la mia determinazione, il fattivo impegno e la passione nell'assolvere in pieno il mandato che mi verrebbe conferito dagli elettori ritengo che non vi siano le condizioni necessarie perché tutto ciò possa realizzarsi a causa delle inevitabili dissonanze. E' evidente che il mio compito non deve essere solo quello di portare alla vittoria una coalizione, ma soprattutto quello di dare alla città un amministrazione efficiente ed efficace per assicurare il bene comune".Ciconte ha poi ringraziato “tutti coloro che hanno riposto in me la fiducia per affrontare tale impegno ma la mia coscienza mi impone, per le suddette ragioni, di non proporre la candidatura a sindaco della città. Confermo comunque l' impegno, in qualità di consigliere regionale, a contribuire alla crescita del capoluogo di regione".

Vincenzo Ciconte era stato investito della candidatura a sindaco per il Terzo Polo in quota Udc. Ricopre ad oggi il ruolo di consigliere regionale della Calabria e siede tra i banchi del "gruppo misto".

La Redazione

Montepaone calcio: si dimette il presidente

Terremoto in casa dell’USD Montepaone calcio che milita nel campionato di promozione girone B: si dimettono a sorpresa il presidente di nazionalità indiana, Kumar Pawan, e il vice presidente Gianni Italiano, in un momento di crisi di risultati con la squadra gialloverde in piena zona play-out. Si aggiunge quindi adesso questa tegola alla vigilia della difficile trasferta che il Montepaone dovrà affrontare contro il Cittanova squadra posizionata al penultimo posto in classifica; il morale nell’ambiente gialloverde non è dei migliori, qualche giocatore ha gia disertato gli allenamenti, ora si attendono a giorni novità sul nuovo organigramma societario.

La Redazione

Ammazzato per uno scherzo di Carnevale: altre due condanne

Altre due condanne per l'omicidio di Massimiliano Criniti, lo studente ucciso a seguito di un banale scherso di carnevale, nel 2009 al centro commerciale "Le Fornaci" di Catanzaro Lido. I condannati sono Cosimo Berlingeri, 21 anni e tre mesi di reclusione, e Gianluca Passalacqua, 10 anni. Per l'omicidio in precedenza era stato condannato un minore di etnia rom. Si conclude così una vicenda tristissima che ha avuto come vittima un ragazzo colpevole di aver soltanto fatto uno scherzo di carnevale. Quello che rimane è il vuoto incolmabile in una famiglia che continua a non capire come, in Calabria, si possa morire per uno scherzo di carnevale.

La Redazione

La verità degli atti e non delle parole. Seconda puntata!

La verità degli atti e non delle parole. Seconda puntata! - 4.0 su 5 basato su 4 voti

Riceviamo e Pubblichiamo da Antonio D'Amato:Antonio Damato

Il Presidente del Consiglio Sonia Munizzi ha dichiarato nell’intervista del 14 marzo : “ alcuni della minoranza continuano a battere sulle tariffe.. ” innalzando contemporaneamente la pagina del giornale Il Sole 24 ore” con il titolo “ I COMUNI SPINGONO SULLE TARIFFE”..... come giustificare che l’operato della maggioranza è corretto perché “così fan tutti !!!"

Leggendo l’articolo che tratta principalmente su tariffe diverse da quelle attuate dalla maggioranza si rileva che la TARSU nel Comune di Bologna è stata aumentata del 4%... e non del 30%(2011) + 30%( 2012) . Non tutti fanno così!
Dichiara inoltre che l’aumento delle tariffe è giustificato da fatto che la maggioranza “vuole offrire maggiori servizi ai cittadini” .
Nel 2011 di “ maggiori servizi” non abbiamo per niente usufruito... anzi......!!!!
Nel 2012 di “maggiori servizi “ non si vede neanche l’ombra ... anzi.... l’opportunità della raccolta differenziata è sfumata visto che il finanziamento di circa € 400.000 concesso, è stato revocato per inadempienza di questa Amministrazione!!!

Rispondo alle dichiarazioni soltanto allegando l’articolo del Sole 24 Ore rimandando ai cittadini la corretta valutazione al fine di conoscere la verità.

Questo è il titolo messo in primo piano nell’intervista del Presidente del Consiglio Munizzi

Questo è l’articolo che il Presidente del Consiglio Munizzi non ha “ forse” letto!

Comuni Spingono sulle Tariffe

Il Sole 24ore

Data pubblicazione  13/03/2012

Autore  Il Sole 24ore Gianni Trovati: Non c'è solo il capitolo fiscale a complicare i rapporti "finanziari" tra cittadini e Comuni nel 2012. Accanto all'Imu, che deve fare i conti con il rigonfiamento delle basi imponibili e il prelievo automatico da parte dello Stato di 50% del gettito (esclusa la prima casa), e all'addizionale Irpef chiamata a tamponare una parte dei tagli ai fondi, anche il quadro delle richieste per i servizi promette di essere movimentato. Già negli ultimi anni, del resto, alcune tariffe come quella per i rifiuti (+6% all'anno nella media generale) e per l'acqua (+5%, partendo da livelli più bassi) hanno mostrato una dinamica più che vivace: questa spinta è stata giustificata anche dal congelamento dei tributi, che non permetteva alternative, ma anche dopo lo sblocco delle aliquote il quadro non sembra cambiare. Tra le voci più trasversali, in grado di colpire una platea più ampia, c'è il trasporto pubblico locale. Dopo i ritocchi del 2011, che per esempio a Milano hanno portato il biglietto urbano da 1 a 1,5 euro mentre a Bologna si è passati da 1 a 1,2 euro e ha rivisto al rialzo anche i valori di Napoli, sono molte le città che quest'anno imboccano la stessa strada. Già decisi, fra gli altri, i rincari di Bologna (biglietto orario a 1,2 euro, il carnet da 10 corse a 11 euro e il mensile urbano a 36), Torino (ticket valido 90 minuti a 1,5 euro, carnet da 5 biglietti a 6,5 e da 15 a 17,5) e Siena (biglietto urbano a 1,1 euro e giornaliero a 4,4), e la strada è già segnata anche per Bari e Roma, dove si dovrebbe arrivare a 1,5 euro per il ticket urbano a partire da giugno. Aumenti simili sono in vista per i trasporti di area (dalla bolognese Fer alla romana Cotral). Come accade nel Fisco (su cui si veda anche Il Sole 24 Ore di ieri), le scelte "autonome" dei sindaci hanno un peso relativo in uno scenario in larga parte obbligato dai tagli in arrivo da Roma. Lo conferma un report diffuso ieri dall'agenzia di rating Fitch, che per bus e metropolitane italiane prevede nel 2012 un rincaro tariffario medio del 20 per cento. Da qui al 2014, spiegano gli analisti, il settore dovrà far fronte a un taglio di circa 400 milioni di euro, pari a 5% del budget complessivo, mentre la strada dell'alleggerimento dei costi pare bloccata in partenza, perché l'80% delle spese ha un carattere rigido. Ogni 10 euro di uscite, infatti, 6 sono dedicati al personale, 1,5-2 se ne vanno in carburante (e affrontano quindi i rincari favoriti anche dall'incremento delle accise, e previsti per il 2012 nell'ordine del 15%), per cui anche un taglio dei servizi non riuscirebbe a frenare gli aumenti di spesa. Il tutto mentre l'età media dei nostri autobus ha superato i 10 anni (contro i 7 della Germania e i 6 del Regno Unito) e richiederebbe investimenti da 5-600 milioni all'anno per un decennio, e la quota di uscite coperta da biglietti e abbonamenti non arriva al 40% (la Germania è al 60% e il Regno Unito all'84%). Autobus e metro, comunque, non saranno le uniche voci al rialzo. Bologna, per esempio, ha già deliberato un aumento medio del 4% sulla Tarsu, un nuovo aumento potrebbe investire anche la Ta.ri di Roma, i conti disastrati dell'Amia spingono nella stessa direzione Palermo, mentre da Asti ad Arezzo sale la tassa di occupazione del suolo pubblico (sbloccata definitivamente dall'ultimo decreto fiscale) e in altre città, per esempio a Riccione, si punta sui biglietti dei parcheggi.

P.S.: Visto che ha chiarito ai cittadini in merito alla stagione teatrale ,ormai svanita, sottolineando “ che è giusto che la gente sappia che non ho preso in giro nessuno” perché non chiarisce sul seguente annuncio stampa nel quale contiene i ripetuti ringraziamenti a Scopelliti e Ferro?

Gli "Stadio" in concerto a Soverato
Lunedi, 18 Luglio 2011

Ormai è quasi certo. Alla Festa di Maria Ss di Portosalvo, che si svolgerà a Soverato dal 11 al 14 agosto , si esibiranno gli “Stadio” ...

Ormai è quasi certo. Alla Festa di Maria Ss di Portosalvo, che si svolgerà a Soverato dal 11 al 14 agosto , si esibiranno gli “Stadio”. A renderlo noto è stato il sindaco Leonardo Taverniti, che ha subito ringraziato il presidente della Provincia Wanda Ferro e il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, per aver finanziato l’evento. In questa operazione c’è lo “zampino” del presidente del Consiglio, nonché vicecapo di Gabinetto della Regione Calabria, Sonia Munizzi. Nel frattempo i fans degli “Stadio” incrociano le dita per la conferma ufficiale. Il gruppo musicale è composto da Gaetano Curreri, Andrea Fornili, Roberto Drovandi e Giovanni Pezzoli. Gli “Stadio” rappresentano il “pop-rock d’autore” e sono un unico, stimato “laboratorio” di canzoni di successo per sé e per altri. Il linguaggio della canzone si evolve continuamente e gli “Stadio” hanno un “pubblico generazionale” grazie alla loro duttilità musicale e alla versatilità della penna d’autore che firma con loro splendide canzoni che rivelano una storia musicale che interseca quella di illustri colleghi, con cui hanno condiviso il palco, hanno provato, arrangiato, prodotto e suonato nelle grandi produzioni discografiche, scrivendo canzoni e continuando a scriverle. (Maria Anita Chiefari - gazzetta del sud)

Infine..... una stagione a “Costo zero” lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio.......... Sonia Munizzi, aveva definito «una stagione teatrale a costo zero che tuttavia non risentirà nei contenuti».(Teresa Aloi - quotidiano della calabria – 6.12.2011)

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa