Atti persecutori e danneggiamento nei confronti dei vicini , 77enne posto agli arresti domiciliari
Menu

Atti persecutori e danneggiamento nei confronti dei vicini , 77enne posto agli arresti domiciliari

Polizia auto 1A volte può accadere di essere solo in discussione con i propri vicini di casa ed a volte purtroppo in netto conflitto. In tal caso i rapporti finiscono con l'essere complicati e burrascosi, si vivono situazioni che spesso travalicano i confini della legalità e sconfinano in atteggiamenti delittuosi: si può passare dalle più frequenti e banali ingiurie ai fastidiosi imbrattamenti o getti di cose pericolose. Tutti comportamenti in cui sono ravvisabili gli estremi della violenza privata e delle molestie.
Questo è quanto accaduto ad una coppia di coniugi catanzaresi e che hanno portato i poliziotti del Commissariato Sezionale di Catanzaro Lido, nella serata di ieri 20 novembre, a dare esecuzione ad un ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per i reati di atti persecutori e di danneggiamento nei confronti di B.G., settantasettenne originario del catanzarese, ai danni dei propri vicini.
Il destinatario del provvedimento è stato denunciato infatti dalle persone offese, dichiaratisi vittime di atti molesti e provocatori, tali da generare uno stato generale di malessere e rendere loro la vita impossibile.
Il tutto ha avuto inizio a causa di una stradina interpoderale di proprietà dello stesso B.G. e gravata da una presunta servitù di passaggio a favore di alcuni confinanti.
Insulti, provocazioni ma anche dispetti: queste le giornate, in base alla ricostruzione effettuata dagli inquirenti, che negli ultimi periodi hanno visto protagonista il B.G. verso i suoi vicini, ma anche nei confronti degli ospiti di quest’ultimi. Escalation di atti intimidatori che hanno trovato il loro culmine nell’episodio in cui l’uomo ha dato fuoco alla siepe posta a delimitazione del confine con i vicini.
Gli approfondimenti investigativi della Polizia hanno consentito di cristallizzare la condotta del soggetto con l’Autorità Giudiziaria che, concorde con gli investigatori, ha emesso ieri il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa