Guardavalle: sequestro di beni per oltre 300 mila euro dalla Gdf
Menu

Guardavalle: sequestro di beni per oltre 300 mila euro dalla Gdf

Guardia di finanzaI finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Catanzaro, coordinati dal procuratore della repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, e dai procuratori aggiunti, Vincenzo Luberto e Vincenzo Capomolla, hanno dato esecuzione a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre trecentomila euro, emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Catanzaro su richiesta di questa procura distrettuale. Destinatario della misura ablativa è T.N. di Guardavalle, vicino alla locale cosca di ‘ndrangheta “Gallace”, operante nell’area ionica soveratese. Il soggetto era stato coinvolto nella nota operazione di polizia denominata Itaca-Freeboat, culminata nel mese di luglio 2013 con l’arresto di 25 soggetti, ritenuti affiliati ovvero fiancheggiatori della cosca operante in Guardavalle, Badolato e su tutta la fascia del basso ionio catanzarese. All’atto dell’esecuzione degli arresti, il T. si rendeva irreperibile fino al 07.02.2015, giorno in cui veniva catturato, insieme ad un altro latitante, all’interno di un nascondiglio ricavato al di sotto della cella frigorifero del ristorante “molo 13” di Guardavalle (cz), gestito dalla madre. Quest’ultima attività, attualmente denominata “la barcaccia”, rientra tra i beni oggetto del provvedimento di sequestro. All’esito dell’intero procedimento penale, il soggetto  veniva condannato per tentata estorsione in concorso. Le indagini patrimoniali condotte dagli investigatori delle fiamme gialle, prodromiche all’emanazione del provvedimento di sequestro, hanno consentito di ricostruire in capo al proposto un notevole complesso patrimoniale il cui valore e’ risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati o all’attivita’ economica svolta. Il provvedimento di sequestro ha riguardato una ditta individuale, con sede a Guardavalle, esercente l’attivita’ di ristorazione, un’autovettura e diversi rapporti bancari e finanziari, il tutto per un valore complessivo stimato superiore a trecentomila euro.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa