Amaroni, nuovo furto al "Maiorizzini": senz'acqua Amaroni, Girifalco, Squillace e Stalettì
Menu

Amaroni, nuovo furto al "Maiorizzini": senz'acqua Amaroni, Girifalco, Squillace e Stalettì

tecnici al lavoro maiorizziniAMARONI - Disagi nell'erogazione idrica in una vasta zona della provincia di Catanzaro, oggi, a causa di un furto di rame, perpetrato la scorsa notte, nell'impianto Sorical di contrada “Maiorizzini”, in territorio del comune di Amaroni. I ladri hanno portato via circa 1500 metri di cavi, tra le condutture Enel e quelle interne della struttura, determinando il blocco dell'impianto, che serve le popolazioni di Girifalco, Amaroni, Squillace Lido e Stalettì.

Il furto è stato denunciato dalla Sorical ai carabinieri della Compagnia di Girifalco, che hanno avviato le indagini. Sul posto, per tutta la giornata, hanno lavorato i tecnici (in foto) della società di gestione delle risorse idriche calabresi, presente anche il responsabile di zona, geometra Tommaso La Porta. Il furto è il secondo che si verifica nell'impianto di Amaroni, in grado di erogare un milione di metri cubi d'acqua all'anno, dopo quello avvenuto nello scorso mese di gennaio. In otto mesi quello della notte scorsa è il quinto furto di rame ai danni di un impianto della Sorical.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa