Continua a bruciare l'azienda agricola, da rimuovere ancora 12 carcasse di bovini
Menu

Continua a bruciare l'azienda agricola, da rimuovere ancora 12 carcasse di bovini

Continua a bruciare l'azienda agricola, da rimuovere ancora 12 carcasse di bovini - 5.0 su 5 basato su 1 voto

web incendio_bovini_Una staffetta tra forze dell'ordine, squadre di vigili del fuoco e personale dell'asp, per l'incendio al confine tra i comuni di Davoli e Satriano in contrada Votarelle divampato ieri alle 12.30 e ancora non completamente domato. Continua a bruciare il terreno dell'azienda agricola e di bovini di Antonio Gualtieri e ormai incessantemente da ieri mattina, i pompieri di Soverato e Chiaravalle (intervenuti con con due autopompa serbatoio APS e un'autobotte ABP),  si alternano per spegnere i focolai che si innescano per la presenza di numerose balle di fieno, raffreddare la struttura e ripristinare le condizioni di accessibilità che permettano di rimuovere le carcasse di animali al personale preposto e realizzare così il ripristino di condizioni igenico-sanitarie accettabili. Un vero e proprio inferno in cui si attendono notizie confortanti per i due feriti trasportati nelle strutture ospedaliere di Napoli e Soverato: il proprietario dell'azienda Antonio Gualtieri e il suo operaio Angelo Barbieri che si trovavano nel terreno durante l'incendio probabilmente nel tentativo di domarlo.  Oggi è il giorno delle analisi, sono state aperte le indagini da parte della locale compagnia dei carabinieri al comando del capitano Emanuele Leuzzi che sta verificando l'ipotesi di un incendio doloso o quella di un eventuale incidente fortuito che ha fatto partire il rogo. Ancora nessuna notizia ufficiale  ma pare che al termine delle operazioni dei vigili del fuoco, la struttura sarà sequestrata per poter effettuare tutti i rilievi del caso. Intanto all'interno della struttura rimangono ancora dodici carcasse di bovini da smaltire. Colpiti i paesi di Davoli e Satriano paese in cui i proprietari dell'azienda sono molto conosciuti anche perchè titolari di un frequentato ristorante della zona.

Sabrina Amoroso 

 

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa