S. Caterina sullo Jonio, allaccio abusivo, munizioni e droga: controlli a tappeto dei Carabinieri
Menu

S. Caterina sullo Jonio, allaccio abusivo, munizioni e droga: controlli a tappeto dei Carabinieri

Materiale sequestrato 1I Carabinieri della Stazione di Santa Caterina, unitamente a militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Soverato e delle Stazioni di Badolato, Isca Marina e Guardavalle, con il supporto di unità cinofile di Vibo Valentia, hanno effettuato un servizio di rastrellamento nel territorio di competenza, finalizzato alla ricerca di armi, munizioni e sostanze stupefacenti.
In particolare, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita nei confronti di F.A., 44enne del posto, estesa anche alle relative pertinenze, è stato individuato un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica – che asserviva una cantina in uso al medesimo - realizzato mediante il collegamento di un cavo, attraverso una morsettiera, alla rete di distribuzione, successivamente reciso e sottoposto a sequestro. Le ulteriori verifiche effettuate unitamente a personale specializzato Enel, hanno poi consentito di stimare il danno in € 4.000 circa. Lo stesso è stato conseguentemente tratto in arresto per furto aggravato di energia elettrica e ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione.
Inoltre, nel corso di un’ispezione eseguita all’interno di un rudere in uso a un 26enne del posto – privo di recinzioni e accessibile a chiunque – sono stati rinvenuti 342 gr. di sostanza stupefacente del tipo marijuana, suddivisa in 2 involucri in cellophane, 128 gr. di semi di cannabis, 52 cartucce per pistola cal. 9 e un bilancino di precisione. Il predetto, pertanto, è stato deferito in stato di libertà per detenzione illegale di stupefacenti e munizioni.
Nel medesimo contesto, 3 giovani residenti nel comprensorio soveratese sono stati segnalati alla Prefettura di Catanzaro quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di diverse dosi di marijuana e hashish.
Il suddetto materiale è stato sottoposto a sequestro e custodito presso gli uffici del Reparto operante, per le successive analisi da svolgere presso il L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) di Vibo Valentia e il R.I.S. di Messina. La 1^sezione penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto del prevenuto, senza disporre ulteriori misure.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa