Soverato, salvataggio in mare grazie all’intervento dei cani della SICS
Menu

Soverato, salvataggio in mare grazie all’intervento dei cani della SICS

salvataggio mare soveratoSOVERATO - Poteva finire in tragedia il bagno a mare, a Soverato, di un turista roglianese ventisettenne. Il ragazzo, mentre nuotava a circa centocinquanta metri di distanza dalla riva, ha avvertito dei crampi alla gamba che gli impedivano dunque di tornare al punto di partenza. Il rischio di annegamento era dunque concreto, ma fortunatamente sono sopraggiunte tre istruttrici della SICS (Scuola Italiana Cani Salvataggio) accompagnate dai loro tre splendidi esemplari di Labrador, così immediato pronto intervento della squadra intera, gettatasi in mare per salvare il malcapitato. Un salvataggio “a quattro zampe” dunque, rivelatosi provvidenziale e che è stato accolto dai forti applausi dei bagnanti i quali, dalla battigia, hanno assistito con ansia alla scena, conclusasi per fortuna con il lieto fine. Il sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, si è complimentato con un post su Facebook dicendosi “Orgoglioso di aver istituito un servizio così importante che oggi si è dimostrato utile e decisivo. Bravo al consigliere Christian Castanò che ha sottoscritto l'accordo per il comune e bravissimi i ragazzi del SISC coordinati da Andrea Barone”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa