Mercato del venerdì, gli ambulanti si ribellano (aggiornamento live)
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 77
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/ajax.googleapis.com/ajax/libs/jquery/1.8/jquery.min.js
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/media/k2/assets/js/jquery.magnific-popup.min.js?v2.7.1
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/media/k2/assets/js/k2.frontend.js?v2.7.1&sitepath=/
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/plugins/system/jcemediabox/js/jcemediabox.js?2ee2100a9127451a41de5a4c2c62e127
Menu

Mercato del venerdì, gli ambulanti si ribellano (aggiornamento live)

Mercato del venerdì, gli ambulanti si ribellano (aggiornamento live) - 4.8 su 5 basato su 4 voti

Polizia e_carabinieri_davanti_allarea_mercatoSOVERATO - ore 8:30 Non c'è pace in Comune. Appena tappata la falla Schillacium, è scoppiata la grana "mercatino del venerdì". Gli ambulanti sono scesi sul piede di guerra contro l'ordinanza del sindaco che ha sospeso il mercato previsto oggi, ordinanza motivata con la difesa dell'igiene pubblica, vista la quantità di immondizia ancora ammassata ieri sera proprio nelle zone nelle quali si tiene il mercato. Gli ambulanti non si sono arresi, e stamattina hanno inscenato una protesta nella zona del mercato, dove era presente a dialogare con loro l'assessore alle attività produttive, Pascasio Matacera. Il rischio caos temuto ieri sera dai vertici dell'amministrazione comunale e dalle forze dell'ordine, però, è stato evitato grazie a un'operazione di "respingimento" di qualche ambulante, con l'invito a non recarsi nell'area mercato, già alle porte di Soverato da parte della Polizia stradale, mentre mezzi dell'Arma e della Polizia Municipale pattugliavano la zona fin dall'alba (vedi la foto che  mostra le forze dell' ordine davanti all'area mercatale, questa stamattina). Non sono stati fatti passare, alla fine, neanche i venditori di generi alimentari diretti al mercato scoperto di piazza Cimarosa, che quindi non si è tenuto, al pari del resto del mercatino settimanale. Per tutta la giornata di ieri gli ambulanti avevano chiesto con forza la revoca dell'ordinanza, contattando anche il Prefetto (i rappresentanti sono Salvatore Alcaro e Franco Novembre per Federazione Italiana Venditori Ambulanti, Giovanni Costa per Cicas, e Peronaci per la Cisal), e spiegando le loro ragioni. Ragioni che attengono alla necessità di lavorare in questo giorno per circa 400 persone che arrivano da mezza Calabria, e che si sarebbero trovate in difficoltà senza gli incassi del venerdì, a fronte di una situazione dei rifiuti in via di normalizzazione. Non la pensano così, però, il sindaco Leonardo Taverniti e l'assessore Matacera. "La situazione sta tornando alla normalità ma è ancora pesante, solo mercoledì sono stati raccolti 6-700 quintali di spazzatura", spiega Taverniti, evidenziando che "non ci sono ancora le condizioni igienico-sanitarie per revocare l'ordinanza". Una posizione condivisa da Matacera. "Ho effettuato un giro di ricognizione ieri pomeriggio, e le zone interessate dal mercato sono ancora le più critiche, perché nella prima giornata di lavoro gli operai si sono concentrati sul centro-città e sui servizi essenziali", conclude Matacera.

ore 11:10 L'assessore aggiunge che in mattinata è stato raggiunto un accordo di collaborazione con gli ambulanti, ricevuti verso le 10 dal sindaco: venerdì prossimo il mercato si terrà regolarmente, ma gli ambulanti si sono impegnati a lasciare pulite le aree delle bancarelle, segnalando eventuali anomalie e trasgressioni alle autorità competenti. Strappo ricucito, quindi, da parte dell'amministrazione, che alla fine è riuscita a placare gli animi e venire incontro alla categoria.

Teresa Pittelli e Corrado Corradini

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa