Rifiuti in strada: spunta l'accordo
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 77
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/ajax.googleapis.com/ajax/libs/jquery/1.8/jquery.min.js
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/media/k2/assets/js/jquery.magnific-popup.min.js?v2.7.1
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/media/k2/assets/js/k2.frontend.js?v2.7.1&sitepath=/
  • JFile: :read: Impossibile aprire file: /var/www/vhosts/soveratiamo.com/httpdocs/plugins/system/jcemediabox/js/jcemediabox.js?2ee2100a9127451a41de5a4c2c62e127
Menu

Rifiuti in strada: spunta l'accordo

Rifiuti in strada: spunta l'accordo - 5.0 su 5 basato su 1 voto

SOVERATO - Mai così tanta spazzatuRifiuti invadono le stradera in strada a Soverato. Con l'eccezione delle vicinanze di scuole, caserme e ospedali, le vie nelle quali sono situati i cassonetti sono diventate ormai simili a piccole discariche, dove i sacchi dell'immondizia si ammonticchiano a terra per parecchi metri. Una situazione non più tollerabile per i cittadini, allarmati da possibili ripercussioni sulla salute. Ed ecco allora spuntare un patto tra i sindaci, sia di Soverato che dei comuni del comprensorio che versano in simili condizioni: gli enti accettano lo sforzo di versare nei prossimi giorni, e comunque entro fine mese, almeno una o due mensilità alla Schillacium (Soverato si sarebbe impegnato a versarne una nell'immediato e un'altra tra fine novembre e inizio dicembre, ndr). Una boccata d'ossigeno che servirà a tamponare l'emergenza relativa agli stipendi non pagati degli operai. Come trapela da fonti societarie, infatti, con i mandati di pagamento promessi dai comuni si riuscirebbe a pagare ai dipendenti un mese di stipendio subito, e un'altra mezza mensilità a inizio dicembre. Dal 2012, poi, i Comuni, Soverato compreso, sarebbero intenzionati a inaugurare una programmazione più certa dei pagamenti alla Schillacium. Questo l'accordo di massima emerso ieri in un incontro tra una quindicina di sindaci del soveratese e i vertici Schillacium, la società incaricata della raccolta dei rifiuti, i cui operai sono in sciopero ormai da quasi una settimana. L'incontro era stato convocato proprio dal board della società, per sollecitare gli enti a regolarizzare i pagamenti, o a prendere in alternativa una decisione sulle sorti societarie, anche drastica, come la liquidazione dell'azienda. In realtà, entrambe le parti si erano sedute al tavolo con l'intento di trovare una soluzione positiva, piuttosto che dare il benservito alla Schillacium. E alla fine si sarebbe trovata l'intesa, che permetterebbe alla società e ai suoi lavoratori di andare avanti. A meno di aggiornamenti in corso di giornata, però, secondo indiscrezioni i lavoratori non sarebbero soddisfatti della mensilità e mezzo promessa, e lo sciopero continua, tanto da aver convinto il sindaco a sospendere il mercato del venerdì per non complicare la situazione.

Teresa Pittelli

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa