Soverato, nuova aggressione ad una signora nei pressi di un parcheggio, la nota del Movimento Nazionale
Menu

Soverato, nuova aggressione ad una signora nei pressi di un parcheggio, la nota del Movimento Nazionale

logo MNSRiceviamo e pubblichiamo la nota del Movimento Nazionale di Soverato a firma di Giuseppe Pellegrino. Nuova aggressione subita questa mattina da una signora in un parcheggio nei pressi del mercatino settimanale del venerdì a Soverato. Il canovaccio parrebbe sempre lo stesso: un parcheggiatore abusivo a presidiare lo spazio di sosta gratuita in maniera spesso molesta, i cittadini che civilmente si oppongono alla richiesta estorsiva (poiché di estorsione si tratta), segue aggressione, fisica o verbale che sia, non cambia la sostanza. La situazione inizia a essere insostenibile e intollerabile. L’accoglienza sfrenata messa in atto dall’attuale partito di governo, intrisa di finto buonismo, favorisce il crescere degli episodi di microcriminalità nelle nostre città, facendo diminuire la percezione di sicurezza nei cittadini, mettendo inoltre in estrema difficoltà le forze dell’ordine, perennemente impegnate, instancabilmente, nel controllo del territorio, pur trovandosi in oggettive difficoltà in termini di numeri e di dotazioni. Proprio di oggi è la notizia dei controlli effettuati dalla Polizia di Stato culminati con l’emissione di 4 provvedimenti di divieto di ritorno nel Comune di Soverato per extracomunitari di origine nigeriana, poiché ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica. È necessario che vi siano maggiori controlli anche da parte dei gestori dei tanti (troppi!) centri di accoglienza presenti nel comprensorio soveratese. È possibile che gli “ospiti” di notte siano accolti sotto un tetto a nostre spese, e di giorno vengano lasciati a bivaccare per le nostre vie, “magari” liberi di delinquere per le nostre strade come se nulla fosse? L’accoglienza diffusa, tanto decantata dai finti moralisti, è palesemente un esperimento fallito e sarebbe pertanto opportuno non perseverare nell’errore a livello territoriale. Ovviamente la situazione necessita di un continuo monitoraggio, al quale di certo noi del Movimento Nazionale non ci sottrarremo. Esprimiamo infine piena solidarietà alla signora vittima dell’increscioso episodio, garantendo il massimo impegno affinché situazioni del genere possano presto divenire soltanto uno spiacevole ricordo.

 

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa