Con "Schermi Cinema Multipiazza" la periferia diventa centro
Menu

Con "Schermi Cinema Multipiazza" la periferia diventa centro

schermiConclusa la rassegna itinerante “Schermi Cinema Multipiazza”, che, partita da Catanzaro Lido con la proiezione di “Dogman”, è approdata nel cuore di Catanzaro dopo aver attraversato le località Aranceto, Corvo, Pistoia, Gagliano, Mater Domini, Pontepiccolo e giardini di San Leonardo. La rassegna, organizzata dall’associazione “Divina Mania” di Catanzaro, vincitrice del bando “Cineperiferie” del Mibac, ha avuto il partenariato della Calabria Film Commission, del Comune di Catanzaro e dell’associazione “Terra di Mezzo”. Per una sera le varie location sono divenute piazze dedicate alla visione di un cinema che rivolge il suo sguardo agli umori e agli amori alle periferie, ai conflitti, alla violenza, all’incapacità di comunicare, al degrado. «Abbiamo voluto sostenere questo progetto - ha dichiarato il presidente di “Terra di Mezzo”, Gianni Paone - non solo perché abbiamo condiviso immediatamente l’idea di fondo, ma perché ci interessava promuovere il protagonismo dei giovani organizzatori e il coinvolgimento studentesco mediante il concorso “Migliore recensione”, promosso e organizzato dalla nostra associazione». Sono pervenute una quarantina di recensioni valutate da una commissione presieduta dallo stesso Paone e composta da Ivan Buttiglieri, Patrizia Fulciniti, Fulvia Geracioti e Antonella Lobello. Hanno aderito studenti del liceo classico Galluppi, dello scientifico Majorana di Girifalco e dello scientifico Guarasci di Soverato. Il primo e il secondo premio sono stati vinti da Nicole Benincasa, della classe III F, e da Alessia Zichella, della classe IV F, del classico; il terzo premio da Chiara Cristofaro, della classe IV B, del Majorana. Una menzione speciale è stata assegnata a Katia Carito, del Guarasci. Ciò che è emerso dal lavoro dei partecipanti è stata la riflessione sul concetto di periferia: la volontà di spingersi in profondità, di non accontentarsi dei luoghi comuni. Su 339 domande presentate in tutta Italia, “Schermi” è stato uno dei quattordici progetti vincitori di “Cineperiferie”. Nei prossimi giorni gli organizzatori si recheranno nelle scuole partecipanti per incontrare gli studenti e consegnare i premi ai vincitori.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa