Amaroni, gli alunni delle scuole locali parlano di 'Ndrangheta con Fabio Truzzolillo
Menu

Amaroni, gli alunni delle scuole locali parlano di 'Ndrangheta con Fabio Truzzolillo

AMARONIb libro yusufAMARONI - Incontro con lo scrittore Fabio Truzzolillo ad Amaroni. L’autore del libro “L’altra metà di Yusuf”, edito da Coccolebooks, ha incontrato gli studenti delle scuole locali. L’iniziativa didattico-culturale si inserisce all’interno del progetto “E...state ad Amaroni”, con referente il vicesindaco Teresa Lagrotteria, selezionato anche quest’anno dalla Regione Calabria tra le proposte per il miglioramento dell’offerta turistica e culturale regionale. E’ stata una giornata sulla cultura alla legalità, organizzata dal Comune di Amaroni, in collaborazione con Fondazione Trame, che ha coinvolto le due scuole amaronesi che fanno capo all’Istituto comprensivo di Squillace. Il libro, distribuito dall’amministrazione comunale a studenti e insegnanti, contiene tre storie che muovono i passi da altrettanti episodi di criminalità, poco noti ai più: quella dei “Bambini a metà” che nati in famiglie di ‘ndrangheta sono derubati dell'infanzia e dell'adolescenza e della libertà di scegliere; il sacrificio di Rocco Gatto, mugnaio di Gioiosa Jonica, che si è ribellato al racket; la storia della prima associazione antiracket calabrese a Cittanova, la latitanza nei bunker, che in realtà priva della fiducia e della libertà in nome della brama di potere. Da questa memoria storica ne sono usciti i tre racconti inediti, frutto della riflessione di molti bambini che hanno partecipato a un precedente laboratorio di lettura e scrittura. Per niente silenti e timorosi anche gli studenti della quarta e quinta classe della scuola primaria “Maria Ricca” e delle tre classi della scuola secondaria di primo grado “Falcone e Borsellino” di Amaroni hanno affrontato con disinvoltura il tema del libro: la ‘ndrangheta. Un argomento non facile nel quale i ragazzi di Amaroni si sono mossi con particolare spontaneità, incalzando l’autore con domande pertinenti, mossi da sorprendente curiosità e interesse. E con la stessa scioltezza, mista a una straordinaria vis comunicativa, Fabio Truzzolillo ha catturato il loro interesse in un dialogo costante, che ha arricchito le coscienze di tutti, insegnanti e amministratori presenti compresi. Una mattinata intensa alla quale hanno preso parte anche il consigliere regionale Arturo Bova, presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta, e il sindaco Gino Ruggiero. “E...state ad Amaroni”, dunque, per promuovere e divulgare buone prassi, per contribuire a diffondere la cultura della legalità e alla legalità; per far conoscere esperienze di cittadinanza attiva, cui guardare con attenzione, da replicare, agevolando, così, lo sviluppo di una coscienza critica nei giovani che contribuisca al riscatto di questa regione.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa