Amaroni-Lukovica: un patto d'amicizia che si rafforza
Menu

Amaroni-Lukovica: un patto d'amicizia che si rafforza

delegazione lukovica amaroniAMARONI - Come il miele, prodotto d'eccellenza che accomuna due territori, può diventare il collante per favorire un processo di scambio e crescita culturale tra nazioni. Ripartita domenica scorsa la delegazione slovena in visita ad Amaroni, giunta per programmare una serie di iniziative atte a rafforzare il patto di amicizia siglato nel 2016 tra la cittadina del miele e il comune di Lukovica. La delegazione composta da Matej Kotnik, sindaco di Lukovica, con al seguito il segretario generale Stojan Majdic , la dipendente Katka Bohinc, il consigliere Bojan Andreika, oltre a Anja Podlesnik Fetih, Jana Kovic, Blaz Andreika, Erik Logar, rispettivamente preside e docenti della scuola Primaria Janko Kersnik Brdo, è stata impegnata insieme al sindaco Luigi Ruggiero, agli amministratori comunali e ai componenti il comitato per il gemellaggio "Amaroni per l'Europa", presieduto da Anna Giampà, in una fitta giornata di incontri con le istituzioni scolastiche. Venerdì 20 ottobre, infatti, gli amici sloveni hanno visitato gli istituti scolastici di Amaroni. Prima tappa, la scuola dell'infanzia " Antonietta Levato", dove i bambini e gli insegnanti hanno accolto la delegazione con l'inno sloveno ed italiano, un messaggio di benvenuto in lingua slovena, e un piccolo assaggio della nostra tradizione popolar culturale. Dopo aver acquisito informazioni sul programma formativo italiano, la visita è proseguita presso la scuola primaria "Maria Ricca"; anche qui un'accoglienza entusiasmante e un ricco scambio di informazioni sul sistema scolastico delle due nazioni. Una breve sosta nella biblioteca comunale Tiziano Terzani e subito l'incontro con studenti e insegnanti della scuola secondaria "Falcone e Borsellino", dove oltre ad un confronto sulla didattica sono stati illustrati alcuni progetti e metodologie di insegnamento da parte degli studenti. Nel pomeriggio, nell'auditorium della scuola secondaria di primo grado di Squillace, l'incontro organizzato dal dirigente scolastico Grazia Parentela, cui hanno preso parte il sindaco di Lukovica e di Amaroni Matej Kotnik e Luigi Ruggiero, la preside e gli insegnanti della scuola slovena e, naturalmente docenti e alunni dell'Istituto Comprensivo di Squillace. Dopo l'accoglienza musicale da parte dell'orchestra "Vivarium" dell' IC di Squillace e i saluti del dirigente scolastico e del sindaco di Amaroni il programma pomeridiano è proseguito con “Presentiamo la nostra Scuola... Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado”. Obiettivo dell'incontro la presentazione di un progetto Erasmus+ per uno scambio culturale tra le due scuole. Sabato una giornata dedicata alla scoperta dei nostri territori, delle bellezze paesaggistiche e delle bontà gastronomiche, con un altro tavolo tecnico per la predisposizione del progetto di scambio culturale. Domenica ancora ad Amaroni dove il sindaco Kotnic è stato affettuosamente accerchiato da tanti bambini, che hanno voluto salutare il loro amico sloveno. Prima del trasferimento all'aeroporto per fare rientro a Lukovica ancora un importante momento di conoscenza della nostra realtà economica: il processo di trasformazione e produzione dell'olio d'oliva.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa