Chiaravalle Centrale ricorda la figura di Ernesto Pucci
Menu

Chiaravalle Centrale ricorda la figura di Ernesto Pucci

Chiaravalle Centrale ricorda la figura di Ernesto Pucci - 5.0 su 5 basato su 1 voto

libro su Ernesto Pucci a ChiaravalleErnesto Pucci uomo, cittadino, politico. Ma soprattutto esempio per le nuove generazioni. E' la figura che emerge con forza nel volume biografico (De Luca Editori) scritto dall'avvocato Francesco Squillace, presentato ieri a Palazzo Staglianò di fronte ad una sala che si è rivelata inadatta a contenere l'enorme afflusso di partecipanti. Una testimonianza d'affetto travolgente quella tributata da Chiaravalle e dai Chiaravallesi ad un figlio illustre di questa comunità, arrivato a rivestire con la Democrazia Cristiana importanti ruoli di Governo e in Parlamento, ma sempre con il proprio paese natio nel cuore. Questo ulteriore tratto distintivo è stato più volte rimarcato dai relatori: da Caterina Menichini, che ha introdotto, a monsignor Antonio Cantisani, dal presidente dell'Ordine dei Giornalisti, Giuseppe Soluri, all'avvocato Marcello Furriolo, dall'avvocato Rosario Chiriano agli stessi familiari dell'onorevole Pucci, definito, tra gli applausi convinti dei presenti, “l'ultimo grande leader politico della Calabria”, cui vanno ascritte riforme, proposte di legge e, non ultima, l'istituzione dell'università di Catanzaro. In platea non mancavano i protagonisti dell'attualità politica locale e regionale, con in prima fila, tra gli altri, il consigliere regionale Baldo Esposito e l'on. Mario Tassone. Significativa la riflessione conclusiva dell'avvocato Squillace: “I governi della seconda Repubblica hanno abbandonato il Mezzogiorno al suo destino, scritto con il sudore, il sangue, le lacrime di tanti lavoratori emigrati, di tante vittime innocenti delle guerre criminali, di tante donne condannate alla sottomissione e all'emigrazione. Potrebbe concludersi amaramente che dopo Ernesto Pucci, ovvero dopo quella generazione di politici, amministratori e uomini di governo che avevano cercato di ricostruire le basi per la rinascita del Paese, sia calata la sordina sui proclami di cambiamento di tanti piccoli leader e capipopolo, protagonisti delle cronache di questi ultimi decenni”.

Francesco Pungitore

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa