Girifalco, il comune ha partecipato alla Borsa internazionale del turismo religioso
Menu

Girifalco, il comune ha partecipato alla Borsa internazionale del turismo religioso

sindaco e presidente 1Il Comune di Girifalco ha partecipato alla Borsa internazionale del turismo religioso, culturale e naturalistico che si è svolta, mercoledì, a Paola alla presenza del governatore Mario Oliverio e della sottosegretario ai Beni Culturali Dorina Bianchi. In rappresentanza del Comune di Girifalco c'erano il sindaco Pietrantonio Cristofaro e il presidente del consiglio comunale Elisabetta Ferraina. Molti gli operatori economici - e non solo - che hanno voluto esporre le proprie eccellenze made in Girifalco. Oltre 200 seller tra operatori calabresi e nazionali e 62 buyer internazionali. Bulgaria, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lituania, Lettonia, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, UK, Ungheria, USA. Questi i Paesi di provenienza dei buyer che hanno partecipato alla borsa del turismo “Aurea”. Ospiti del salone espositivo, oltre a Girifalco, i comuni calabresi: Acri, Badolato, Bisignano, Nocera Terinese, Pizzo, Rocca Imperiale, Squillace, Taverna, Tropea. E i Borghi più belli d’Italia: Aieta, Altomonte, Bova, Chianalea, Civita, Fiumefreddo Bruzio, Grace, Morano calabro, Oriolo, Santa Severina, Stilo. Presenti, inoltre, gli enti: Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, il Parco nazionale della Sila, il Parco nazionale del Pollino e il Parco nazionale dell’ Aspromonte. Presenti, anche, la Regione Calabria e la Regione Sicilia. Infine, il Progetto South Cultural Routes col patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che comprende Regione Basilicata, Regione Calabria, Regione Campania, regione Molise e Regione Puglia.
Entusiasta per l'interesse che le eccellenze, made in Girifalco, hanno riscosso tra i presenti si è detto il presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina: "La valorizzazione dei luoghi deve passare attraverso la promozione degli stessi, vetrine attraverso le quali far conoscere il potenziale di un territorio e tutte quelle attività che non possono essere marginali ai nuovi percorsi turistici pensati per i visitatori che amano la qualità, che vogliono conoscere la storia di una realtà nel dettaglio, che chiedono cammini nella natura, passeggiate nei piccoli centri storici, visite nelle botteghe artigiane; luoghi nei quali le tipicità sono ben delineate ed incontrano il turismo 2.0 che si nutre di quella informatizzazione oggi più che fondamentale. Girifalco, probabilmente, non è ancora pronto per quel turismo che gli europei si aspettano, ma è un territorio con tantissimi punti di forza e su questi dobbiamo lavorare. Nella giornata internazionale del turismo, manifestazioni come queste diventano occasione di confronto e di crescita grazie alla partecipazione di operatori e di enti pubblici e privati di diverse regioni. E di queste opportunità bisogna farne tesoro". Soddisfatto per la partecipazione del Comune a questa importante iniziativa si è detto anche il sindaco, Pietrantonio Cristofaro: "L'attenzione dell'amministrazione comunale sarà sempre massima rispetto a iniziative che possono, in qualche modo, portare benefici alle realtà del nostro territorio".

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa