Lamagara tra arte e magia apre la rassegna “Risplende la Grangia”
Menu

Lamagara tra arte e magia apre la rassegna “Risplende la Grangia”

locandina rid 1Nella sala Polivalente in Piazza Diaz a Montauro Superiore è stato portato in scena il monologo teatrale “Lamagara”prodotto da Confine Incerto su testo di Emilio Suraci ed Emanuela Bianchi, di e con Emanuela Bianchi. Vincitore della critica Gaiaitalia al Roma Frine Festival 2014 è incentrato sulla storia di Cecilia Faragò, l’ultima fattucchiera processata per stregoneria nel Regno di Napoli nel 1769. Un’interpretazione molto profonda e intensa quella dell’attrice che ha fatto immergere il pubblico nella vicenda trasportandolo sulla scena tra la terra nuda, i suoni, i profumi, le lunghe fasce bianche e nere che ora stritolano ora rappresentano immaginari percorsi sui quali non perdere l’equilibrio. Un equilibrio difficile da mantenere quello tra la vita e la morte, tra la luce e l’ombra, tra la verità della donna e l’ipocrisia del contesto che l’avvolge. Un racconto nel racconto, un grido tra le grida, una voce solitaria tra il coro delle voci e il pettegolezzo, la critica, la condanna senz’appello. La magia si fonde con la divinazione, la superstizione si mescola con il sentimento di redenzione. Forte, accorato, disperato a volte, l’appello a un senso di giustizia superiore, a una via di fuga dalla strettoia dei tempi e dalle credenze che ne sono il portato.
Emi Bianchi incanta gli spettatori nei panni di Cecilia Faragò. Fa di più. Li suggestiona, li convince riportando al centro una verità processata dalla storia. E consegnando oggi un appello del giudizio umano negato dalla storia. Lamagara è anche spettacolo di struggente poesia, armonia di toni, sfumature, contorni.
Lo spettacolo molto partecipato è inserito nella rassegna di appuntamenti “Risplende la Grangia” organizzata dal Teatro del Grillo diretto da Claudio Rombolà e dai Giardini di Hera.
Sabato 17 marzo alle ore 20.30 nella stessa location della sala polivalente in piazza Diaz a Montauro Superiore Enoch Arden di Richard Strauss chiude il ciclo di eventi.

Daniela Rabia

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa