Lorenzo Marone ha raccontato alla Ubik il suo elogio a godersi il presente
Menu

Lorenzo Marone ha raccontato alla Ubik il suo elogio a godersi il presente

Lorenzo Marone alla UbikIl Chiaro di luna, un bicchiere di Barbera o di una birra artigianale a km zero e la presenza dello scrittore Lorenzo Marone. Nella serata di San Patrizio è stato tutto perfetto alla Libreria Ubik. Sarà l'accoglienza di Nunzio e Gianluca, ma gli autori che fanno tappa a Catanzaro per la presentazione dei loro libri si sentono sempre a loro agio sin dal primo istante, come in un ambiente familiare che li accoglie e protegge. Marone è uno degli scrittori più promettenti dell'attuale narrativa italiana che sta catturando grandissimo interesse da parte del pubblico, in grado di trasmettere profondità tramite un linguaggio semplice.

Vincitore nei giorni scorsi del Premio Selezione Bancarella con “Magari domani resto”, edito da Feltrinelli, lo scrittore ha raccontato il suo ultimo romanzo nell'incontro moderato da Giulia Zampina.
Un libro in cui, senza retorica, la domanda ricorrente è “restare o andare?”.

“Si scappa – ha affermato l'autore – non solo da un luogo ma anche da situazioni. Invece, se si decide di rimanere, bisogna imparare a scorgere la bellezza in tutto quello che ci circonda e vedere il bicchiere sempre mezzo pieno.”

Protagonista del romanzo è Luce, la classica “femmena” napoletana, una donna dal carattere forte, irruente ma anche molto sensibile e profonda d'animo.
“Magari domani resto” rispecchia la filosofia napoletana del “poi vidimmu”, un elogio a godersi il presente e vedere quello che poi arriverà.

“Cerchiamo di succhiare il midollo della vita – ha spiegato Marone - di raccogliere il consenso da tutti ma torniamo sempre sotto le nostre pergole per ripararci, in quello che ci fa sentire protetti. In realtà, le piccole grandi cose quotidiane ci possono dare la spinta a spiccare il volo, per poi sempre tornare.”

“Non partite per sfuggire e non rimanete per paura. Siate sempre curiosi perché rende vivi e mettetevi alla prova”: parola di Lorenzo Marone!

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa