A lezione con Matthew Modine, straordinaria Master Class dell'attore hollywoodiano al Museo del Rock
Menu

A lezione con Matthew Modine, straordinaria Master Class dell'attore hollywoodiano al Museo del Rock

Matthew Modine Museo del RockEmozione: è la parola giusta per descrivere quanto vissuto ieri sera al museo del Rock. Il Magna Graecia Film Festival ha fatto una tappa speciale nel tempio della musica catanzarese per un doppio appuntamento. Nella prima parte, il giornalista Mauro Mazza, ha presentato il suo ultimo libro, "Il destino del Papa russo" in un incontro molto interessante condotto dall'avv. Felice Foresta.
E poi l'attenzione è stata catalizzata tutta da lui, il divo di Hollywood, Matthew Modine, che in questi giorni è in Calabria in maniera esclusiva per la kermesse diretta da Gianvito Casadonte.
L'attore, protagonista di film che hanno la storia della cinematografia mondiale come “Full Metal Jacket” o “Birdy”, ha tenuto una Master Class nel quale ha raccontato la sua carriera e svelato i segreti della sua professione.
Un pubblico folto e variegato ha risposto all'evento, da giovani universitari a persone che sono cresciute con le sue interpretazioni.
Modine, parlando in piedi e muovendo continuamente le mani, ha dato corpo e sostanza alle sue parole. Tutti i presenti, attenti ai suoi gesti e ad ogni intercalare della sua voce, hanno ben compreso la grande opportunità di avere di fronte un personaggio di tale rilievo e spessore.

“Dobbiamo pensare di avere un piccolo grande potenziale dentro di noi e che dobbiamo solo tirarlo fuori ed esprimerlo”: ha affermato l'artista nel rivolgersi ai tanti aspiranti attori e appassionati di cinema intervenuti.
“Oggi i giovani vedono la tv – ha spiegato Modine - si appassionano al cinema e sognano di fare gli attori o i registi ma non vivono la vita vera. Nelmgff 26 lug 2016 cinema neorealista italiano la macchina da presa serviva per raccontare la realtà. Oggi il cinema è un doppio riflesso. Non si descrive una sofferenza d'amore perché la si è vissuta ma solo perché è stata vista sullo schermo. Il rischio? Far diventare il cinema falso, artificiale. Nessun filmmaker moderno rappresenta l'attualità ma parla di cose viste, si rischia così solo di copiare. Un consiglio? Vivere la vita, l'oggi.”

La quarta giornata del Magna Graecia Film Festival si è conclusa con una doppia proiezione, “Il Matrimonio” della calabrese Paola Salerno e “Antonia”di Ferdinando Cito Filomarino. Tanti applausi per la bellissima attrice Linda Caridi e la bravissima e affascinante Francesca Reggiani.
Oggi, alle ore 16, all'Hotel Perla del Porto si terrà la conferenza stampa con gli attori Giulio Greco ed Herbert Ballerina per il film in concorso "On Air" e Tonino Zangardi e Francesco Pannofino per la pellicola “My father Jack”.
Alle 17 raggiungerà la sala stampa Lino Guanciale. Tutti i personaggi saranno disponibili per incontrare i fans e gli appassionati di recitazione. Alle 18.30, al Perla del Porto, presentazione del libro "La politica di Giacomo Mancini per la difesa del suolo e la tutela del paesaggio" di Michele Drosi. L'incontro sarà condotto dalla giornalista Teresa Pittelli.
Alle ore 21.30 inizierà il serale con la proiezione del trailer del film "My father Jack". Seguirà la proiezione del film "On Air-Storia di un successo" di Davide Simon Mazzoli.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa