Reato di omicidio stradale, ieri convegno a Cosenza
Menu

Reato di omicidio stradale, ieri convegno a Cosenza

convegno reato omicidio stradale a CSDa poche settimane, dopo lunghe battaglie, è stato introdotto il reato di “Omicidio stradale”; un decreto che, nonostante la sua entrata in vigore, continua a far discutere e a suscitare riflessioni, anche alla luce delle pene previste dalla nuova legge. Ieri, a Cosenza, nella sala della Biblioteca del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Cosenza si è discusso del tema nel corso di un convegno promosso e organizzato dall'Associazione “Sulla strada giusta” intitolata a Francesco Dino Filato, il volontario della Protezione civile rimasto ucciso in un grave incidente stradale e patrocinato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Cosenza. Ad aprire i lavori dell'importante dibattito, moderato dalla giornalista del Corriere della Calabria, Mirella Molinaro, i saluti del presidente dell'Ordine, l'avvocato Oreste Morcavallo e dell'onorevole Jole Santelli, già Sottosegratario alla Giustizia. Tra i relatori, il dottor Giovanni Garofalo, presidente Corte d'Assie del tribunale di Cosenza, il dottor Aldo Belmonte, vice segretario provinciale del Sap di Cosenza, l'avvocato penalista Sabrina Rondinelli, l'ingegnare Fabrizio Coscarelli, consulente tecnico e membro Evu Italia e il dottor Teseo De Santis, capo della Polizia Stradale della Regione Calabria. Il dibattito ha permesso di far chiarezza sugli aspetti centrali della nuova Riforma.
E’ toccato proprio all'onorevole Santelli chiarire: “Tutte quelle che sono state le problematiche e le difficoltà riscontrate nel corso del dibattito per l'approvazione in Parlamento, un iter di certo non semplice e ancora oggi al centro di numerose critiche”. La necessità, infatti, di dotarsi di una legge che preveda sanzioni per chi commette omicidi a seguito di incidente stradale si scontra anche con altre diverse dinamiche suscitate dall'argomento.
Di certo, ha affermato il dottor Garofalo – “ad oggi il reato di omicidio stradale rappresenta uno spartiacque vero tra presente e recente passato; uno strumento che ci permette di dare risposte certe e giustizia ai cittadini e alle vittime”. Anche l'avvocato Rondinelli si è detta favorevole all'introduzione della nuova riforma chiarendo anche alcuni importanti aspetti dell'udienza attraverso la quale a fine Maggio si discuterà proprio dell'omicidio stradale di Dino Filato. “Importante l'approvazione di questa legge certo è che sono tante e diverse le norme che andranno riviste in quanto non pienamente conformi al codice penale in vigore”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa