"San Giuseppe il più Santo dei Santi" il 29 aprile a Soverato Superiore
Menu

"San Giuseppe il più Santo dei Santi" il 29 aprile a Soverato Superiore

San Giuseppe sognattoriSOVERATO - San Giuseppe è il lavoratore per eccellenza, è il testimone della bellezza del lavoro come luogo in cui si realizza la dignità dell’uomo, del padre e della Famiglia. Eppure, quanto sfruttamento al giorno d’oggi, quanto lavoro nero, quanta schiavitù dei molti a causa delle barbarie di pochi!!! Lo ha detto anche Papa Francesco in una sua omelia “Il sangue di chi è sfruttato nel lavoro è un grido di giustizia al Signore. Lo sfruttamento, nuova schiavitù dei nostri giorni, è un PECCATO MORTALE!”. Dovremmo tutti prendere esempio da questa grande figura di lavoratore, per la dignità che ha dato all’opera delle sue mani! Per questa e per le altre virtù di questo santo uomo, vogliamo parlare di San Giuseppe per divulgare questa grande figura, perché molti possano amarlo conoscendolo meglio. Egli è l’uomo giusto e buono al quale il Signore ha affidato la sua famiglia, colui che è stato più vicino allo stato della Divinità. Quest’uomo ha toccato con le sue mani il Dio fatto carne e ha potuto dire veramente: Tu sei mio figlio.

I Sognattori con questo pensiero accompagnano la presentazione della loro ultima "fatica" artistica, "Riflessioni su San Giuseppe - Il più Santo dei Santi", che verrà rappresentata all'interno della chiesa di Soverato Superiore il prossimo 29 aprile alle ore 21, nell'ambito dei festeggiamenti in onore di San Giuseppe Lavoratore.

San Giuseppe sognattori

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa