Squillace, al via i riti della Settimana Santa
Menu

Squillace, al via i riti della Settimana Santa

cattedrale squillaceSQUILLACE - «La Pasqua deve diventare capacità di perdonare, di amare, di donare, di testimoniare Cristo e di conversione interiore». E’ l’augurio che rivolgono i parroci mons. Giuseppe Megna e don Fabrizio Fittante alla comunità di Squillace, annunciando i riti della Settimana Santa. La celebrazione della festa della Domenica delle Palme, preceduta dalla benedizione dei ramoscelli d’ulivo in piazza Vescovado, è stata presieduta dal vicario episcopale per la cura delle Confraternite dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, mons. Raffaele Facciolo. Nel pomeriggio, ha avuto inizio l’esposizione del Santissimo Sacramento con turni di adorazione. Oggi, Lunedì Santo, alle ore 21, “Via Crucis” per le vie cittadine, animata dalla pastorale giovanile parrocchiale, con partenza dalla basilica cattedrale. Martedì Santo, alle ore 8.30, santa messa in cattedrale e, alle ore 17.30, la recita dei “Vespri”. Mercoledì Santo, ore 9.30, santa messa nella parrocchia di San Pietro. Alle ore 17, nella cattedrale di Squillace, rappresentazione di quadri viventi sulla passione e morte di Cristo, a cura del locale liceo artistico "design" e della "Schola cantorum Santa Cecilia". La messa crismale, invece, sarà celebrata, alle 17, nella cattedrale di Catanzaro. Giovedì Santo, nella cattedrale di Squillace, messa “In Coena Domini”. Venerdì Santo, alle ore 17, sarà celebrata l’azione liturgica, in cattedrale, cui seguirà la processione del Cristo morto, con partenza dalla chiesa di San Matteo. Sabato Santo, alle ore 7.30 del mattino, avrà luogo la caratteristica processione della Madonna Desolata, con partenza dalla chiesa di San Giorgio; mentre alle ore 23 in cattedrale la veglia pasquale sarà presieduta dall’arcivescovo emerito mons. Antonio Cantisani. Domenica 16 aprile, infine, l’arcivescovo metropolita mons. Vincenzo Bertolone presiederà la concelebrazione eucaristica per la Pasqua di Resurrezione, alle ore 11, in cattedrale.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa