Squillace, successo per il convegno su Sant'Agazio, a cura della "Domus Pacis"
Menu

Squillace, successo per il convegno su Sant'Agazio, a cura della "Domus Pacis"

Squillace, successo per il convegno su Sant'Agazio, a cura della "Domus Pacis" - 5.0 su 5 basato su 1 voto

convegno su santagazio domus pacisSQUILLACE - Successo di pubblico e grande interesse per il convegno organizzato dall’associazione culturale “Domus Pacis”, presieduta da Paolo Cristofaro, tenutosi sabato scorso a Squillace. Il tema era “Sant’Agazio: storia, leggenda e tradizione”. Al tavolo dei relatori, oltre a Cristofaro, il sindaco di Squillace, Pasquale Muccari, il sindaco di Guardavalle, Giuseppe Ussia, il decano del capitolo cattedrale mons. Raffaele Facciolo, Andrea Simonetta, del centro studi “Memorandum” di Cortale, Benedetta Trapasso, dell’archivio diocesano, il docente universatorio Gianfranco Donadio, antropologo. «Il culto di Sant’Agazio, la leggenda intorno alle reliquie, la storia della festa a Squillace rappresentano da sempre un’occasione di unione tra i nostri concittadini. Parlare del patrono, parlare delle tradizioni, parlare dei simboli cari agli squillacesi, ci aiuta a rafforzare la coesione sociale (missione principale della “Domus Pacis”), ma anche a valorizzare e raccontare lo straordinario patrimonio di documenti (come quelli conservati dall’archivio diocesano), di storie, di tradizioni, di tesori, che la città ha da offrire», ha dichiarato Cristofaro. Il convegno è stato organizzato dall’intero direttivo dell’associazione: Giuseppe Abbruzzo, Riccardo Spanò, Carmela Facciolo, Davide Samà, Maria Rosa Commodaro, Nicola Talarico e Agazio Maida. Partecipazione anche da parte dei ceramisti tutti, che hanno donato alla “Domus Pacis” diversi prodotti originali delle loro botteghe per una piccola esposizione nella sala dell’archivio, in via Santi Apostoli, tutta piena per l’occasione. Tanti anche gli interventi fuori programma, come quello dell’ex presidente della Regione Guido Rhodio, che ha preso la parola per un interessante approfondimento storico. Ad intervenire anche l’artista e appassionato di storia Giuseppe Mercurio, il professore Ulderico Nisticò, anche lui storico preparatissimo e mons. Giuseppe Megna, parroco di Squillace. «Teniamo all’affermazione di Squillace quale centro importantissimo di produzione e divulgazione culturale – ha detto Cristofaro - come è giusto che sia per una città dalla storia millenaria e dagli infiniti tesori».

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa