Squillace Lido, giornata sulla protezione civile
Menu

Squillace Lido, giornata sulla protezione civile

giornata protezione civile 2SQUILLACE - Una giornata di comunicazione e di informazione sulle pratiche di prevenzione contro le calamità naturali si è tenuta a Squillace Lido, il 6 maggio scorso, su iniziativa delle associazioni La Rete, Domus Pacis, gli Angeli Blu di Squillace, il circolo parrocchiale, la P.Ri.So., con la collaborazione dell'amministrazione comunale. La manifestazione si è svolta in due fasi: una legata più alla prevenzione, curata dalle associazioni La Rete e Domus Pacis; la seconda, più al post evento. Nella prima fase i volontari, seguendo i manuali editi dal Dipartimento di Protezione Civile, hanno indicato tutte le situazioni di potenziale pericolo riscontrabili in tutte le abitazioni e, montando materialmente una stanza, hanno mostrato con esempi pratici come è possibile eliminarle (fissare bene quadri e mobili, allo spostare o attaccare con biadesivo i suppelltteli pesanti dalle mensole). Sono state date indicazioni su cosa è utile tenere pronto (cassetta di pronto soccorso, pila e radio a batteria, indumenti) e su come comportarsi correttamente durante la scossa sismica (non correre fuori, ripararsi sotto una trave, non usare ascensori). Nella seconda fase si è dato risalto al dopo sisma e sulle modalità di comportamento (uscire con prudenza, assicurasi dello stato di salute dei propri vicini, limitare l'uso di cellulare e delle auto). E’ seguito l'intervento dell'assessore comunale e ingegnere Gregorio Talotta, che ha illustrato il piano della protezione civile comunale ed ha fornito utili indicazioni sulle zone da raggiungere nel caso di emergenze. Interessante anche l'intervento del sociologo Franco Caccia, dell’associazione P.Ri.So., sulle conseguenze psicologiche dopo un evento sismico e su come comportarsi in caso di attacco di panico durante il sisma. Al termine i volontari del gruppo intercomunale di protezione civile Angeli Blu hanno illustrato le modalità di intervento nell'immediatezza dell'emergenza. In tutti gli interventi sia è ribadito l'importanza della figura del volontario di protezione civile da inserire nello schema delle emergenze e che, adeguatamente preparato, può affiancare gli enti preposti. L’iniziativa si è svolta di fronte ad un folto gruppo di bambini, accompagnati dai loro genitori, che hanno seguito con particolare attenzione le varie attività.
Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa