Successo per l'VIII edizione del "Premio Cassiodoro Il Grande"
Menu

Successo per l'VIII edizione del "Premio Cassiodoro Il Grande"

premio cassiodoro 2017SQUILLACE - «C’è una Calabria che opera, che non si lamenta. Questa è la Calabria che ci piace». Lo ha detto il vicepresidente della Regione Antonio Viscomi durante la cerimonia di consegna del Premio internazionale “Cassiodoro il Grande”, organizzato dall’associazione “Centro Culturale Cassiodoro”, presieduta da don Antonio Tarzia, e svoltasi sabato sera nella splendida cornice del Parco archeologico di Scoalcium a Roccelletta, sotto l’alto patronato del Ministero dei Beni e Attività culturali e con la collaborazione della Regione Calabria, dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, della Fondazione Università Magna Græcia e del suo Dipartimento di Scienze Giuridiche Storiche, Economiche e Sociali. L’evento, coordinato da Cosimo Griffo, è stato presentato da Domenico Gareri, per la “Life Communication”. I premi, come di consueto, sono costituiti da medaglie in argento e in bronzo progettate dal maestro Angelo Grilli e coniate nello stabilimento milanese “Johnson 1836” e da targhe in argento realizzate dal maestro orafo calabrese Michele Affidato. Il premio principale quest’anno è andato alla memoria di Luciano Pavarotti ed è stato ritirato dalla moglie Nicoletta Mantovani. Premiati anche mons. Angelo Bazzari, presidente della Fondazione Don Gnocchi; Mimmo Dabbrescia, fotografo e gallerista; mons. Marco Frisina, noto musicista; e il tenore Stefano Gagliardi. Targa d’argento a Paola Severini, presidente dell’associazione “Viva Toscanini”. Sono stati insigniti del titolo di soci onorari il pittore Niko Calia, l’artista Giuseppe Mantella, il docente universitario Antonino Mantineo, l’archeologa Chiara Raimondo, il musicista Luigi Stillo e padre Rocco Spagnolo, missionario. Oltre a Viscomi, tra le autorità c’erano mons. Francesco Milito, vescovo di Oppido-Palmi e vicepresidente della Conferenza episcopale calabra, e il sindaco di Borgia Elisabeth Sacco. Nel corso della manifestazione sono state presentate le varie attività del “Centro culturale Cassiodoro”, che ha sede a Squillace, e si è svolto uno spettacolo molto applaudito, con la partecipazione del gruppo “2BMG”; del corpo di ballo “Maison de la dance”; dei cori della scuola media di Cotronei, del liceo “Lucrezia della Valle” di Cosenza e del liceo “Rechichi” di Polistena; del coro gregoriano Monserrato, del maestro Salvatore Stillo e dell’attore Giacomo Battaglia (del duo “Battaglia e Miseferi”). Diverse le iniziative collaterali svoltesi nella giornata di sabato a Squillace: la solenne celebrazione eucaristica nella basilica cattedrale; l’inaugurazione della mostra “I volti di Maria” all’interno del museo diocesano, con le opere d’arte donate da don Tarzia alla Chiesa; la mostra al castello con le opere realizzate dagli alunni delle scuole calabresi in cui si è svolto, durante l’ultimo anno scolastico, il progetto “Vivarium: conoscere Cassiodoro”. Suggestiva la scenografia naturale del parco archeologico che fa da cornice al palcoscenico di “Armonie d’Arte Festival”, diretto da Chiara Giordano, che prevede fine a fine mese diversi spettacoli di arte, cultura e musica.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa