Premio Internazionale "Città Solidale", il 17 marzo a Catanzaro
Menu

Premio Internazionale "Città Solidale", il 17 marzo a Catanzaro

premio città solidaleCATANZARO - Quinta edizione del Premio internazionale “Città Solidale”, istituito dall’omonima Fondazione catanzarese, promossa e costituita dall’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace. Si terrà il prossimo 17 marzo, alle ore 20.30, al teatro comunale di Catanzaro. Il premio è finalizzato a portare l’attenzione della cittadinanza e del territorio sui temi del disagio sociale, in particolare l’immigrazione, la violenza sulle donne, la povertà sociale in genere. Nella cornice dell’evento pubblico vengono anche premiati personalità di spicco che con le loro opere, la testimonianza e un impegno attivo contrastano in modo speciale la discriminazione e tutelano e promuovono la dignità di persone ferite da diverse problematiche che segnano le loro esistenze. L’iniziativa vedrà la musica come protagonista e compagna della solidarietà e della promozione dei diritti umani, con il concerto di Massimo De Luca, chitarrista di Lucio Battisti, insieme al gruppo siciliano “Aedo”. Uno spettacolo che toccherà il cuore dei presenti, attraverso i testi e la musica del grande e indimenticato artista italiano. La manifestazione si legherà alla “Giornata internazionale della Donna”, dunque al mondo femminile, in particolar modo alle vittime di violenza e di sfruttamento sessuale. Un fenomeno che tristemente balza ormai troppo spesso agli onori della cronaca e che riguarda una fascia sempre crescente di persone all’interno dei contesti familiari. Durante la serata musicale e di riflessione, saranno premiate alcune personalità impegnate a fondo per contrastare, o comunque sensibilizzare, le coscienze sul fenomeno della violenza contro le donne. Tra gli ospiti, Enza Bruno Bossio (parlamentare), Anna Macrì (scrittrice e attrice), Arcangelo Badolati (giornalista e scrittore), Rita Tulelli (presidente dell’associazione “Universo Minori”) e la redazione dell’emittente “Fimmina Tv”. La quinta edizione del Premio “Città Solidale” sarà, inoltre, un’opportunità per effettuare una raccolta fondi (il contributo per l’ingresso al teatro), destinata alla realizzazione di una struttura rivolta a persone affette da malattie neurodegenerative.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa