Squillace, centinaia di fedeli alla festa dell'Assunta nella basilica cattedrale
Menu

Squillace, centinaia di fedeli alla festa dell'Assunta nella basilica cattedrale

assunta ferragosto squillace 2017SQUILLACE - Nel giorno di ferragosto, a Squillace, si è ripetuta la tradizionale celebrazione della solennità dell’Assunta. Nella basilica cattedrale, ha avuto luogo la concelebrazione presieduta dal vicario generale dell’arcidiocesi, mons. Gregorio Montillo, che nell’occasione, con il parroco mons. Giuseppe Megna, ha amministrato la cresima a decine di fedeli della diocesi. Quella dell’Assunta, nella cattedrale di Squillace, che è una delle chiese più antiche a lei intitolata, è da sempre la festa più importante dell’anno, insieme a quella del patrono Sant’Agazio. Il 15 agosto era, infatti, il giorno in cui conveniva il clero della diocesi di Squillace per prestare l’ubbidienza al vescovo. In un’apposita cappella, dell’Assunta, è esposta la statua della cosiddetta “Madonna dormiente”, che costituisce la terza tappa della trilogia bizantina, insieme alla cappella di Sant’Agazio e all’icona dell’Odigitria-S. Maria della Roccella, ubicate nella navata di sinistra. Mons. Montillo, nell’omelia, si è soffermato sulla bellezza della Madonna, che è totale e interiore; sul consumismo, in conseguenza del quale si pensa che chi ha vale di più; sull’indifferentismo e sul distacco da Dio per seguire le illusioni. Ai cresimandi il vicario generale ha rivolto l’invito ad essere testimoni della fede e di Gesù.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa