Squillace, l'antica tradizione del "cumbitu" di San Giuseppe con i bambini della parrocchia
Menu

Squillace, l'antica tradizione del "cumbitu" di San Giuseppe con i bambini della parrocchia

cumbitu squillace 2018A Squillace le tradizioni della festa di San Giuseppe si rispolverano con i giovani. Simpatica l’iniziativa di dedicare il cosiddetto “cumbitu” ai ragazzi. Nel salone parrocchiale di San Pietro si sono ritrovati in tanti con il viceparroco don Fabrizio Fittante per consumare il “cumbitu”, offerto e cucinato da due famiglie squillacesi in collaborazione con l’oratorio “Il sorriso di Chiara” della parrocchia di San Pietro. Oltre alla pasta, ceci e finocchi, il baccalà fritto e in umido e le frittelle di bianchino. Una festa all’insegna dell’antica tradizione che un tempo si svolgeva nei primi quattro mercoledì precedenti al 19 marzo, su iniziativa di alcune famiglie benestanti. Anticamente il “cumbitu” era destinato ad un gruppo di bambini, i cosiddetti “verginedhi”, che dovevano essere 13 o 19 (come la data festiva di San Giuseppe). Fatti sedere intorno alla tavola, venivano serviti loro la pasta, ceci e finocchi, il riso col sugo di baccalà, cicoria e fagioli, baccalà fritto e altro. Al termine, i bambini potevano portare a casa il “pane di San Giuseppe”, offerto sempre dalle famiglie organizzatrici del “cumbitu”, e gli avanzi del lauto pranzo, in modo da darne agli altri membri della loro famiglia. Negli anni più recenti, invece, il “cumbitu” veniva offerto a tutti coloro che lo desideravano. L’ultima iniziativa forse è stata ad opera del cav. Pasquale Strongoli, che organizzò un “cumbitu” aperto a tutti in piazza Risorgimento. Quello riproposto nella parrocchia di San Pietro ha voluto rispolverare l’antica tradizione, quella che vedeva come protagonisti i bambini. Dopo la santa messa solenne in onore di san Giuseppe, seguita dalla “Via Crucis” con i bambini e i giovanissimi, questi ultimi, insieme ai ragazzi dell’oratorio, hanno partecipato al festoso “cumbitu”.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa