Stalettì, la comunità in preghiera per Concetta Lombardo
Menu

Stalettì, la comunità in preghiera per Concetta Lombardo

concetta lombardo stalettìSTALETTI’ - La comunità di Stalettì si riunisce in preghiera per Concetta Lombardo. Con una celebrazione eucaristica presieduta e voluta dal parroco don Roberto Corapi, si è ricordata la figura della Serva di Dio Concetta Lombardo, assassinata la mattina del 22 agosto del 1948. Concetta Lombardo, catechista, terziaria francescana, morì a soli 24 anni, per mano di un pretendente, Vincenzo Messina, uomo sposato di Gasperina, che dopo il rifiuto di Concetta si suicidò. Da qui, pochi anni dopo, è stato aperto il processo per la beatificazione di Concetta, voluto fortemente dall’allora vescovo Antonio Cantisani e dal postulatore padre Nicola Criniti. Oggi tutti gli atti sono a Roma, alla Congregazione per le cause dei Santi. Mons. Vincenzo Bertolone, arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, ha preso a cuore la causa, affidando il tutto a padre Pasquale Pitari. «Ora aspettiamo risposta da Roma - ha dichiarato don Roberto Corapi - a noi il compito di pregarla e di farla conoscere agli altri, perché Concetta è un esempio per i tanti giovani per vivere la purezza e l’amore ordinato. Concetta diventa per tutti noi, un esempio da imitare nel rifiuto del male. Bisogna dire di no al peccato per vivere una vita di grazia con Cristo e per Cristo. Pregate e invocate di più Concetta, nelle vostre necessità, perché Ella si fa sentire».

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa