Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Trasversale delle Serre, Liberamente aderisce alla petizione contro l'Anas

barillariIl movimento “Liberamente” di Serra San Bruno (Vv), con tutti i propri iscritti e l'intero gruppo in consiglio comunale, aderisce ufficialmente alla petizione lanciata dal Comitato “Trasversale delle Serre - 50 ani di sviluppo negato”. “Commissariamento immediato di Anas SpA” è il titolo della sottoscrizione, finalizzata a denunciare gli ennesimi, inaccettabili ritardi nella realizzazione della superstrada Jonio-Tirreno. Il capogruppo di “Liberamente”, Alfredo Barillari, ha incontrato il presidente del Comitato, Francesco Pungitore, ed entrambi hanno confermato “piena e totale sintonia” sulle battaglie per le infrastrutture e la difesa del territorio. “Qui nel Vibonese rimangono pesantissimi le condizioni della viabilità interna - ha dichiarato Barillari - e lo stallo dei cantieri della Trasversale delle Serre non fa che aggravare questa situazione di perenne precarietà e isolamento”. In una nota, il Comitato ha ringraziato Barillari e il movimento da lui rappresentato, invitando tutte le forze politiche e le associazioni delle Preserre e delle Serre “a parlare con una sola voce per mettere fine alla scandalosa incompiuta calabrese che da mezzo secolo copre di vergogna questo nostro territorio”. “Una firma per mandarli tutti a casa” è lo slogan della petizione, che punta dritto contro l'Anas, ritenuta la principale responsabile della fallimentare gestione dell'appalto della Trasversale. Anche “Liberamente” parteciperà all'assemblea pubblica di sabato prossimo, in programma alle ore 10.30 a Gagliato (Cz). Sarà l'occasione per rilanciare con maggiore forza e determinazione una mobilitazione che sta già raccogliendo centinaia di adesioni e la significativa partecipazione di tanti sindaci e parlamentari. “Basta con le prese in giro” tuona il Comitato che ritiene, a questo punto, “inutili i tavoli e le interlocuzioni con il compartimento regionale Anas che promette una cosa e ne fa sempre un'altra”.

Domani la seduta del consiglio provinciale di Catanzaro

provincia di CatanzaroCATANZARO –  Sono nove i punti all’ordine del giorno della seduta del Consiglio provinciale di domani che il presidente dell’Ente intermedio di Catanzaro, Enzo Bruno, ha convocato per le ore 12. Una riunione importante che vede spiccare tra gli argomenti in discussione l’approvazione dello schema di bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2017. Un atto fondamentale per la gestione dell’Ente che alle attuali condizioni economiche non floride date non era affatto scontato, e premia gli sforzi dell’attuale amministrazione provinciale guidata da Bruno tra le poche in Italia a poter disporre uno strumento finanziario che permetterà di mantenere la qualità dei servizi ai cittadini. Per le funzioni fondamentali attribuite alla Provincia dalla legge Delrio, in particolare manutenzione di strade e scuole, i settori competenti potranno contare sull’investimento di circa dieci milioni di euro. Di seguito i punti all’ordine del giorno della seduta di domani, 23 ottobre: lavori di somma urgenza per l’eliminazione delle situazioni di pericolo sulla s.p. 89. presa atto affidamento lavori alla ditta Presila costruzioni s.r.l.; nuovo regolamento di contabilità; approvazione rendiconto della gestione 2016; approvazione adempimenti connessi al principio contabile applicato concernente il bilancio consolidato di cui all’allegato 4/4 al d.lgs. n. 118/2011. approvazione elenco gruppo amministrazione pubblica Provincia di Catanzaro e individuazione enti da includere nel perimetro del consolidamento; atto di indirizzo per le società partecipate dalla Provincia di Catanzaro ai fini del contenimento del complesso delle spese di funzionamento in ossequio ai principi dell’art. 19 del d.lgs. n. 175/2016 e s.m.i. nonchè per il rispetto dei principi di economicità efficacia imparzialitàpubblicità e trasparenza; adozione dello schema di bilancio di previsione per l’esercizio finanziario anno 2017 e documenti allegati 8 avviso di liquidazione per registrazione n. 6 sentenze – presa d’atto ed adempimenti consequenziali; o.d.g. consigliere Montuoro su distaccamento polizia stradale nella città di Catanzaro.

Anche Soverato nell'elenco dei Comuni calabresi che hanno aderito allo Sprar

sprarSono 144 i Comuni calabresi che hanno già deliberato l’ingresso nella rete del sistema nazionale di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, dello Sprar  che è stato oggetto di un protocollo d’intesa ad hoc firmato ieri dai  primi cittadini a Taverna, alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti. Ecco l’elenco dei Comuni della provincia di Catanzaro  che anche formalmente hanno deciso di entrare a far parte dello Sprar: Albi, Amato, Badolato, Borgia, Carlopoli, Conflenti, Cortale, Cropani, Curinga, Decollatura, Falerna, Gasperina, Gimigliano, Girifalco, Gizzeria, Lamezia Terme, Marcellinara, Martirano Lombardo, Miglierina, Montauro, Nocera Terinese, Pentone, Pianopoli, San Mango d'Aquino, San Pietro a Maida, San Pietro Apostolo, Santa Caterina dello Ionio, Sant'Andrea Apostolo dello Ionio, Satriano, Sellia Marina, Settingiano, Sorbo San Basile, Soverato, Taverna.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa