Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Joy Volley, al via il progetto Scuola a Nocera Terinese

progetto scuola Nocera TContinua a pieno ritmo l’attività della Joy Volley sul territorio per promuovere lo sport. A tal proposito è partito, per il secondo anno consecutivo, il progetto “Mente in Movimento” per l’anno scolastico 2018-2019 a Nocera Terinese, progetto, che riguarderà le quinte classi delle scuole primarie del plesso della marina dell’Istituto Comprensivo di Nocera Terinese.
Un progetto che suggella un’importante sinergia tra la Joy Volley e le istituzioni scolastiche locali e che mette in primo piano la consueta attenzione allo sport da parte della Dirigente Scolastica dott.ssa Pascuzzi, dimostrato anche dalla proficua e costante collaborazione tra l’Ente e la società sportiva guidata da Antonio Stella. “Si tratta di un’attività ludico-motoria che sarà svolta nelle quinte classi della scuola primaria di Nocera Terinese”, spiega il responsabile della Joy Volley, Antonio Stella . “In questo modo”, prosegue Stella, “i ragazzi avranno la possibilità di venire a contatto con la discipline della pallavolo, con la competenza degli istruttori qualificati, svolgendo un percorso che li condurrà a disputare un torneo interclasse, interistituto e con l’invito a partecipare al Beach Volley per Tutti del 2 giugno a Soverato.
“Siamo molto soddisfatti di poter continuare a proporre simili attività nelle scuole primarie. In un’epoca in cui anche i nostri bambini sono sottoposti ai ritmi frenetici della multimedialità, è importante far loro riscoprire il valore della motricità e della vita all’aria aperta, quando ciò è possibile, introducendo un percorso simile, a partire dalle primarie, che avrà la durata dell’intero anno scolastico”, aggiunge Antonio Stella
“Abbiamo deciso di investire in questo progetto poiché l’attività sportiva nelle scuole non può che aumentare il benessere dei ragazzi e poi, proprio perché la scuola è la prima istituzione in cui l’individuo si forma, è fondamentale che sin da qui si inizi la pratica sportiva come strumento di integrazione all’interno della società. Nella sua crescita, il ragazzo ha necessità di essere consapevole del proprio corpo, anche perché gli studi scientifici attuali tendono sempre più a confermare che una maggiore attività motoria influenzi positivamente anche una maggiore attività di apprendimento”.
La Joy Volley è soddisfatta per questo rinnovato progetto all’insegna della promozione di uno stile di vita sano e di un primo approccio allo sport, che cerca di prevenire fenomeni quali obesità, sempre più frequenti anche nei più piccoli, e promuovere l’integrazione, la consapevolezza del proprio corpo e, anche, di quelle che sono le regole del gioco e dello stare insieme”,

Convegno S.O.S.: La Social Solitudine come fenomeno di relazione tra i giovani

52752933 285405872126851 6483672738731917312 nVenerdì 22 febbraio 2019 dalle ore 9.30 presso il Liceo E. Fermi di Catanzaro Lido Auditorium "Antonino Scopelliti" sarà realizzato il convegno dal titolo S.O.S.: La Social Solitudine come fenomeno di relazione tra i giovani. Effetto dell'suo del web o in-consapevolezza emozionale? organizzato dall'Associazione “Universo Minori” presieduta da Rita Tulelli, in collaborazione con l'Istituto “E. Fermi” di Catanzaro lido diretto dalla Dirigente Scolastica Teresa Agosto.
L'incontro, rivolto agli studenti del triennio, intende, da un lato, trasferire conoscenze circa gli effetti sulle relazioni interpersonali dovuti ad un uso spasmodico dei social e sulle implicazioni giuridiche ed extragiuridiche che possono derivare da tali condotte - dall'altro, mira a comprenderne i significati psico-sociali che sono implicati nella costruzione dell'identità culturale e personale condividendo le esperienze con gli studenti.
A tal fine il Convegno vedrà la partecipazione di Teresa Chiodo, presidente del Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, di Michele Sessa, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Catanzaro, di Claudia Conidi del Foro di Catanzaro, di Rita Tulelli, Presidente dell’Associazione “Universo Minori”, di Carmen Fragalita psicologa e psicoterapeuta e giudice onorario del Tm di Catanzaro, di Andrea Barbuto, sociologo del Centro Calabrese di Solidarietà e giudice onorario del Tm di Catanzaro, di Marzia Colace pedagogista e giudice onorario del Tm di Catanzaro, di Gelsomina Silvia Vono, senatrice e segretario della Commissione Parlamentare di inchiesta sul femminicidio. Il convegno sarà moderato dalla giornalista Benedetta Garofalo dell'Ufficio Stampa del CSV di Catanzaro.

Sellia. L’attesa è finita: sarà riparato l'orologio della Torre Campanaria della Chiesa di San Nicola

sellia2SELLIA – L’attesa è finita. Dopo alcuni anni di attesa sarà riparato l'orologio della Torre Campanaria della Chiesa di San Nicola che domina uno dei due colli del centro storico di Sellia. E questo grazie ad un congruo finanziamento ottenuto dalla Regione Calabria, transitato al Comune tramite la Provincia di Catanzaro. A darne notizia è il sindaco, e consigliere provinciale Davide Zicchinella, che ricorda il grande impegno profuso dall’amministrazione per riparare l’orologio, sebbene non sia di proprietà comunale, ma di fatto rappresenta un patrimonio storico dell’intera comunità da preservare e restituire ai selliesi. Negli anni scorsi, l’orologio era già stato oggetto di un intervenuto per ripristinare il meccanismo elettronico, ma dopo l’ennesimo guasto e l’incremento del costo di ripristino, il Comune non aveva le somme necessarie ad intervenire. “Siamo riusciti ad ottenere questo finanziamento per ripristinare l’orologio, per noi è un motivo di grande soddisfazione – spiega il sindaco Zicchinella -. Da anni non funzionava più ed era doveroso intervenire. Ma come sempre accade nei piccoli comuni non si disponeva delle risorse necessarie. Ma questo non ci ha scoraggiati. Entro questo mese conferiremo l'incarico per la sua sistemazione e nel mese di marzo le grandi lancette del nostro orologio riprenderanno a muoversi. Oltre che per riparare l'orologio abbiamo le risorse anche per ripristinare la sirena, la stessa che i nostri contadini aspettavano di sentire per la meritata pausa di mezzogiorno”. Una parte del finanziamento, circa 20 mila euro, potrà essere destinato all’intervento di installazione delle telecamere per rendere più sicuri i musei di Sellia e migliorare la loro accessibilità.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa