Giornata disabilità, iniziativa di Fondazione Città Solidale Onlus
Menu

Giornata disabilità, iniziativa di Fondazione Città Solidale Onlus

giornata disabilitàEmozione e sensibilizzazione per l’evento organizzato da Fondazione Città Solidale Onlus, dall’istituto parificato Maria Immacolata e dal liceo coreutico-musicale di Catanzaro Lido-Satriano, in occasione della giornata internazionale della disabilità. Un evento scandito da canti e balli che ha accomunato varie generazioni, dai più piccoli della scuola dell’infanzia agli amici anziani del Centro Cassidoro, per affermare che la disabilità è una situazione che in fondo riguarda tutti ed è possibile vivere serenamente quando la comunità è sensibile ed attenta, capace di prendersi cura dei più deboli. Nell’auditorium gremito dell’istituto scolastico è stato presentato uno spettacolo bello e molto coinvolgente. Ad aprire la manifestazione, “Sulle Note della Disabilità”, è stato un video di presentazione delle attività svolte all’interno del Centro Diurno Minozzi, progetto di cui la Fondazione è partner, ed una performance degli stessi ospiti che con il brano “Un Senso” di Vasco Rossi cantato, mimato e raccontato con il linguaggio dei segni, hanno ricevuto il consenso di tutto il pubblico presente in sala. A seguire, si sono esibiti i piccoli della scuola dell’infanzia che con il brano “Goccia dopo Goccia”, nonostante la tenera età, hanno lanciato il messaggio che basta poco, “quello che conta è stare insieme per aiutare chi non ce la fa”. Di alto spessore e professionalità le esibizioni dei ragazzi del liceo coreutico di Satriano, accompagnati dalle docenti, che hanno cantato e ballato sulle note di brani conducendo il pubblico alla riflessione su valori importanti quali la diversità, l’umanità e l’amicizia. La presidente della cooperativa “Padre Giovanni Semeria”, ente gestore dell’istituto parificato, Elisabetta Mirabelli, ha diretto magistralmente la parte conclusiva dello spettacolo, coordinando l’orchestra e il coro dell’istituto e coinvolgendo l’intera platea nel ballo finale. Un lavoro riuscito in pieno anche grazie alla preziosa collaborazione della collaboratrice scolastica Carmela Chiodo e la vicaria Augusta Schipani. La professoressa Mirabelli, con la sua professionalità e dinamicità, e padre Piero Puglisi, con la sua continua attenzione ai problemi del disagio ed impegnato a contrastare l’emarginazione, hanno poi dichiarato di voler intensificare la collaborazione tra i due enti. La giornata carica di allegria e di emozioni ha pienamente trasmesso il messaggio principale: «ognuno di noi è diverso e la diversità è un modo di vivere la vita da supereroi».

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa