Il Comune di Squillace aderisce alla rete dei "Borghi della salute"
Menu

Il Comune di Squillace aderisce alla rete dei "Borghi della salute"

adesione squillace borghi saluteSQUILLACE - Il Comune di Squillace ha aderito ufficialmente alla rete nazionale dei “Borghi della salute”. La cerimonia di adesione si è svolta domenica scorsa nella sala consiliare del municipio. «Non poteva mancare – ha detto in apertura il sindaco Pasquale Muccari - l’adesione di Squillace, attraverso l’associazione “Liberi di essere”, grazie anche al voto unanime espresso dal consiglio comunale sulla pratica proposta dall’assessore comunale Franco Caccia. Già Cassiodoro descrisse la bellezza e la salubrità del nostro borgo ed oggi testimoniamo questa nostra cultura di ricerca del sano e del bello. L’iniziativa rientra nel programma della nostra amministrazione teso ad elevare l’offerta turistica della città e promuovere la sua vocazione culturale. Per questo c’è sempre stato l’impegno delle varie amministrazioni comunali succedutesi nel tempo e spero anche di quelle future. La bandiera verde assegnata recentemente alla spiaggia di Squillace e questo nuovo titolo ottenuto dal borgo antico, che entra a far parte della rete dei “Borghi della salute”, sono segni di unità tra marina e centro storico». Il segretario della rete “Borghi della salute”, Giuseppe Pipicelli, dopo essersi soffermato sulla diabetologia territoriale, nata proprio a Squillace, ha reso noto che la Regione Calabria ha in atto i bandi per finanziare i borghi calabresi, per cui i comuni aderenti alla rete potrebbero presentare un progetto unitario. L’assessore comunale alla programmazione e alla partecipazione Franco Caccia ha parlato di «opportunità importante che viene colta dal Comune di Squillace». Per Caccia, «promozione della salute e azione di prevenzione sono importanti per chi si occupa della salute dei cittadini. L’adesione alla rete dei “Borghi della salute” non significa per noi l’attribuzione di un nuovo marchio, ma vuol dire lavorare insieme per iniziative periodiche per far stare meglio le persone. La referente è la funzionaria comunale Grazia Fiorenza, che coordinerà le varie iniziative, che riguarderanno anche gli anziani e i nostri ragazzi. A Squillace Lido a breve sarà attivo un mercato di prodotti a chilometro zero». Il presidente nazionale della rete Marco Tagliaferri ha spiegato che l’obiettivo dei “Borghi della salute” è la tutela della salute, la promozione del benessere e il miglioramento della qualità della vita. «Occorre orientare – ha aggiunto - le varie azioni attraverso iniziative da promuovere per una sana alimentazione, una corretta attività di movimento, il riequilibrio delle emozioni e la pulizia dell’ambiente. Alla base di tutto ciò deve esserci la nostra appartenenza al Mediterraneo. Occorre creare una nuova cultura della salute. Pensiamo di istituire in ogni borgo un itinerario della salute, per camminare e far camminare turisti e visitatori alla scoperta del territorio; costituire una rete dei cammini dei borghi aderenti; certificare i prodotti anche con la denominazione di origine comunale; istituire la “giornata della salute”. Il tutto per arrivare al “turismo della salute”».

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa