Marilù Mengoni a Montepaone: cibo vivo ed equilibrio emozionale, le regole per stare bene
Menu

Marilù Mengoni a Montepaone: cibo vivo ed equilibrio emozionale, le regole per stare bene

1Psicoalimentazione e metodo Kousmine. Se ne è parlato a Montepaone Lido nel corso di un seminario divulgativo promosso dal progetto culturale “Naturium”. Ospite d'eccezione la dottoressa Marilù Mengoni, biologa nutrizionista e dott.ssa in Psicologia, consigliere dell'Amik (Associazione Medica Italiana Kousmine) e membro del comitato scientifico di AssoVegan che, di fronte ai tanti partecipanti, ha illustrato le semplici regole dello stare bene: 1) alimentazione sana, ovvero orientata sul cibo vivo, integrale, biologico e a chilometro zero; 2) attività fisica; 3) equilibrio emozionale. “La Psicoalimentazione - ha spiegato la dottoressa Mengoni - è un metodo che considera l’individuo in tutte le sue parti, e che permette di realizzare il benessere fisico ed emozionale (quindi essere in salute, raggiungere il proprio peso forma, ristabilire il proprio equilibrio emotivo), tenendo conto delle connessioni tra le varie dimensioni del Sé. Recuperare ogni aspetto del nostro essere dovrebbe essere lo scopo primario: essere presenti, consapevoli, svegli”. In questo scenario generale più ampio si colloca il metodo Kousmine, creato dalla omonima dottoressa russa: un’appassionata ricercatrice che, fin dai primi decenni del 1900,  ha concentrato i suoi studi sulla connessione tra alimentazione e salute,  valutando i ripetuti errori alimentari  e l’assunzione di elementi inquinanti presenti negli alimenti come causa dell’aumento progressivo di molte patologie. Per dirla con le sue parole: “E se le nostre malattie fossero da attribuire innanzi tutto ai nostri errori alimentari? Se lo stato di salute di ognuno di noi dipendesse esclusivamente dalla capacità personale di prendersi cura di se stessi? E se il miglioramento del proprio stato di salute implicasse necessariamente un riequilibrio delle funzioni di assimilazione, di eliminazione e di difesa?”. Avendo intuito la profonda connessione tra l’alimentazione e la salute, raccomandava una dieta in cui fossero presenti cibi “vivi”, ricchi di frutta e verdura, cereali integrali, legumi, molti alimenti crudi o cotti al vapore. Il suo metodo viene seguito per la prevenzione e la cura di molte malattie degenerative e si basa fondamentalmente su quattro pilastri: la dieta, il giusto apporto di vitamine, il controllo del pH dell’organismo e l’igiene intestinale. Lo scopo principale della dieta è quello di neutralizzare l’acidità dell’organismo, in modo che questo lavori con il giusto equilibrio e di apportare tutti i principi nutritivi indispensabili per vivere. L'incontro di Montepaone è stato introdotto dai saluti di Giovanni Sgrò per “Naturium” e della dottoressa Mariagrazia Vigliarolo, biologa nutrizionista, componente del comitato scientifico di AssoVegan. Ha assistito all'evento una numerosa e attenta delegazione di Federcasalinghe Calabria.
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa