Squillace, proseguono i "Venerdì musicali del Vivariense"
Menu

Squillace, proseguono i "Venerdì musicali del Vivariense"

campanella quintetSQUILLACE - Provate a guardare un film togliendo l’audio. Cosa capireste della trama? E pur lasciando l’audio dei dialoghi, cosa trasporterebbe le vostre emozioni per vivere ciò che stanno vivendo i protagonisti della pellicola cinematografica? L’indispensabile presenza della musica e delle colonne sonore nella produzione di un film è stato il punto cardine intorno al quale si è tenuto il quarto incontro de “I venerdì musicali del Vivariense”, la rassegna concertistica organizzata dall’Istituto comprensivo di Squillace, in collaborazione con l’associazione musicale culturale “Magna Graecia Flute Choir di Borgia, e che ha avuto luogo nella scuola secondaria di primo grado di Squillace Lido. Gli alunni della classe quinta della scuola primaria e quelli della scuola secondaria di primo grado sono stati coinvolti in una lezione-concerto davvero appassionante e coinvolgente: cinque giovani musicisti (Maddalena Cefalì al flauto, Giulia Gigliotti al violino, Luana Sposaro al corno francese, Giorgia Lento al violoncello ed Eugenio Aiello al pianoforte – quest’ultimo giovanissimo musicista dal grande talento che ha curato anche gli arrangiamenti dei pezzi eseguiti-) hanno condotto gli alunni in questo viaggio immaginario, facendo loro capire non solo l’importanza della colonna sonora del film, ma anche e soprattutto come una melodia possa creare delle immagini in noi stessi descrivendo situazioni, fatti e circostanze. A metà concerto alcuni alunni sono stati invitati ad ascoltare delle brevi melodie proposte e a descrivere ciò che avevano immaginato ascoltandole: davvero incredibile la varietà di risultati ottenuti e la personalizzazione di ciascuno delle emozioni provate, corpo docente compreso e molto partecipe. Al quintetto si è aggiunto in via del tutto eccezionale il batterista Antonio Cefalà, anch’egli, come gli altri, proveniente dal liceo musicale “T. Campanella” di Lamezia Terme, guidato dal dirigente scolastico Giovanni Martello, più volte ringraziato durante la manifestazione per aver concesso ai ragazzi di partecipare alla rassegna e per aver incentivato sempre la formazione di gruppi cameristici di vario tipo, attraverso un corpo docente di strumento musicale davvero invidiabile. Le esecuzioni sono state curate nei minimi dettagli, anche grazie alla proiezione in contemporanea di immagini relative ai film da cui sono state prese le colonne sonore oggetto del concerto e che hanno creato un’atmosfera surreale e magica, che ha catturato grandi e piccoli in questo mondo immaginario della cinematografia. Ancora una volta, dunque, un concerto d’eccellenza all’Istituto comprensivo di Squillace, la cui dirigente Grazia Parentela sta veramente creando un vivaio di cultura sotto tutti i punti di vista, grazie alle numerose attività che durante l’anno i discenti hanno la possibilità di accogliere. Nel prossimo appuntamento si torna a Squillace centro, eccezionalmente non di venerdì, ma sabato 16 marzo, alle ore 10.30, con il “Jazz duo Procopio e Messinese”, due grandi professionisti del genere jazz che terranno una lezione-concerto su questa altra faccia della musica, arte poliedrica, e di sicuro sapranno come coinvolgere gli alunni.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa