Gianturco (Fdi): “In Calabria il vero sconfitto è Oliverio. Si dimetta”
Menu

Gianturco (Fdi): “In Calabria il vero sconfitto è Oliverio. Si dimetta”

gianturcoLamezia, “Le urne in Calabria certificano la crescita di Fratelli d’Italia e il buon risultato del centrodestra ma soprattutto la sonora sconfitta del centrosinistra, figlia del fallimento della giunta guidata da Mario Oliverio che regala circa il 40% dei voti ottenuti alle precedenti elezioni regionali del 2014 ai grillini portandoli alla vittoria. Il governatore ne prenda atto e si dimetta”. A dichiararlo è Mimmo Gianturco, esponente di Fratelli d’Italia. ”Il risultato politico in Calabria - afferma Gianturco - evidenzia la crescita di Fratelli d’Italia che riesce addirittura a raddoppiare i propri consensi, raggiungendo una percentuale al di sopra della media nazionale, contribuendo di fatto alla buona affermazione del centrodestra che unito supera il 32%. I dati, inoltre, chiariscono che anche nella nostra regione, nonostante il comprensibile vento di protesta che ha spinto i grillini allo storico successo, c’è una forte richiesta identitaria da parte dei calabresi. Sono infatti oltre 110.000 i voti raccolti dalle forze politiche euroscettiche e sovraniste nella nostra regione, ossia l’11% e Fratelli d’Italia in realtà, è il naturale ed unico contenitore politico che può catalizzare intorno a se questo elettorato e ciò dovrebbe spingerci a tenere maggiormente la barra dritta sui nostri progetti e sulle idee patriottiche”. “Era del tutto prevedibile l’exploit dei 5 stelle nel territorio calabrese - continua l’ex consigliere comunale di Lamezia Terme - il risultato grillino è da rispettare, non fosse altro perché la gente cerca il cambiamento ed è sia schifata dalla vecchia politica sia stanca di vedere sempre le stesse facce. Questo è il segnale che occorre svecchiare i partiti e lavorare alla formazione di una nuova classe dirigente. Le urne però certificano soprattutto la sonora sconfitta del centrosinistra, specie del PD, figlia del totale fallimento della giunta regionale che paga lo scotto della pochezza politica che ha caratterizzato la loro attività amministrativa, delle azioni clientelari messe in atto in tutti i territori, il disastro creato nella sanità regionale, le promesse mai mantenute sul potenziamento delle infrastrutture, la scarsa progettualità, l’inconcludente gestione del problema rifiuti, le scellerate politiche immigrazioniste ecc”. “Analizzando i risultati - fa notare Gianturco - il centrosinistra passa dal 61% ottenuto nelle elezioni regionali del 2014 al 17% mentre il Movimento 5 Stelle sale dal 5% al 43%. In Calabria, quindi, il vero sconfitto è proprio Oliverio, che di fatto ha regalato circa il 40% dei suoi voti ai grillini spingendoli alla vittoria. È un dato incontrovertibile che dovrebbe portare il governatore a prenderne atto. Dimostri umiltà, dignità, serietà - conclude - e si dimetta al più presto”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa