Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Lamezia Terme ,arrestato commerciante di Cannabis light

Foto T.,M. D., C., M., T., A., L., B. decine di altri nomi stravaganti. Ma solo T.. è risultata avere una percentuale di principio attivo entro i limiti di legge. Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, nell’ambito delle attività volte alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno messo in atto accurati servizi di controllo anche nei confronti del fenomeno della vendita della cosiddetta cannabis light. Fra i soggetti interessati dai controlli anche M.P.A., classe 87, lametino, titolare di un punto vendita ubicato a Gioia Tauro come i tanti, spuntati come funghi sul territorio nazionale, attivi nel settore della commercializzazione dei derivati della canapa e della cannabis light, ossia di quella i cui livelli di THC non superino lo 0.6% così come previsto dall’attuale normativa vigente nel settore, la legge 242/2016. Ma le verifiche dei militari non si sono limitate al citato esercizio commerciale, con tanto di insegna e pubblicizzato sul web. I carabinieri, infatti sono voluti andare più a fondo. Ed è proprio durante una perquisizione presso l’abitazione del predetto lametino che si sono trovati di fronte ad una vera e propria “succursale” della vendita di stupefacente. All’interno di un garage monitorato da sistema di videosorveglianza, infatti, sono stati rinvenuti sacchi e barattoli in vetro, di varie dimensioni, contenenti infiorescenze di canapa per un peso complessivo di circa 11 chilogrammi, suddivise per tipologia e denominazione. Oltre allo stupefacente, inoltre, veniva rinvenuto materiale per il confezionamento ed il consumo della sostanza. Caotiche le giustificazioni addotte circa la presenza di quel materiale nella propria abitazione, ancor di più successivamente al ritrovamento di ben 52.000 euro in contanti. Ma le operazioni di perquisizione sono proseguite e si sono concentrate successivamente anche sul veicolo del giovane ove, a questo punto non con estremo stupore, sono stati rinvenuti 25 campioni di inflorescenze asseritamente con percentuale di principio attivo sotto i limiti di legge consentiti. Le ultime fasi del controllo, quindi, si sono svolte a Gioia Tauro, presso l’attività commerciale del lametino, come già detto attiva nella vendita di derivati della canapa industriale. Lì si procedeva a sequestro di 322 bustine di cannabis light per un peso complessivo di 800 grammi circa militari, al fine di sottoporre il tutto ad opportuni accertamenti. Anche tutta la sostanza precedentemente rinvenuta dai militari, infatti, oltre ad essere custodita con modalità non documentate e non consentite, veniva sottoposta a campionatura e sottoposizione ad analisi di laboratorio i cui risultati sono stati inequivocabili. Solo due campioni risultavano rispettare la soglia limite di principio attivo fissata per legge allo 0.6%. tutti gli altri campioni analizzati si attestavano su percentuali ben più alte, oscillanti fra il 3.8% ed il 20.3%. in estrema sintesi, meno di un chilogrammo degli undici sequestrati era a norma di legge. Ulteriori accertamenti effettuati dai militari, inoltre, hanno permesso di appurare come per gli anni 2016 e 2017 il soggetto non avesse prodotto alcuna dichiarazione reddituale sebbene la sua ditta fosse attiva dall’aprile 2016. Nei suoi confronti è stata quindi emessa dal Tribunale di Lamezia Terme un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, eseguita nella mattinata odierna dai Carabinieri di Lamezia Terme.

Vincono le soveratesi: Blingink 5-3 sullo Xenium, colpo Quadrifoglio a Cittanova

blingink xeniumSOVERATO - Vittoria per le due squadre di Soverato nel torneo di C2. Blingink e Club Quadrifoglio conquistano infatti tre punti che gli consentono di continuare le rispettive lotte, quella al vertice per il quintetto di mister Cundò e quella per accedere ai playoff nella quale sono coinvolti i ragazzi di mister Catuogno. Al "Pala Scoppa", il Blingink ottiene un sofferto 5-3 sul fanalino di coda Xenium; ottima infatti la prestazione dei reggini che non sfigurano affatto sul parquet del palasport soveratese. Ospiti infatti agguerriti ed insidiosi come lo dimostra il punteggio al termine del primo tempo, 2-1 per i padroni di casa. Ripresa invece molto ben giocata da Ranieri e compagni, da applausi la rete su punizione del numero 10 che, con un 'cucchiaio', beffa l'intera retroguardia ospite. Lo Xenium si rifà sotto nel finale ma non riesce a sfondare il muro eretto dalla difesa guidata da Antonio Santise e Bilotta, così il Blingink può proseguire il duello a distanza con la capolista Catanzaro Futsal, vittorioso anch'esso contro la Futsal Fortuna nel derby del capoluogo.
Torna alla vittoria anche il Club Quadrifoglio, capace di espugnare il difficile campo della Polisportiva Cittanova. Padroni di casa avanti di due reti, tuttavia i soveratesi rivoluzionano il punteggio trascinati da una grandissimo Sinopoli, si apre così un testa a testa di reti che portano il risultato, allo scadere del primo tempo, sul 3-7.Ripresa scoppiettante, il Cittanova si rifà sotto, ma il Quadrifoglio con Girillo e Chiaravalloti prende il largo e si porta a casa l'intera posta in palio, assestandosi al quarto posto.

Francesco Gioffrè

16. a GIORNATA C2/B: Pol.Cittanova-C.Q.Soverato 8-10, Reggio FC-F.C.Filadelfia 7-3, CZ Futsal-F.Fortuna 5-0, Propellaro S.L.Ludos V.M. 3-5, Roccella-Rosarnese 4-0, B.Soverato-Xenium 5-3

CLASSIFICA: CZ Futsal 42, B.Soverato 40, Reggio 35, C.Q.Soverato 30, Filadelfia 27, Ludos V.M. 23, P.Cittanova 22, Rosarnese 16, F.F.Siderno 14, F.Fortuna 13, Propellaro e Roccella 7, Xenium 4

Catanzaro, Mons. Bertolone ordinerà un giovane diacono

Saverio Menniti con lArcivescovo mons. BertoloneDomenica 20 gennaio, alle ore 17,30, nella Basilica dell’Immacolata di Catanzaro, l’Arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Vincenzo Bertolone, conferirà il sacro ordine del Diaconato al giovane Saverio Menniti che ha espletato la formazione quinquennale filosofica, teologica e spirituale nel Seminario Teologico regionale “San Pio X” di Catanzaro. Il giovane ha maturato la vocazione vivendo la spiritualità del Movimento Apostolico e già da diversi anni ha un fratello presbitero, don Diego Menniti. Al diacono saranno imposte le mani dall’Arcivescovo non per il sacerdozio, ma per un ministero. Infatti, sostenuto dalla grazia sacramentale nel ministero della liturgia, della predicazione e della carità, servirà il popolo di Dio, in comunione col Vescovo e il suo presbiterio. Potrà amministrare il Battesimo, distribuire l’Eucaristia, assistere e benedire le nozze, portare il viatico ai moribondi, proclamare la Sacra Scrittura per istruire i fedeli, presiedere al culto e alla preghiera dei fedeli, amministrare i sacramentali e dirigere il rito funebre. La comunità diocesana, grata al Signore il per dono delle vocazioni, sosterrà il giovani candidato con la preghiera, affinché viva con gioia e pienezza questa nuova missione di evangelizzazione in preparazione al sacerdozio ministeriale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa