Borgia: sul PSA proficuo incontro tra amministrazione comunale e tecnici
Menu

Borgia: sul PSA proficuo incontro tra amministrazione comunale e tecnici

Borgia: sul PSA proficuo incontro tra amministrazione comunale e tecnici - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Francesco Fusto sindaco di BorgiaProficuo incontro, quello svoltosi lunedì 19 gennaio, tra l'Amministrazione comunale ed i tecnici professionisti operanti a Borgia per discutere di PSA. Tecnici e Amministrazione hanno condiviso la necessità, peraltro già evidenziata dalla giunta, che le aree ex B e C siano riviste laddove non coperte da vincoli, al fine di tutelare i cittadini contribuenti che in questi anni hanno pagato l' ICI, ma non solo.
A renderlo noto - come di consueto attraverso una nota diffusa dal responsabile dell'ufficio Stampa - il sindaco Fusto (in foto).
Detto incontro (fortemente voluto dall'assessore all'urbanistica e annunciato alcuni giorni prima dallo stesso primo cittadino) - a cui hanno preso parte, per l'Amministrazione, i componenti della giunta, il presidente del consiglio comunale ed a cui, nel corso della serata, si è aggiunto l'ing. Tavano, nella duplice veste di tecnico e consigliere comunale -, segue gli ultimi due avvenuti nello scorso mese di ottobre ed è stata occasione per i tecnici di portare all'attenzione dell'amministrazione ulteriori proposte di cui tener conto nel nuovo strumento urbanistico.
In particolare i professionisti (ing. Giglio; ing. Procopio; ing. Bertucci; geom. F. Cristofaro e p.i. Brugellis) hanno evidenziato l'opportunità di prevedere alcuni elementi ritenuti importanti per il territorio di Borgia.
Tra questi, un'area di sviluppo commerciale industriale in corrispondenza dello svincolo della nuova ss 106; la verifica del vincolo posto al fosso scorcia lepre nella Zona di Vallo (prima era di 45 metri adesso pare sia passato a 100 metri ma, sostengono i tecnici, senza che la regione abbia modificato le previsioni del pai); revisione della collocazione delle aree di emergenza sismica idrogeologica, atteso che non sono in zona centrale tra tutti i comuni e comunque ogni comune ha le sue aree di emergenza previste dal piano di protezione civile.
Durante il meeting, i tecnici hanno altresì espresso il proprio plauso verso il responsabile dell'area urbanistica che in questi mesi si è occupato di PSA e non solo con grande determinazione e nell'interesse della comunità dei tecnici oltre che dei cittadini
Nel corso della riunione è emerso, però, anche il rammarico dei tecnici che si sono sentiti "presi in giro" dall'ufficio di piano in quanto le loro proposte presentate nel 2011 (prot 6275 del 01/08/2011 e prot 6307 del 02/08/2011) non sono state minimamente vagliate, mentre oggi, alcune di quelle proposte sono state accolte.
Il sindaco e l'assessore al ramo, dal canto loro, hanno ribadito che la linea guida dell'Amministrazione comunale per lo sviluppo urbanistico del territorio è quella di porre un freno al consumo smodato del suolo, attraverso un recupero dell'edificato ed una espansione legata alle reali esigenze, evitando le speculazioni.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa