"E' legge! Le Ferrovie Turistiche al servizio dello sviluppo economico e turistico dell'Italia. Grazie a tutti quelli che hanno creduto in questo progetto"
Menu

"E' legge! Le Ferrovie Turistiche al servizio dello sviluppo economico e turistico dell'Italia. Grazie a tutti quelli che hanno creduto in questo progetto"

locomotivaCon queste parole, poche ma piene di emozione, l'Onorevole Maria Iacono, dal quale la finalmente Legge prende il nome, ha comunicato l'approvazione all'unanimità del DDL C.1178 dedicato all'Istituzione e regolamentazione delle Ferrovie Turistiche in Italia. Un lavoro avviato nell'ormai lontano 2013, che nello scorso mese di gennaio aveva ottenuto l'approvazione alla Camera dei Deputati e che in tempi davvero brevi rispetto ai "canoni" italiani, proprio ieri è stata anche approvata, ancora una volta all'unanimità, anche al Senato.
Un risultato per il quale ci siamo battuti fortemente in questi ultimi mesi assieme alla Federazione per le Ferrovie Turistiche e Museali (FIFTM), reso possibile anche grazie al costante lavoro degli onorevoli Enza Bruno Bossio e Romina Mura, in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati. Ma non dimentichiamo anche la significativa audizione dello scorso anno, proprio in commissione trasporti, interamente dedicata alla Regione Calabria, alla presenza del Direttore Generale di Ferrovie della Calabria Giuseppe Lo Feudo e dell'Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno, e gli incontri avvenuti al Ministero dei Beni Culturali ed al Ministero dei Trasporti, ai quali siamo stati in entrambi i casi presenti come associazione promotrice del trasporto su rotaia turistico (e non), all'interno della nostra Regione.
Ed era chiaro che un così forte impegno da parte della nostra Associazione, ed ovviamente prima ancora della Regione Calabria e delle Ferrovie della Calabria, non poteva che portare ottimi frutti: all'interno delle 18 linee ferroviarie turistiche individuate all'interno della Legge, c'è anche la bellissima Ferrovia Silana Cosenza - San Giovanni in Fiore.
E, coincidenza ha voluto, che la Legge sia stata approvata ad un anno esatto dal ritorno della vaporiera FCL 353 in Sila, il 2 agosto 2016. Qualche giorno dopo, il Treno della Sila di Ferrovie della Calabria sarebbe tornato ad essere realtà, ed oggi, dopo un anno di attività del treno a vapore sull'altopiano silano, i numeri danno ancora più forza all'azienda ferroviaria calabrese ed alla Regione Calabria, nel proseguire con il ripristino del tratto ferroviario San Nicola Silvana Mansio - San Giovanni in Fiore, e successivamente con il ripristino del tratto Pedace - Moccone, rendendo quindi totalmente percorribile l'intera Ferrosilana. Forza oggi raddoppiata con l'approvazione di una Legge che darà nuovo impulso al turismo ferroviario in Italia, avvicinando il nostro paese, ancor di più, a quella cultura del treno turistico che già nel resto d'Europa è realtà da anni, ed ha rilanciato l'economia di interi territori.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa