Il Consigliere provinciale Antonio Montuoro: “Modifiche alla legge sulle Valli Cupe, dalla giunta Oliverio una pagina di brutta politica”
Menu

Il Consigliere provinciale Antonio Montuoro: “Modifiche alla legge sulle Valli Cupe, dalla giunta Oliverio una pagina di brutta politica”

Montuoro consigliere provincialeRiceviamo e pubblichiamo la nota di Antonio Montuoro, consigliere provinciale del Gruppo Centrodestra per la Provincia di Catanzaro:

"La proposta di modifica, ad opera della giunta Oliverio, della legge già approvata all’unanimità dal Consiglio regionale sulla Riserva Naturale Regionale "Valli Cupe" ha messo ancora in evidenza un’altra pagina di brutta politica che rischia di snaturare e svilire il modello positivo di collaborazione tra pubblico e privato avviato da tempo per la promozione e la valorizzazione dei canyon. Grazie al provvedimento legislativo, varato su proposta del consigliere regionale Domenico Tallini, si è potuto gettare le basi per uno strumento in grado non solo di garantire lo sviluppo dal punto di vista turistico e naturalistico dell’intera area della “Sila piccola” estesa attorno al borgo di Sersale, ma anche di dare riconoscimento normativo alla rete sinergica costruitasi tra istituzioni e privati al fine di sostenere la crescita del nostro ricco patrimonio naturalistico. Un traguardo condiviso e sostenuto dall’amministrazione comunale di Sersale, guidata dal sindaco Salvatore Torchia, che oggi rischia di essere cancellato dalle proposte di modifiche apportate dalla giunta regionale attraverso l’istituzione di un comitato di gestione, solamente facoltativo, allargato alla presenza di soggetti istituzionali che non avevano finora partecipato all’iniziativa legislativa e che figurano in una posizione di evidente conflitto di interessi ricoprendo cariche fiduciarie all’interno degli stessi uffici regionali. In qualità di consigliere provinciale, non posso che rimarcare la necessità di salvaguardare il lavoro e l’impegno profuso da associazioni e tanti giovani volontari che sono gli unici veri protagonisti di un percorso amministrativo che ha reso possibile il riconoscimento formale dell’area protetta “Valli cupe” il cui modello virtuoso di gestione non può essere intaccato da interessi squisitamente politici”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa