Pacenza ai commissari Scura e Urbani: "Revocate il Decreto 87 del 9 agosto 2016"
Menu

Pacenza ai commissari Scura e Urbani: "Revocate il Decreto 87 del 9 agosto 2016"

Franco PACENZA"Con il decreto 87 del 9 agosto scorso, i commissari Scura e Urbani, svelano in modo esplicito il loro obiettivo: allungare il più possibile il Piano di Rientro e, quindi, la loro permanenza in Calabria”. E’ quanto afferma, in una nota, il delegato del Presidente della Regione, Mario Oliverio, in materia sanitaria, Franco Pacenza (in foto).

“Con il decreto 87 –prosegue la nota - i Commissari 'fanno obbligo' alle Asp di Catanzaro, Cosenza e Crotone a produrre nuovi debiti. Persino l’oggetto del decreto è equivoco, mentre gli allegati esplicitano tutta la pericolosità di questo atto. Basti guardare l’allegato A, di cui nel Decreto si prende solo atto, per avere contezza della pericolosità e del gravissimo rischio di esporre la Regione ad uno stillicidio di contenziosi che vanificherebbero qualsiasi ipotesi di fuoriuscita dal Piano di Rientro dal debito sanitario”.
“Non sono in discussione diritti ma –spiega Pacenza - la Pubblica Amministrazione ha il dovere di verificare tutti i gradi del giudizio e di tutelare la buona amministrazione. Gli stessi operatori del comparto sanitario non possono ignorare la necessità e l’utilità di un ritorno, in tempi certi, alla gestione ordinaria della sanità in Calabria”.
“Se vi sono diritti maturati in sei anni – conclude la nota - non possono essere incamerati in una sola annualità con la certezza di produrre nuovo indebitamento e l’allontanamento della fuoriuscita dal Piano di Rientro”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa