Regione, Scopelliti: "Entro fine anno altri 8.000 posti di lavoro"
Menu

Regione, Scopelliti: "Entro fine anno altri 8.000 posti di lavoro"

Giuseppe ScopellitiIl Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti (in foto) e l'Assessore regionale al Lavoro Francescantonio Stillitani, hanno presentato, nel corso di una conferenza stampa, la rimodulazione degli interventi del programma operativo Por Fse 2007-2013. All'incontro con i giornalisti era presente, inoltre, il DG del Dipartimento Lavoro Bruno Calvetta. Entro la fine dell'anno, l'obiettivo è quello di impegnare 130 milioni di euro per la creazione di 8-10.000 posti di lavoro attraverso progetti ed interventi specifici da concordare con le parti sociali, le imprese e le associazioni datoriali. Il c.d. "Piano stralcio per il lavoro", tra i primi interventi approvati della nuova Giunta Scopelliti (14 aprile 2010), prevede cinque iniziative progettuali che hanno già prodotto 5.349 posti di lavoro, destinati ad arrivare a 7.000, con un impegno complessivo di oltre 147 milioni di euro. Il residuo di programmazione, rispetto al piano finanziario rimodulato, con il recupero di ulteriori 130 milioni di euro, consentirà quindi di incidere sul mercato del lavoro regionale con la creazione di circa 8/10.000 posti di lavoro. "Abbiamo illustrato il percorso – ha dichiarato il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti - che, fino ad oggi, ci ha consentito, attraverso l'investimento di 147 milioni di euro, la creazione di 5.349 posti di lavoro e circa 2.000 di prossima attivazione. Oggi, con il recupero dei fondi comunitari, con ulteriori 130 milioni di euro, attraverso lo scorrimento delle graduatorie dei bandi già esistenti, o comunque attraverso anche altre soluzioni, come il credito d'imposta, che vogliamo condividere e concertare, contiamo di poter creare, entro la fine dell'anno, altri 8/10.000 posti di lavoro. Tutto questo - ha concluso il Governatore Scopelliti - rappresenta il grande impegno che abbiamo messo in campo per contrastare la disoccupazione in Calabria, creando sempre maggiori strumenti per bloccare l'emigrazione giovanile verso altre regioni". "Non intendiamo operare nelle segrete stanze – ha dichiarato l'Assessore Stillitani - per questo si è discusso e concertato con le parti sociali per individuare le misure, i progetti e i bandi più idonei, rivedendo la programmazione del Por e incentrando le risorse sull'occupazione giovanile. La proposta che abbiamo avanzato - ha successivamente dichiarato l'Assessore Stillitani - passa alla Commissione europea, nel giro di due o tre mesi, si potranno impegnare le risorse in azioni mirate a ridurre la disoccupazione giovanile". 

Uffico stampa Giunta regionale

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa